Con "Liberi di scegliere" il chicco Lino approda ad Expo

Con "Liberi di scegliere" il chicco Lino approda ad Expo
Altro 18 Marzo 2015 ore 08:43

Lanciare, dalla sfavillante vetrina di Expo 2015, un messaggio di solidarietà. Senza dimenticare, visto che il tema della Esposizione internazionale sarà il cibo, un richiamo forte a quello che è il simbolo distintivo della gastronomia novarese e vercellese: il riso. E' quello che l'associazione "Liberi di scegliere onlus" si prefiggeva quando, circa 18 mesi fa, ha iniziato un percorso finalizzato proprio a Expo. Un progetto che, via via, si è concretizzato e arricchito di contenuti.

Ma facciamo un passo indietro: "Liberi di scegliere" (Associazione di famiglie con figli diversamente abili) è una onlus vercellese che si pone l'obiettivo di sensibilizzare sui problemi della disabilità e supportare le famiglie con figli diversamente abili.

E, grazie ad un'idea che ha saputo aggregare la creatività e l'impegno di molti, è nato il progetto "Fiabe - Verità. Un'idea, un racconto, un cartoon e... tanti colori", che può fregiarsi dell'ambito logo "Expo 2015 Progetto scuola". Mauro Ginestrone e la disegnatrice Claudia Ferraris (su un'idea di Giuseppe Ferraris e Liberi di scegliere onlus) hanno dato vita a Lino, il piccolo chicco di riso protagonista di un libro che è stato tradotto anche in inglese, russo e spagnolo ed è diventato  un cartone animato, doppiato sempre nelle tre lingue da sei interpreti madre lingua. L'iniziativa non ha ovviamente finalità commerciali: per avere la pubblicazione sarà sufficiente un'offerta all'associazione, che la utilizzerà - fatta salva la copertura delle spese vive - per sostenere il progetto "Adotta una terapia", finalizzato ai ragazzi disabili le cui famiglie  vivono in condizioni di difficoltà.

"Liberi di scegliere onlus", sostenuta dal Lions Club International, il prossimo 3 giugno sarà ospite di Expo per la presentazione del proprio progetto: per l'intera giornata, tutti i bambini del mondo potranno vedere il cartoon e ascoltarlo nelle quattro lingue. Ed è solo il primo di una serie di appuntamenti che coinvolgeranno, oltre all'esposizione milanese, anche 14 comuni novaresi e vercellesi con eventi sul tema dell'alimentazione.

L'associazione può inoltre avvalersi della collaborazione, nata recentemente, col Sermig Arsenale della pace di Ernesto Olivero di Torino, con il quale ha coniato lo slogan che accompagnerà il lungo viaggio del chicco Lino anche negli ospedali infantili italiani e del mondo, specie dei Paesi più poveri: "Trasformiamo una lacrima in un sorriso".

Laura Cavalli

Lanciare, dalla sfavillante vetrina di Expo 2015, un messaggio di solidarietà. Senza dimenticare, visto che il tema della Esposizione internazionale sarà il cibo, un richiamo forte a quello che è il simbolo distintivo della gastronomia novarese e vercellese: il riso. E' quello che l'associazione "Liberi di scegliere onlus" si prefiggeva quando, circa 18 mesi fa, ha iniziato un percorso finalizzato proprio a Expo. Un progetto che, via via, si è concretizzato e arricchito di contenuti.

Ma facciamo un passo indietro: "Liberi di scegliere" (Associazione di famiglie con figli diversamente abili) è una onlus vercellese che si pone l'obiettivo di sensibilizzare sui problemi della disabilità e supportare le famiglie con figli diversamente abili.

E, grazie ad un'idea che ha saputo aggregare la creatività e l'impegno di molti, è nato il progetto "Fiabe - Verità. Un'idea, un racconto, un cartoon e... tanti colori", che può fregiarsi dell'ambito logo "Expo 2015 Progetto scuola". Mauro Ginestrone e la disegnatrice Claudia Ferraris (su un'idea di Giuseppe Ferraris e Liberi di scegliere onlus) hanno dato vita a Lino, il piccolo chicco di riso protagonista di un libro che è stato tradotto anche in inglese, russo e spagnolo ed è diventato  un cartone animato, doppiato sempre nelle tre lingue da sei interpreti madre lingua. L'iniziativa non ha ovviamente finalità commerciali: per avere la pubblicazione sarà sufficiente un'offerta all'associazione, che la utilizzerà - fatta salva la copertura delle spese vive - per sostenere il progetto "Adotta una terapia", finalizzato ai ragazzi disabili le cui famiglie  vivono in condizioni di difficoltà.

"Liberi di scegliere onlus", sostenuta dal Lions Club International, il prossimo 3 giugno sarà ospite di Expo per la presentazione del proprio progetto: per l'intera giornata, tutti i bambini del mondo potranno vedere il cartoon e ascoltarlo nelle quattro lingue. Ed è solo il primo di una serie di appuntamenti che coinvolgeranno, oltre all'esposizione milanese, anche 14 comuni novaresi e vercellesi con eventi sul tema dell'alimentazione.

L'associazione può inoltre avvalersi della collaborazione, nata recentemente, col Sermig Arsenale della pace di Ernesto Olivero di Torino, con il quale ha coniato lo slogan che accompagnerà il lungo viaggio del chicco Lino anche negli ospedali infantili italiani e del mondo, specie dei Paesi più poveri: "Trasformiamo una lacrima in un sorriso".

Laura Cavalli