Appaiono rifiuti ingombranti all’ex Tav

Appaiono rifiuti ingombranti all’ex Tav
17 Marzo 2015 ore 09:25

NOVARA – Nella mattinata di lunedì 16 marzo, all’interno dell’area dell’ex Campo Tav, struttura che in via Alberto da Giussano accoglie da qualche anno le persone rimaste senza una casa, sono apparsi numerosi rifiuti ingombranti (nella foto di Martignoni), che, a prima vista, potevano sembrare quasi come abbandonati lì senza alcun motivo. Si tratta in particolare di materassi e mobilio vario, ma anche di qualche frigorifero.

L’area, però, dopo le polemiche della scorsa estate, è ben monitorata e la situazione rifiuti non è più quella di un tempo. I residenti sono attenti alle modalità di raccolta differenziata e c’è più attenzione sulla tematica.

Cosa ci facevano allora quei rifiuti? La spiegazione è data dall’assessore alle Politiche sociali del Comune, Elia Impaloni, informata della situazione sin da subito. “L’Assa, in questi giorni – spiega – ha proceduto al disboscamento dell’area perimetrale, che sta al di fuori del campo. Nel fare questo si è imbattuta in una serie di rifiuti, anche ingombranti. Per continuare il lavoro, il materiale è stato trasferito all’interno dello spazio della Tav, ma nell’area ecologica adibita, e presto, entro martedì, il materiale sarà portato via dal personale Assa. E’ stato solo stoccato lì. Anzi gli ospiti del villaggio, a testimonianza di una nuova sensibilità, con il personale della Cooperativa Emmaus, hanno accumulato il tutto, rispettando la differenziata e sistemando quello che man mano arrivava. Non è un abbandono di rifiuti nuovo”.

mo.c.

NOVARA – Nella mattinata di lunedì 16 marzo, all’interno dell’area dell’ex Campo Tav, struttura che in via Alberto da Giussano accoglie da qualche anno le persone rimaste senza una casa, sono apparsi numerosi rifiuti ingombranti (nella foto di Martignoni), che, a prima vista, potevano sembrare quasi come abbandonati lì senza alcun motivo. Si tratta in particolare di materassi e mobilio vario, ma anche di qualche frigorifero.

L’area, però, dopo le polemiche della scorsa estate, è ben monitorata e la situazione rifiuti non è più quella di un tempo. I residenti sono attenti alle modalità di raccolta differenziata e c’è più attenzione sulla tematica.

Cosa ci facevano allora quei rifiuti? La spiegazione è data dall’assessore alle Politiche sociali del Comune, Elia Impaloni, informata della situazione sin da subito. “L’Assa, in questi giorni – spiega – ha proceduto al disboscamento dell’area perimetrale, che sta al di fuori del campo. Nel fare questo si è imbattuta in una serie di rifiuti, anche ingombranti. Per continuare il lavoro, il materiale è stato trasferito all’interno dello spazio della Tav, ma nell’area ecologica adibita, e presto, entro martedì, il materiale sarà portato via dal personale Assa. E’ stato solo stoccato lì. Anzi gli ospiti del villaggio, a testimonianza di una nuova sensibilità, con il personale della Cooperativa Emmaus, hanno accumulato il tutto, rispettando la differenziata e sistemando quello che man mano arrivava. Non è un abbandono di rifiuti nuovo”.

mo.c.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità