Area per la sepoltura dei cittadini musulmani: i quesiti dei giovani di Forza Italia

Area per la sepoltura dei cittadini musulmani: i quesiti dei giovani di Forza Italia
Altro 31 Marzo 2015 ore 11:06

NOVARA – I giovani di Forza Italia Novara intervengono con una propria nota stampa in merito alla notizia che l’Amministrazione Comunale vorrebbe dedicare un’area per le sepolture dei cittadini mussulmani con rito islamico.

“Ci siamo mobilitati – spiega la responsabile Francesca Riga - per studiare la questione insieme ai concittadini novaresi (ritenuti i primi a cui fare riferimento), analizzando il regolamento cimiteriale del Comune. I quesiti che vogliamo portare non solo come gruppo, ma come cittadini, sono: Si tratta della solita “opera di tesseramento” voluta dall’Amministrazione comunale in carica?; Quanti sono gli effettivi mussulmani con cittadinanza italiana, regolarmente residenti a Novara, a cui verrebbe concessa l’idonea sepoltura?; Ci sarà una differenza economica riguardante la inumazione con rito islamico e/o cristiano, come già avvenuto in altre città?; Poiché la sepoltura islamica si svolge in modalità del tutto peculiari e tipicamente diverse da quello ebraico o cristiano come verrà trattato dall’amministrazione di maggioranza?”. “Riteniamo fondamentale – chiude la nota stampa Riga - il rispetto di tuti i morti, indipendentemente dalla loro etnia o religione, purché si applichino a tutti le stesse regole e condizioni. E che occorra rivedere le modalità di tumulazione islamica che risulta essere definitiva e non prevede riesumazioni”.

mo.c.


NOVARA – I giovani di Forza Italia Novara intervengono con una propria nota stampa in merito alla notizia che l’Amministrazione Comunale vorrebbe dedicare un’area per le sepolture dei cittadini mussulmani con rito islamico.

“Ci siamo mobilitati – spiega la responsabile Francesca Riga - per studiare la questione insieme ai concittadini novaresi (ritenuti i primi a cui fare riferimento), analizzando il regolamento cimiteriale del Comune. I quesiti che vogliamo portare non solo come gruppo, ma come cittadini, sono: Si tratta della solita “opera di tesseramento” voluta dall’Amministrazione comunale in carica?; Quanti sono gli effettivi mussulmani con cittadinanza italiana, regolarmente residenti a Novara, a cui verrebbe concessa l’idonea sepoltura?; Ci sarà una differenza economica riguardante la inumazione con rito islamico e/o cristiano, come già avvenuto in altre città?; Poiché la sepoltura islamica si svolge in modalità del tutto peculiari e tipicamente diverse da quello ebraico o cristiano come verrà trattato dall’amministrazione di maggioranza?”. “Riteniamo fondamentale – chiude la nota stampa Riga - il rispetto di tuti i morti, indipendentemente dalla loro etnia o religione, purché si applichino a tutti le stesse regole e condizioni. E che occorra rivedere le modalità di tumulazione islamica che risulta essere definitiva e non prevede riesumazioni”.

mo.c.