Altro

Contro il razzismo: Comune di Novara e Sun ricordano il "rifiuto di Rosa Parks"

Contro il razzismo: Comune di Novara e Sun ricordano il "rifiuto di Rosa Parks"
Altro 01 Dicembre 2015 ore 14:56

NOVARA - Anche la città di Novara aderisce al programma di iniziative a ricordo del 60° anniversario del “Rifiuto di Rosa Parks”, programma promosso da Anci Cultura in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, il Miur e l’Unar, per la giornata del 1 dicembre, anniversario dell’avvenimento.
Il primo dicembre del 1955, a Montgomery in Alabama, si verificò un episodio simbolo della lotta contro il razzismo e la discriminazione: la donna di colore Rosa Parks si rifiutò di alzarsi dal posto in autobus riservato ai ‘bianchi’, e per questo venne denunciata e arrestata. Questo gesto – piccolo ma così significativo – costituì uno dei momenti fondativi del grande movimento per i diritti civili, guidato da Martin Luther King, il cui valore andò ben oltre i confini degli Stati Uniti.
«Ho voluto proporre alla Giunta l’adesione a questa importante iniziativa – spiega il sindaco Andrea Ballarè – per ricordare quanto avvenne 60 anni fa e per contrastare anche oggi ogni forma di discriminazione ed intolleranza. In particolare, in collaborazione con la Sun, che ringrazio per la disponibilità e la sensibilità dimostrate, la nostra adesione si concretizzerà con l’apposizione su due bus della grafica che ricorda la vicenda di Rosa Parks». 
«Piccoli gesti – commenta l’amministratore unico dell’azienda pubblica del trasporto locale, Luigi Martinoli – hanno talvolta la forza di cambiare la società, o perlomeno di farla riflettere. Con questo spirito Sun, insieme all’amministrazione comunale, ha voluto aderire alla proposta di Anci ».
La grafica che ricorda la storia di Rosa Parks è stata posizionata su due autobus, uno dei quali è il nuovo Solaris appena entrato in esercizio.

v.s.

NOVARA - Anche la città di Novara aderisce al programma di iniziative a ricordo del 60° anniversario del “Rifiuto di Rosa Parks”, programma promosso da Anci Cultura in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, il Miur e l’Unar, per la giornata del 1 dicembre, anniversario dell’avvenimento.
Il primo dicembre del 1955, a Montgomery in Alabama, si verificò un episodio simbolo della lotta contro il razzismo e la discriminazione: la donna di colore Rosa Parks si rifiutò di alzarsi dal posto in autobus riservato ai ‘bianchi’, e per questo venne denunciata e arrestata. Questo gesto – piccolo ma così significativo – costituì uno dei momenti fondativi del grande movimento per i diritti civili, guidato da Martin Luther King, il cui valore andò ben oltre i confini degli Stati Uniti.
«Ho voluto proporre alla Giunta l’adesione a questa importante iniziativa – spiega il sindaco Andrea Ballarè – per ricordare quanto avvenne 60 anni fa e per contrastare anche oggi ogni forma di discriminazione ed intolleranza. In particolare, in collaborazione con la Sun, che ringrazio per la disponibilità e la sensibilità dimostrate, la nostra adesione si concretizzerà con l’apposizione su due bus della grafica che ricorda la vicenda di Rosa Parks». 
«Piccoli gesti – commenta l’amministratore unico dell’azienda pubblica del trasporto locale, Luigi Martinoli – hanno talvolta la forza di cambiare la società, o perlomeno di farla riflettere. Con questo spirito Sun, insieme all’amministrazione comunale, ha voluto aderire alla proposta di Anci ».
La grafica che ricorda la storia di Rosa Parks è stata posizionata su due autobus, uno dei quali è il nuovo Solaris appena entrato in esercizio.

v.s.