Altro

Colletta Alimentare, Novara risponde presente (FOTOGALLERY)

Colletta Alimentare, Novara risponde presente (FOTOGALLERY)
Altro 29 Novembre 2015 ore 08:22

NOVARA - In tanti anche nei supermercati novaresi hanno risposto all’invito dei volontari del Banco Alimentare a donare generi alimentari per i più bisognosi, ieri, in occasione della 19° edizione alla Colletta alimentare. Nel Novarese sono stati impegnati più di 1.600 volontari in 92 supermercati. I generi alimentari raccolti, inscatolati per tipologia e immagazzinati nella sede novarese del Banco e presso l’azienda Ponti a Ghemme, saranno distribuiti nei prossimi mesi a 58 strutture caritative della provincia, che servono mensilmente più di 12.000 indigenti.

A Novara al punto vendita U2 di viale Umbria c’erano i ragazzi di Comunione Liberazione dell’Università coordinati dal volontario del Banco Alimentare Paolo Ballaré: alle 11 erano già stati riempiti 13 scatoloni. Al Carrefour di viale Giulio Cesare c’erano invece gli studenti dell’istituto Ravizza coordinati dai volontari Andrea Avveduto e Ivan Carli della parrocchia della Madonna Pellegrina (qui alle 10.20 gli scatoloni erano già una ventina). Al Tigros di via Monte San Gabriele invece hanno operato i volontari della parrocchia di San Francesco mentre all’Ipercoop all’interno del centro commerciale San Martino c’era un esercito di giovani e giovanissimi del liceo scientifico Antonelli, del Carlo Alberto, del liceo delle scienze umane Bellini, delle elementari Maria Ausiliatrice e delle medie San Lorenzo che con la loro energia e determinazione hanno coinvolto moltissimi clienti del supermercato nell’iniziativa. a coordinarli oltre ad insegnanti e genitori Paolo Burlone, volontario del Banco Alimentare fin dalla prima edizione della manifestazione benefica. 

Valentina Sarmenghi 

NOVARA - In tanti anche nei supermercati novaresi hanno risposto all’invito dei volontari del Banco Alimentare a donare generi alimentari per i più bisognosi, ieri, in occasione della 19° edizione alla Colletta alimentare. Nel Novarese sono stati impegnati più di 1.600 volontari in 92 supermercati. I generi alimentari raccolti, inscatolati per tipologia e immagazzinati nella sede novarese del Banco e presso l’azienda Ponti a Ghemme, saranno distribuiti nei prossimi mesi a 58 strutture caritative della provincia, che servono mensilmente più di 12.000 indigenti.

A Novara al punto vendita U2 di viale Umbria c’erano i ragazzi di Comunione Liberazione dell’Università coordinati dal volontario del Banco Alimentare Paolo Ballaré: alle 11 erano già stati riempiti 13 scatoloni. Al Carrefour di viale Giulio Cesare c’erano invece gli studenti dell’istituto Ravizza coordinati dai volontari Andrea Avveduto e Ivan Carli della parrocchia della Madonna Pellegrina (qui alle 10.20 gli scatoloni erano già una ventina). Al Tigros di via Monte San Gabriele invece hanno operato i volontari della parrocchia di San Francesco mentre all’Ipercoop all’interno del centro commerciale San Martino c’era un esercito di giovani e giovanissimi del liceo scientifico Antonelli, del Carlo Alberto, del liceo delle scienze umane Bellini, delle elementari Maria Ausiliatrice e delle medie San Lorenzo che con la loro energia e determinazione hanno coinvolto moltissimi clienti del supermercato nell’iniziativa. a coordinarli oltre ad insegnanti e genitori Paolo Burlone, volontario del Banco Alimentare fin dalla prima edizione della manifestazione benefica. 

Valentina Sarmenghi