Altro

Al via la nuova stagione di "Arteparchi in rete"

Al via la nuova stagione di "Arteparchi in rete"
Altro Basso Novarese, 31 Marzo 2016 ore 15:21

CAMERI - Sono diversi gli eventi in programma nei prossimi mesi organizzati dall'Ente Parco Ticino e Lago Maggiore. L’iniziativa di carattere culturale “Arteparchi in rete - Percorsi visivi fra natura, archeologia e culture del territorio” si aprirà il 2 aprile al Mulino Vecchio di Bellinzago Novarese e si concluderà a fine ottobre. La stessa vede l’Ente quale nucleo promotore di momenti di interesse culturale e artistico per tutti i territori delle aree protette di nuova gestione. I partner dell’iniziativa sono la Società Fotografica Novarese insieme al gruppo di coordinamento degli artisti costituito dalla professoressa Emiliana Mongiat, Belio (Elio Bozzola) e Gian Piero Colombo.

Collabora all’iniziativa Atl di Novara, sponsorizzano Balchem di Marano Ticino, Soci Coop di Cameri, il Circolo Matteotti e il Circolo Ambrogio Colli di Cameri, Associazione Culturale De Arte di Novara, Italgrafica e le aziende produttrici di prodotti a Marchio MAB Ticino Valley: Cantine Colli Novaresi di Fara Novarese, Azienda Vitivinicola Crola Enrico di Oleggio, Latteria Sociale di Cameri e Azienda Agricola F.lli Facchi di Oleggio. L’iniziativa Arteparchi trova anche il suo valore aggiunto in quanto frutto della cooperazione di soggetti pubblici e privati e quasi a costo zero per l’Ente Pubblico, grazie ai partners che collaborano a titolo gratuito e agli sponsors che contribuiscono per la divulgazione e la gestione operativa dell’iniziativa.

"I contenuti artistici e storici che il progetto contiene sottolineano - spiegano i responsabili - la valenza della funzione culturale dell’Ente che da tempo si affianca a quella della salvaguardia ambientale non ultimo come mission istituzionale assegnata dalla L.R. 19/2015, poichè la qualità della fruizione di un Parco dipende in grande misura anche dalla qualità della cultura che un territorio è in grado di produrre".

Il primo evento è la mostra fotografica al Mulino Vecchio di Bellinzago "Valerio Brustia . Due passi nel Parco..." che si inaugura il 2 aprile alle ore 16 e poi visitabile fino al 1 maggio sabato e domenica dalle 14 alle 19 (ingresso libero). Obiettivi ripresi dall’esposizione di immagini fotografiche di Valerio Brustia che si riferisce al Parco delle Lame del Sesia: fissando ciò che è rimasto di quell’antico mondo in cui queste terre erano interamente ricoperte dalla sterminata foresta planiziale, ora riconoscibile solo in scarsi frammenti anche se sufficienti a trasmettere il sapore ancestrale della terra selvaggia, invitano ad un’esplorazione diretta e attenta del luogo per ritrovare quanto compare nelle immagini e riprovare le stesse emozioni. Valerio Brustia è un ingegnere di 47 anni, vive a Novara e da quasi trent'anni usa la fotografia come strumento per esplorare principalmente il suo “backyard”, il fuori porta della terra dove è nato.

Il secondo evento che apre la nuova stagione di Arteparchi in rete è la mostra d'arte che inizierà il 3 aprile (inaugurazione alle ore 16) a Villa Picchetta di Cameri. Anche in questo caso l'allestimento sarà visitabile fino al 1 maggio (sabato e domenica, dalle 14 alle 19). L’apertura degli eventi d’arte affidata alle opere di Azelio Corni è un momento importante dell’iniziativa sia perché l’artista è noto a livello internazionale sia per l’alta qualità dei suoi interventi che introducono un concetto di arte che si estende a tutti i linguaggi utilizzati dall’uomo per comunicare. Le opere esposte confermano il carattere sperimentale del suo percorso e la sua attualità, in quanto «sono continuamente annunciate dall’urgenza di produrre corrispondenze linguistiche al di là di una pura sintesi formale». In questo caso le sue indagini mentali sono restituite da segni e lettere inseriti in spazi che si aprono all’infinito.

Nel fitto programma troviamo poi la terza edizione dell’iniziativa di mobilità lenta “Explorando dalla Mole al Duomo lungo il canale Cavour", che si terrà  nelle giornate dal 2 al 5 giugno. La particolarità dell’iniziativa di quest’anno è il punto di partenza previsto da Milano e non come di consuetudine da Torino. Lo scopo di questa iniziativa è la promozione di un itinerario ciclo pedonale lungo i canali d’acqua che collega Torino a Milano a favore di una mobilità alternativa, cosiddetta dolce, che consente di visitare il nostro territorio apprezzando le peculiarità naturalistiche del Parco e il nostro patrimonio paesaggistico, architettonico, culturale.

Sotto il Cappello “Frammenti di Primavera” legato ai territori del vercellese e biellese, a cura dei nostri collaboratori del CRA sono compresi una serie di eventi di carattere naturalistico e didattico: dalle escursioni, alle passeggiate ai corsi e laboratori didattici. Altro evento a carattere naturalistico organizzato dal Parco è quello previsto per il 20 maggio: si tratta della terza edizione di Melodie notturne al Parco del Ticino”: i partecipanti accompagnati dai guardiaparco vivranno un’esperienza unica attraversando il territorio del Parco sotto le stelle alla scoperta degli anfibi in particolare del Pelobates Fuscus.

ADM- Associazione didattica museale proporrà ai più piccoli visite didattiche, lezioni in classe ed eventi legati a laboratori didattici sulla ricerca dell’oro. Saranno infine riproposti alcuni eventi ormai entrati nella tradizione del Parco del Ticino: Orticino 2016, alla 9° edizione, mostra mercato florovivaistica e agroalimentare prevista il 15 maggio a Villa Picchetta e le tappe di Novara Jazz sempre a Villa Picchetta, Mulino Vecchio e Centrale Orlandi. 

v.s.

CAMERI - Sono diversi gli eventi in programma nei prossimi mesi organizzati dall'Ente Parco Ticino e Lago Maggiore. L’iniziativa di carattere culturale “Arteparchi in rete - Percorsi visivi fra natura, archeologia e culture del territorio” si aprirà il 2 aprile al Mulino Vecchio di Bellinzago Novarese e si concluderà a fine ottobre. La stessa vede l’Ente quale nucleo promotore di momenti di interesse culturale e artistico per tutti i territori delle aree protette di nuova gestione. I partner dell’iniziativa sono la Società Fotografica Novarese insieme al gruppo di coordinamento degli artisti costituito dalla professoressa Emiliana Mongiat, Belio (Elio Bozzola) e Gian Piero Colombo.

Collabora all’iniziativa Atl di Novara, sponsorizzano Balchem di Marano Ticino, Soci Coop di Cameri, il Circolo Matteotti e il Circolo Ambrogio Colli di Cameri, Associazione Culturale De Arte di Novara, Italgrafica e le aziende produttrici di prodotti a Marchio MAB Ticino Valley: Cantine Colli Novaresi di Fara Novarese, Azienda Vitivinicola Crola Enrico di Oleggio, Latteria Sociale di Cameri e Azienda Agricola F.lli Facchi di Oleggio. L’iniziativa Arteparchi trova anche il suo valore aggiunto in quanto frutto della cooperazione di soggetti pubblici e privati e quasi a costo zero per l’Ente Pubblico, grazie ai partners che collaborano a titolo gratuito e agli sponsors che contribuiscono per la divulgazione e la gestione operativa dell’iniziativa.

"I contenuti artistici e storici che il progetto contiene sottolineano - spiegano i responsabili - la valenza della funzione culturale dell’Ente che da tempo si affianca a quella della salvaguardia ambientale non ultimo come mission istituzionale assegnata dalla L.R. 19/2015, poichè la qualità della fruizione di un Parco dipende in grande misura anche dalla qualità della cultura che un territorio è in grado di produrre".

Il primo evento è la mostra fotografica al Mulino Vecchio di Bellinzago "Valerio Brustia . Due passi nel Parco..." che si inaugura il 2 aprile alle ore 16 e poi visitabile fino al 1 maggio sabato e domenica dalle 14 alle 19 (ingresso libero). Obiettivi ripresi dall’esposizione di immagini fotografiche di Valerio Brustia che si riferisce al Parco delle Lame del Sesia: fissando ciò che è rimasto di quell’antico mondo in cui queste terre erano interamente ricoperte dalla sterminata foresta planiziale, ora riconoscibile solo in scarsi frammenti anche se sufficienti a trasmettere il sapore ancestrale della terra selvaggia, invitano ad un’esplorazione diretta e attenta del luogo per ritrovare quanto compare nelle immagini e riprovare le stesse emozioni. Valerio Brustia è un ingegnere di 47 anni, vive a Novara e da quasi trent'anni usa la fotografia come strumento per esplorare principalmente il suo “backyard”, il fuori porta della terra dove è nato.

Il secondo evento che apre la nuova stagione di Arteparchi in rete è la mostra d'arte che inizierà il 3 aprile (inaugurazione alle ore 16) a Villa Picchetta di Cameri. Anche in questo caso l'allestimento sarà visitabile fino al 1 maggio (sabato e domenica, dalle 14 alle 19). L’apertura degli eventi d’arte affidata alle opere di Azelio Corni è un momento importante dell’iniziativa sia perché l’artista è noto a livello internazionale sia per l’alta qualità dei suoi interventi che introducono un concetto di arte che si estende a tutti i linguaggi utilizzati dall’uomo per comunicare. Le opere esposte confermano il carattere sperimentale del suo percorso e la sua attualità, in quanto «sono continuamente annunciate dall’urgenza di produrre corrispondenze linguistiche al di là di una pura sintesi formale». In questo caso le sue indagini mentali sono restituite da segni e lettere inseriti in spazi che si aprono all’infinito.

Nel fitto programma troviamo poi la terza edizione dell’iniziativa di mobilità lenta “Explorando dalla Mole al Duomo lungo il canale Cavour", che si terrà  nelle giornate dal 2 al 5 giugno. La particolarità dell’iniziativa di quest’anno è il punto di partenza previsto da Milano e non come di consuetudine da Torino. Lo scopo di questa iniziativa è la promozione di un itinerario ciclo pedonale lungo i canali d’acqua che collega Torino a Milano a favore di una mobilità alternativa, cosiddetta dolce, che consente di visitare il nostro territorio apprezzando le peculiarità naturalistiche del Parco e il nostro patrimonio paesaggistico, architettonico, culturale.

Sotto il Cappello “Frammenti di Primavera” legato ai territori del vercellese e biellese, a cura dei nostri collaboratori del CRA sono compresi una serie di eventi di carattere naturalistico e didattico: dalle escursioni, alle passeggiate ai corsi e laboratori didattici. Altro evento a carattere naturalistico organizzato dal Parco è quello previsto per il 20 maggio: si tratta della terza edizione di Melodie notturne al Parco del Ticino”: i partecipanti accompagnati dai guardiaparco vivranno un’esperienza unica attraversando il territorio del Parco sotto le stelle alla scoperta degli anfibi in particolare del Pelobates Fuscus.

ADM- Associazione didattica museale proporrà ai più piccoli visite didattiche, lezioni in classe ed eventi legati a laboratori didattici sulla ricerca dell’oro. Saranno infine riproposti alcuni eventi ormai entrati nella tradizione del Parco del Ticino: Orticino 2016, alla 9° edizione, mostra mercato florovivaistica e agroalimentare prevista il 15 maggio a Villa Picchetta e le tappe di Novara Jazz sempre a Villa Picchetta, Mulino Vecchio e Centrale Orlandi. 

v.s.

Seguici sui nostri canali