Altro

Autorizzata l'accensione del riscaldamento a Novara

Autorizzata l'accensione del riscaldamento a Novara
Altro 02 Ottobre 2015 ore 18:11

NOVARA – Siamo ormai in pieno autunno, come testimoniano le precipitazioni e le temperature in calo in questi giorni. Come descrive il bollettino meteorologico di Arpa Piemonte diffuso alle ore 14 di venerdì 2 ottobre “Un minimo depressionario presente sull’alto Tirreno continua a mantenere condizioni di maltempo diffuso sul Piemonte fino a domattina (3 ottobre, ndr), con piogge anche forti sul settore occidentale. Dopo una temporanea pausa, nel corso del pomeriggio di sabato, un nuovo sistema frontale si avvicina all’arco alpino transitando velocemente sulla regione nella notte tra sabato e domenica, quando sono attese precipitazioni anche forti nella zona del Lago maggiore. Un parziale miglioramento del tempo è atteso a partire dalla mattinata di Domenica, favorito dall’arrivo di correnti occidentali più secche)”. In particolare per Novara si va incontro a un finesettimana di brutto tempo con temperature che oscillano dai 12° di minima ai 19° di massima.
In considerazione di questo peggioramento delle condizioni climatiche in città e verificate le previsioni attraverso il Servizio Meteorologico per i prossimi 13 giorni, che prevedono ancora un sensibile abbassamento delle temperature minime stagionali e precipitazioni, il sindaco Andrea Ballarè ha firmato questa mattina una ordinanza che autorizza l’accensione anticipata degli impianti termici (rispetto al termine del 15 ottobre) a servizio degli edifici pubblici e privati nella città di Novara. La decorrenza dell’ordinanza è immediata ed ha validità fino al 14 ottobre, per una durata di accensione di 7 ore giornaliere, nel rispetto dei valori massimi della temperatura ambiente stabiliti dall’art. 3 del D.P.R. N. 74/2013.

v.s.

NOVARA – Siamo ormai in pieno autunno, come testimoniano le precipitazioni e le temperature in calo in questi giorni. Come descrive il bollettino meteorologico di Arpa Piemonte diffuso alle ore 14 di venerdì 2 ottobre “Un minimo depressionario presente sull’alto Tirreno continua a mantenere condizioni di maltempo diffuso sul Piemonte fino a domattina (3 ottobre, ndr), con piogge anche forti sul settore occidentale. Dopo una temporanea pausa, nel corso del pomeriggio di sabato, un nuovo sistema frontale si avvicina all’arco alpino transitando velocemente sulla regione nella notte tra sabato e domenica, quando sono attese precipitazioni anche forti nella zona del Lago maggiore. Un parziale miglioramento del tempo è atteso a partire dalla mattinata di Domenica, favorito dall’arrivo di correnti occidentali più secche)”. In particolare per Novara si va incontro a un finesettimana di brutto tempo con temperature che oscillano dai 12° di minima ai 19° di massima.
In considerazione di questo peggioramento delle condizioni climatiche in città e verificate le previsioni attraverso il Servizio Meteorologico per i prossimi 13 giorni, che prevedono ancora un sensibile abbassamento delle temperature minime stagionali e precipitazioni, il sindaco Andrea Ballarè ha firmato questa mattina una ordinanza che autorizza l’accensione anticipata degli impianti termici (rispetto al termine del 15 ottobre) a servizio degli edifici pubblici e privati nella città di Novara. La decorrenza dell’ordinanza è immediata ed ha validità fino al 14 ottobre, per una durata di accensione di 7 ore giornaliere, nel rispetto dei valori massimi della temperatura ambiente stabiliti dall’art. 3 del D.P.R. N. 74/2013.

v.s.