Altro

Andare oltre l’usa e getta è possibile con “Arte in Assa”

Andare oltre l’usa e getta è possibile con “Arte in Assa”
Altro 28 Dicembre 2015 ore 13:45

NOVARA - Esperimento riuscito. Andare oltre l'usa e getta è possibile, anche con i più piccoli. Tanto da arrivare a realizzare un originale e grazioso albero di Natale, che, a sua volta, dopo il periodo natalizio, si “riciclerà” in quanto da “cosa rinasce cosa”. 

Il messaggio, trasmesso attraverso un coinvolgente laboratorio creativo ai bambini della Scuola dell’Infanzia di largo De Pagave dell’Opera Pia Negroni, è che bisogna produrre meno rifiuti e quindi che le cose vanno riutilizzate fin che è possibile e il materiale va riciclato e, solo quando non più utilizzabile, conferito in modo corretto nella raccolta differenziata .

Per la prima volta “Arte in Assa” è uscito dal laboratorio di viale Curtatone, per andare a portare il proprio “contributo” creativo, e nel contempo di educazione ambientale, in una scuola. Il laboratorio ha avuto una durata complessiva di sei ore, tre incontri da due ore ciascuno.

L'albero è stato realizzato da Cosimo Bertone, l’artista novarese che cura il laboratorio, interamente con materiali recuperati. Il fusto è il palo di legno di un ex gazebo di un'area verde della città, da cui Cosimo ha ricavato anche il puntale, lavorandolo al tornio. La base è un ex asse di legno, mentre i rami sono stati ricavati dalla cassettiera di un mobile da cucina. 

Nel reperimento dei materiali per le decorazioni sono state anche direttamente coinvolte le famiglie dei bambini e le insegnanti. 

«Era la prima volta che lavoravo con bambini così piccoli – dichiara  Cosimo Bertone - mi ha impressionato molto il loro entusiasmo, ma soprattutto il fatto che abbiano compreso subito lo spirito e il valore del progetto. Durante gli incontri ci siamo divertiti molto, all'insegna del riciclo, ottenendo un risultato estetico sorprendente, a impatto e costo “zero”».

A fronte dell’ottima risuscita dell’iniziativa, esprime la sua «grande soddisfazione per il lavoro svolto da Cosimo e da tutti i soggetti coinvolti» il presidente di Assa, l’avvocato Marcello Marzo. 

Hanno partecipato al progetto le maestre Alessandra Greggio, Cecilia Cerini, Melissa Granvillano, Paola Alzati, Filomena Bifulco, Claudia De Luca e la coordinatrice Linda Anzaldi.

mo.c.


NOVARA - Esperimento riuscito. Andare oltre l'usa e getta è possibile, anche con i più piccoli. Tanto da arrivare a realizzare un originale e grazioso albero di Natale, che, a sua volta, dopo il periodo natalizio, si “riciclerà” in quanto da “cosa rinasce cosa”. 

Il messaggio, trasmesso attraverso un coinvolgente laboratorio creativo ai bambini della Scuola dell’Infanzia di largo De Pagave dell’Opera Pia Negroni, è che bisogna produrre meno rifiuti e quindi che le cose vanno riutilizzate fin che è possibile e il materiale va riciclato e, solo quando non più utilizzabile, conferito in modo corretto nella raccolta differenziata .

Per la prima volta “Arte in Assa” è uscito dal laboratorio di viale Curtatone, per andare a portare il proprio “contributo” creativo, e nel contempo di educazione ambientale, in una scuola. Il laboratorio ha avuto una durata complessiva di sei ore, tre incontri da due ore ciascuno.

L'albero è stato realizzato da Cosimo Bertone, l’artista novarese che cura il laboratorio, interamente con materiali recuperati. Il fusto è il palo di legno di un ex gazebo di un'area verde della città, da cui Cosimo ha ricavato anche il puntale, lavorandolo al tornio. La base è un ex asse di legno, mentre i rami sono stati ricavati dalla cassettiera di un mobile da cucina. 

Nel reperimento dei materiali per le decorazioni sono state anche direttamente coinvolte le famiglie dei bambini e le insegnanti. 

«Era la prima volta che lavoravo con bambini così piccoli – dichiara  Cosimo Bertone - mi ha impressionato molto il loro entusiasmo, ma soprattutto il fatto che abbiano compreso subito lo spirito e il valore del progetto. Durante gli incontri ci siamo divertiti molto, all'insegna del riciclo, ottenendo un risultato estetico sorprendente, a impatto e costo “zero”».

A fronte dell’ottima risuscita dell’iniziativa, esprime la sua «grande soddisfazione per il lavoro svolto da Cosimo e da tutti i soggetti coinvolti» il presidente di Assa, l’avvocato Marcello Marzo. 

Hanno partecipato al progetto le maestre Alessandra Greggio, Cecilia Cerini, Melissa Granvillano, Paola Alzati, Filomena Bifulco, Claudia De Luca e la coordinatrice Linda Anzaldi.

mo.c.