A Novara quattro colonnine per la ricarica delle auto elettriche

A Novara quattro colonnine per la ricarica delle auto elettriche
Altro 18 Aprile 2016 ore 17:57

NOVARA – Anche a Novara arrivano le colonnine di ricariche per le auto elettriche: come hanno spiegato questa mattina nella sala consiliare del Municipio i responsabili, saranno installate nelle prossime settimane quattro postazioni in altrettanti parcheggi della città. Il tutto grazie a un accordo tra la Nord Ovest Parcheggi e Enel Energia.

“Due saranno posizionate in parcheggi a sbarra, il Fast Park in via Marconi e quello in largo Alpini d’Italia, altri due in parcheggi liberi, in viale Manzoni vicino alla stazione e in viale Turati vicino all’ospedale – ha illustrato l’assessore alla Mobilità Giulio Rigotti, affiancato dal sindaco Andrea Ballaré – Sono stati scelti come punti strategici dove pensiamo che possano essere più utili. Questo è solo un primo intervento che fa da apripista per un progetto più ampio grazie al quale vogliamo dotare Novara di altre colonnine. E’ uscito da poco un bando nazionale al riguardo al quale intendiamo partecipare. Questo con l’obiettivo di creare un sistema di ricarica adeguato a una città smart come vuole essere Novara”.

“Per noi il sistema di ricarica elettrica per auto è un aspetto molto importante – ha detto poi Gianni Magatti, amministratore delegato di Nord Ovest Parcheggi, che sostiene totalmente i costi di installazione delle colonnine – che proponiamo sempre nei nostri progetti alle amministrazioni. Lo abbiamo fatto in numerose altre città come Milano, Torino, Bergamo, Terni. A Novara girano circa 600 auto ad alimentazione alternativa, ovvero a metano, gpl e elettricità”. Ricordiamo che la sosta dei veicoli elettrici, come quelli a metano è gratuita sempre negli stalli blu della città.

 I dirigenti di Enel Energia tra cui il responsabile Mercato Piemonte Liguria e Valle d’Aosta Mario Mauri hanno poi sottolineato come “il sistema di ricarica sarà semplicissimo e disponibile per ogni tipo di auto elettrica. Basterà collegare il proprio cavo di alimentazione alla vettura e alla colonnina. Oggi la ricarica si può pagare con una tessera che si avvicina alla colonnina in modalità contactless, ma presto questo sistema verrà sostituito da un’app scaricabile sul telefonino da collegare alla propria carta di credito. La mobilità elettrica sta diventando anche in Italia sempre più importante con vantaggi sia per l’ambiente, sia per il portafoglio: per ricaricare un’auto elettrica bastano dai 6 agli 8 euro, in pratica per fare gli stessi km si paga la metà rispetto a un veicolo a carburante fossile. Per la ricarica ci si mette da una a cinque ore a seconda del modello di macchina”.

Valentina Sarmenghi 

NOVARA – Anche a Novara arrivano le colonnine di ricariche per le auto elettriche: come hanno spiegato questa mattina nella sala consiliare del Municipio i responsabili, saranno installate nelle prossime settimane quattro postazioni in altrettanti parcheggi della città. Il tutto grazie a un accordo tra la Nord Ovest Parcheggi e Enel Energia.

“Due saranno posizionate in parcheggi a sbarra, il Fast Park in via Marconi e quello in largo Alpini d’Italia, altri due in parcheggi liberi, in viale Manzoni vicino alla stazione e in viale Turati vicino all’ospedale – ha illustrato l’assessore alla Mobilità Giulio Rigotti, affiancato dal sindaco Andrea Ballaré – Sono stati scelti come punti strategici dove pensiamo che possano essere più utili. Questo è solo un primo intervento che fa da apripista per un progetto più ampio grazie al quale vogliamo dotare Novara di altre colonnine. E’ uscito da poco un bando nazionale al riguardo al quale intendiamo partecipare. Questo con l’obiettivo di creare un sistema di ricarica adeguato a una città smart come vuole essere Novara”.

“Per noi il sistema di ricarica elettrica per auto è un aspetto molto importante – ha detto poi Gianni Magatti, amministratore delegato di Nord Ovest Parcheggi, che sostiene totalmente i costi di installazione delle colonnine – che proponiamo sempre nei nostri progetti alle amministrazioni. Lo abbiamo fatto in numerose altre città come Milano, Torino, Bergamo, Terni. A Novara girano circa 600 auto ad alimentazione alternativa, ovvero a metano, gpl e elettricità”. Ricordiamo che la sosta dei veicoli elettrici, come quelli a metano è gratuita sempre negli stalli blu della città.

 I dirigenti di Enel Energia tra cui il responsabile Mercato Piemonte Liguria e Valle d’Aosta Mario Mauri hanno poi sottolineato come “il sistema di ricarica sarà semplicissimo e disponibile per ogni tipo di auto elettrica. Basterà collegare il proprio cavo di alimentazione alla vettura e alla colonnina. Oggi la ricarica si può pagare con una tessera che si avvicina alla colonnina in modalità contactless, ma presto questo sistema verrà sostituito da un’app scaricabile sul telefonino da collegare alla propria carta di credito. La mobilità elettrica sta diventando anche in Italia sempre più importante con vantaggi sia per l’ambiente, sia per il portafoglio: per ricaricare un’auto elettrica bastano dai 6 agli 8 euro, in pratica per fare gli stessi km si paga la metà rispetto a un veicolo a carburante fossile. Per la ricarica ci si mette da una a cinque ore a seconda del modello di macchina”.

Valentina Sarmenghi