Altro

Bonelli, Del Conte e Rollini: tre in corsa per il “dopo Piola”

Bonelli, Del Conte e Rollini: tre in corsa per il “dopo Piola”
Altro 25 Aprile 2016 ore 00:30

Sarà corsa a tre. Il dopo Piola ad Invorio vede contendersi la poltrona di sindaco con un tris di liste, due saranno rappresentate da assessori uscenti mentre l’altra dalla moglie di un ex sindaco. Se da un mese due nomi in lizza per le prossime elezioni amministrative di giugno - Roberto Del Conte e Dina Bonelli - c’erano già, sul terzo non si erano ancora sciolte le riserve anche per via delle “trattative” in corso per possibili alleanze. Ma nelle ultime ore l’altro sfidante esce ufficialmente allo scoperto. Si tratta di Alberto Rollini, assessore all’Istruzione, Sport e Politiche Giovanile, insegnante di scuola secondaria di primo grado. ?Mi candido per dare l’opportunità ai cittadini nell’avere un’alternativa. Una richiesta che mi è giunta – spiega - da parte di diversi cittadini e sostenitori che non si riconoscevano nelle altre candidature?. Rollini guiderà una lista civica, “Sosteniamo Invorio”: ?Sarà formata da Gioacchino Oioli, che andrà in caso di vittoria a ricopri

Sarà corsa a tre. Il dopo Piola ad Invorio vede contendersi la poltrona di sindaco con un tris di liste, due saranno rappresentate da assessori uscenti mentre l’altra dalla moglie di un ex sindaco. Se da un mese due nomi in lizza per le prossime elezioni amministrative di giugno - Roberto Del Conte e Dina Bonelli - c’erano già, sul terzo non si erano ancora sciolte le riserve anche per via delle “trattative” in corso per possibili alleanze. Ma nelle ultime ore l’altro sfidante esce ufficialmente allo scoperto. Si tratta di Alberto Rollini, assessore all’Istruzione, Sport e Politiche Giovanile, insegnante di scuola secondaria di primo grado. ?Mi candido per dare l’opportunità ai cittadini nell’avere un’alternativa. Una richiesta che mi è giunta – spiega - da parte di diversi cittadini e sostenitori che non si riconoscevano nelle altre candidature?. Rollini guiderà una lista civica, “Sosteniamo Invorio”: ?Sarà formata da Gioacchino Oioli, che andrà in caso di vittoria a ricoprire la carica di vice sindaco?, mentre tutti gli altri ?sono new entry nel percorso amministrativo, ma che provengono da gruppi di volontariato e dell’associazionismo invoriese con competenze che ci permettono di amministrare bene. Avevamo tentato degli “apparentamenti”ma non ci sono state le possibilità a un ragionamento di questo tipo, per questo abbiamo deciso di creare una nostra lista. Al programma stiamo lavorando da un paio di mesi? dice Rollini. Tra le priorità: ?Una gestione attenta e quotidiana, come ad esempio la manutenzione dell’ordinario, stabili comunali, verde pubblico, pulizia del territorio oltre all’incentivazione della partecipazione cittadina in progetti e scelte importanti per il paese?.

E’già pronto da tempo Roberto Del Conte, 44 anni, vicesindaco uscente e assessore alle Politiche sociali e Bilancio e in Borsa Italiana dal 1999 occupandosi di calcolo e gestione degli indici di Borsa, nel tempo responsabile prodotti per il mercato dei derivati e, in seguito, della gestione dei mercati azionari e derivati. E’il candidato sindaco simbolo della continuità correrà con il gruppo “Uniti per Invorio e frazioni”. Già formata la squadra e stilato anche il programma. ?Per me si potrebbe andare a votare anche domani? dice Del Conte. ?Si tratta di una squadra eterogenea, che include professionalità  diverse e singolari esperienze di vita, con una significativa “quota rosa”. Un gruppo giovane, con età media di 40 anni, ben radicalizzato e presente sul territorio con partecipazione attiva nelle diverse associazioni e realtà del Comune. Gli assessorati e le deleghe di ciascuno sono già tutte in testa. Il 30 aprile verrà formalizzato e ufficializzato il gruppo. Nella lista però posso anticipare ci sono due dell’attuale maggioranza: Flavio Pelizzoni e Pasqualino Lo Mascolo oltre a persone nuove?. Nel programma tra i temi dominanti: ?il welfare?.

Era già uscita allo scoperto anche l’unica donna in corsa, Dina Bonelli, 56 anni: ?Metto al servizio la mia esperienza nei vari ambiti, da quello pubblico a quello privato, sociale e amministrativo per fare il possibile per rendere Invorio un paese“vivace”?. E’ il candidato sindaco della lista “Invorio Viva” ?una lista civica eterogenea, composta da persone di età, sesso, idee, esperienze e competenze differenti, unite da un obiettivo comune: far tornare Invorio al dinamismo di un tempo e ridare linfa vitale ad un paese che sta piano piano morendo. Nella squadra persone con esperienza amministrative, sia in maggioranza che in minoranza, oltre a nuove figure, motivate e preparate?. Il programma elettorale ?ruoterà a rimettere la persona al centro dell’azione amministrativa: serio e realizzabile, prevedendo investimenti in opere pubbliche, sicurezza, turismo, commercio e social?. La Bonelli, moglie dell’ex sindaco e ex presidente del Ciss Silvio Empiri, è responsabile della Fondazione Medana Casa di Risposo. Proprio per via del suo ruolo c’è chi ha adombrato la probabile incompatibilità alla carica di sindaco e quindi alla sua ineleggibilità. ?Abbiamo sviscerato il problema, siamo tranquilli?.

Maria Nausica Bucci