Altro

Caso di meningite alla Giornata mondiale della Gioventù, ecco dove informarsi a Novara

Caso di meningite alla Giornata mondiale della Gioventù, ecco dove informarsi a Novara
Altro Novara, 03 Agosto 2016 ore 15:47

Niente allarmismi ma un numero telefonico, dove ricevere informazioni sulla meningite. Lo mette a disposizione l’Asl Novara, a seguito del caso della ragazzi di Roma stroncata dalla malattia mentre tornava dalla Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia. Tantissimi, infatti, sono i giovani novaresi che hanno partecipato all’evento in Polonia.“Per evitare il diffondersi di informazioni che possano generare falsi allarmismi nei ragazzi che hanno partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù e nelle loro famiglie, occorre precisare che il contagio della meningite avviene per via aerea tra persone che vivono a stretto contatto nello stesso ambiente per un periodo temporale di almeno 8 ore – si legge in una nota stampa dell’Azienda Sanitaria Locale - si intende locali chiusi, ad esempio nella stessa casa, oppure nello stesso compartimento di un treno, nella stessa tenda…” In ogni caso chi avesse partecipato all’evento internazionale, avesse frequentato Casa Italia, e per informazioni può rivolgersi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL NO – tel. 0321 374304 [dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00] oppure al proprio Medico curante.Nel caso si avvertano sintomi come dolori alle gambe, mani e piedi freddi, un colorito anormale, sintomi parainfluenzali, come diarrea, vomito, raffreddore, naso che cola o febbre, torcicollo, convulsioni, rigidità del corpo e del collo è consigliabile rivolgersi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara o agli altri Pronto Soccorso della rete ospedaliera.l.pa.

Niente allarmismi ma un numero telefonico, dove ricevere informazioni sulla meningite. Lo mette a disposizione l’Asl Novara, a seguito del caso della ragazzi di Roma stroncata dalla malattia mentre tornava dalla Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia. Tantissimi, infatti, sono i giovani novaresi che hanno partecipato all’evento in Polonia.“Per evitare il diffondersi di informazioni che possano generare falsi allarmismi nei ragazzi che hanno partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù e nelle loro famiglie, occorre precisare che il contagio della meningite avviene per via aerea tra persone che vivono a stretto contatto nello stesso ambiente per un periodo temporale di almeno 8 ore – si legge in una nota stampa dell’Azienda Sanitaria Locale - si intende locali chiusi, ad esempio nella stessa casa, oppure nello stesso compartimento di un treno, nella stessa tenda…” In ogni caso chi avesse partecipato all’evento internazionale, avesse frequentato Casa Italia, e per informazioni può rivolgersi al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL NO – tel. 0321 374304 [dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00] oppure al proprio Medico curante.Nel caso si avvertano sintomi come dolori alle gambe, mani e piedi freddi, un colorito anormale, sintomi parainfluenzali, come diarrea, vomito, raffreddore, naso che cola o febbre, torcicollo, convulsioni, rigidità del corpo e del collo è consigliabile rivolgersi al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore della Carità di Novara o agli altri Pronto Soccorso della rete ospedaliera.l.pa.

Seguici sui nostri canali