Altro

Aggredì una minore in corso Cavour: 6 mesi per Labella

Aggredì una minore in corso Cavour: 6 mesi per Labella
Altro Novara, 18 Ottobre 2016 ore 17:23

NOVARA, Assoluzione per Roberto Perotti, 44 anni, e 6 mesi senza la sospensione condizionale per Paola Labella, 43. Si è concluso così, questa mattina, martedì 18 ottobre, in Tribunale a Novara, il processo che li vedeva imputati per un’aggressione avvenuta nei confronti di una minorenne nella zona di corso Cavour, in pieno centro. I due, che si trovano entrambi in carcere (Perotti, nonostante l’assoluzione, resta detenuto per altri fatti), erano stati arrestati sabato 23 luglio.

Stando all’accusa, quel giorno, dopo aver insultato alcuni passanti, brandendo una bottiglia di birra, la donna aveva aggredito una ragazza, che camminava con due amiche in corso Cavour, colpendola con alcuni schiaffi. In quell’occasione c’era anche il compagno, che è stato arrestato con lei accusato di resistenza, ma ha sempre sostenuto di essere intervenuto solo per capire cosa stesse succedendo alla compagna. Per il giudice non c’è prova delle accuse verso Perotti, da qui l’assoluzione.

mo.c.

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 20 ottobre

NOVARA, Assoluzione per Roberto Perotti, 44 anni, e 6 mesi senza la sospensione condizionale per Paola Labella, 43. Si è concluso così, questa mattina, martedì 18 ottobre, in Tribunale a Novara, il processo che li vedeva imputati per un’aggressione avvenuta nei confronti di una minorenne nella zona di corso Cavour, in pieno centro. I due, che si trovano entrambi in carcere (Perotti, nonostante l’assoluzione, resta detenuto per altri fatti), erano stati arrestati sabato 23 luglio.

Stando all’accusa, quel giorno, dopo aver insultato alcuni passanti, brandendo una bottiglia di birra, la donna aveva aggredito una ragazza, che camminava con due amiche in corso Cavour, colpendola con alcuni schiaffi. In quell’occasione c’era anche il compagno, che è stato arrestato con lei accusato di resistenza, ma ha sempre sostenuto di essere intervenuto solo per capire cosa stesse succedendo alla compagna. Per il giudice non c’è prova delle accuse verso Perotti, da qui l’assoluzione.

mo.c.

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 20 ottobre

Seguici sui nostri canali