Altro

Cupola tinta di viola per la Giornata mondiale del prematuro

Cupola tinta di viola per la Giornata mondiale del prematuro
Altro 17 Novembre 2015 ore 07:29

NOVARA - Oggi, martedì 17 novembre, è la Giornata mondiale della Prematurità. La ricorrenza verrà celebrata anche a Novara grazie all'iniziativa dell’associazione Neo-N Neonati a rischio Novara con il patrocinio del Comune di Novara.
Dal 17 al 22 novembre la Cupola di San Gaudenzio si illuminerà di viola, colore distintivo della Giornata che vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica le problematiche legate alle nascite pretermine e che toccano i bambini nati prematuri e le loro famiglie.
Neo-N Neonati a rischio Novara è la onlus afferente al reparto di Neonatologia, e Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara che è centro di riferimento di eccellenza per  il quadrante Novara, Vco, Vercelli, Biella.
Per sabato 21 novembre è in programma al Civico Istituto Musicale Brera, dalle 17,30 alle 19.30 un momento di incontro pubblico per evidenziare alla cittadinanza le peculiarità di questa Giornata. Al saluto delle autorità, seguiranno gli interventi, per l'ospedale Maggiore, del direttore generale Mario Minola, del direttore sanitario Gianenrico Guida, del professor Gianni Bona, direttore del Dipartimento Mamma e Bambino, della dottoressa Federica Ferrero, direttore del reparto di Neonatologia, patologia e terapia intensiva neonatale, della presidente di Neo-N, Kosmè De Maria. L'incontro sarà anche l'occasione per festeggiare i primi 5 anni di attività di Neo-N che, grazie alla generosità di molti novaresi e grazie al sostegno di Fondazione BpN per il territorio, Fondazione Comunità del Novarese, Igor, Comoli Ferrari, e altri, ha donato diversi strumenti utili al reparto compresa la Ret-Cam, apparecchiatura all'avanguardia e di ultima generazione che consente la diagnosi precoce della retinopatia sui neonati prematuri evitando loro il trasporto a Torino. Della nuova apparecchiatura, operativa da qualche mese al Maggiore, parlerà il direttore di Oculistica, dottor Stefano De Cillà.
Ci sarà un piacevole momento musicale a cura dell'Ensemble di chitarre degli allievi dell’Istituto Brera e la visione di un filmato sui cinque anni di attività dell’associazione. Verrà anche presentato il libro “Culla di note” direttamente dall’autrice, la musicoterapista Emilia Cerri.
Al termine per tutti gli intervenuti ci sarà un aperitivo offerto dalle mamme di Neo-N.

v.s.

NOVARA - Oggi, martedì 17 novembre, è la Giornata mondiale della Prematurità. La ricorrenza verrà celebrata anche a Novara grazie all'iniziativa dell’associazione Neo-N Neonati a rischio Novara con il patrocinio del Comune di Novara.
Dal 17 al 22 novembre la Cupola di San Gaudenzio si illuminerà di viola, colore distintivo della Giornata che vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica le problematiche legate alle nascite pretermine e che toccano i bambini nati prematuri e le loro famiglie.
Neo-N Neonati a rischio Novara è la onlus afferente al reparto di Neonatologia, e Terapia Intensiva Neonatale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore della Carità di Novara che è centro di riferimento di eccellenza per  il quadrante Novara, Vco, Vercelli, Biella.
Per sabato 21 novembre è in programma al Civico Istituto Musicale Brera, dalle 17,30 alle 19.30 un momento di incontro pubblico per evidenziare alla cittadinanza le peculiarità di questa Giornata. Al saluto delle autorità, seguiranno gli interventi, per l'ospedale Maggiore, del direttore generale Mario Minola, del direttore sanitario Gianenrico Guida, del professor Gianni Bona, direttore del Dipartimento Mamma e Bambino, della dottoressa Federica Ferrero, direttore del reparto di Neonatologia, patologia e terapia intensiva neonatale, della presidente di Neo-N, Kosmè De Maria. L'incontro sarà anche l'occasione per festeggiare i primi 5 anni di attività di Neo-N che, grazie alla generosità di molti novaresi e grazie al sostegno di Fondazione BpN per il territorio, Fondazione Comunità del Novarese, Igor, Comoli Ferrari, e altri, ha donato diversi strumenti utili al reparto compresa la Ret-Cam, apparecchiatura all'avanguardia e di ultima generazione che consente la diagnosi precoce della retinopatia sui neonati prematuri evitando loro il trasporto a Torino. Della nuova apparecchiatura, operativa da qualche mese al Maggiore, parlerà il direttore di Oculistica, dottor Stefano De Cillà.
Ci sarà un piacevole momento musicale a cura dell'Ensemble di chitarre degli allievi dell’Istituto Brera e la visione di un filmato sui cinque anni di attività dell’associazione. Verrà anche presentato il libro “Culla di note” direttamente dall’autrice, la musicoterapista Emilia Cerri.
Al termine per tutti gli intervenuti ci sarà un aperitivo offerto dalle mamme di Neo-N.

v.s.