Bonificato l’alveo della Fontana di Olengo

Bonificato l’alveo della Fontana di Olengo
Altro 27 Maggio 2015 ore 21:33

NOVARA – Sono proseguiti e sono stati ultimati venerdì 22 maggio i lavori di pulizia e bonifica dell’alveo della Fontana di Olengo, lungo la strada provinciale per Terdobbiate. Iniziato una quindicina di giorni fa, l’intervento, coordinato e supportato operativamente e logisticamente da Assa, si è svolto nell’ambito delle “Giornate di recupero ambientale mediante l’impiego dei detenuti del carcere di Via Sforzesca”, sulla base del protocollo siglato tra Assa, Comune di Novara, Magistratura di Sorveglianza, Casa Circondariale e Uepe, Ufficio esecuzioni penali esterne.
Anche il 22 maggio come il 6 maggio, hanno lavorato i detenuti in permesso premio su base volontaria, e i detenuti impiegati da Assa nell’ambito dei cantieri di lavoro del Comune, attivi ai sensi della legge regionale 34.
Sono proseguiti anche gli interventi di bonifica amianto che giaceva abbandonato nell’alveo, sempre condotti dalla ditta esterna incaricata da Assa e naturalmente senza alcuna interferenza con i detenuti e con gli agenti della Polizia Penitenziaria in servizio sul luogo.
Presente anche la pattuglia della Polizia Locale che, contestualmente ai lavori di recupero ambientale, ha svolto azione di monitoraggio della zona con anche un posto di blocco lungo la strada provinciale Olengo – Terdobbiate per il controllo mirato in particolare a verificare la correttezza nella eventuale fase di trasporto rifiuti da parte dei mezzi in transito.

v.s.

NOVARA – Sono proseguiti e sono stati ultimati venerdì 22 maggio i lavori di pulizia e bonifica dell’alveo della Fontana di Olengo, lungo la strada provinciale per Terdobbiate. Iniziato una quindicina di giorni fa, l’intervento, coordinato e supportato operativamente e logisticamente da Assa, si è svolto nell’ambito delle “Giornate di recupero ambientale mediante l’impiego dei detenuti del carcere di Via Sforzesca”, sulla base del protocollo siglato tra Assa, Comune di Novara, Magistratura di Sorveglianza, Casa Circondariale e Uepe, Ufficio esecuzioni penali esterne.
Anche il 22 maggio come il 6 maggio, hanno lavorato i detenuti in permesso premio su base volontaria, e i detenuti impiegati da Assa nell’ambito dei cantieri di lavoro del Comune, attivi ai sensi della legge regionale 34.
Sono proseguiti anche gli interventi di bonifica amianto che giaceva abbandonato nell’alveo, sempre condotti dalla ditta esterna incaricata da Assa e naturalmente senza alcuna interferenza con i detenuti e con gli agenti della Polizia Penitenziaria in servizio sul luogo.
Presente anche la pattuglia della Polizia Locale che, contestualmente ai lavori di recupero ambientale, ha svolto azione di monitoraggio della zona con anche un posto di blocco lungo la strada provinciale Olengo – Terdobbiate per il controllo mirato in particolare a verificare la correttezza nella eventuale fase di trasporto rifiuti da parte dei mezzi in transito.

v.s.