Altro

Da Genova ad Agrate Conturbia, la storia del cinghiale Martino

Da Genova ad Agrate Conturbia, la storia del cinghiale Martino
Altro 09 Aprile 2016 ore 00:58

AGRATE CONTURBIA - Il cinghiale che era stato avvistato all'ospedale San Martino di Genova, ora è salvo dopo il trasferimento nell'Alto Novarese. L'animale, ribattezzato Martino, sembrava destinato all'abbattimento dopo essersi spinto dalla boscaglia in centro città. Ma ora è stato preso in carico dai responsabili del Rifugio Miletta di Agrate Conturbia, dove soggiornerà in attesa di poter ritornare alla vita selvatica. 
Sono stati alcuni ambientalisti genovesi a contattare il rifugio borgomanerese. "Rispondendo alla richiesta di aiuto di queste persone, siamo partiti alla volta di Genova con l'intenzione di portare in salvo, presso il nostro rifugio, Martino - raccontano i responsabili del centro sulla pagina Facebook -Ringraziamo tutte le persone che si sono prodigate per salvare la sua vita, in particolare vogliamo ringraziare Marco Napoli per il preziosissimo aiuto dato nel dimostrare a tutti l'assoluta docilità e non pericolosità di Martino". Grazie alla mobilitazione animalista, è arrivata l'autorizzazione a portare in salvo il cinghia

AGRATE CONTURBIA - Il cinghiale che era stato avvistato all'ospedale San Martino di Genova, ora è salvo dopo il trasferimento nell'Alto Novarese. L'animale, ribattezzato Martino, sembrava destinato all'abbattimento dopo essersi spinto dalla boscaglia in centro città. Ma ora è stato preso in carico dai responsabili del Rifugio Miletta di Agrate Conturbia, dove soggiornerà in attesa di poter ritornare alla vita selvatica. 
Sono stati alcuni ambientalisti genovesi a contattare il rifugio borgomanerese. "Rispondendo alla richiesta di aiuto di queste persone, siamo partiti alla volta di Genova con l'intenzione di portare in salvo, presso il nostro rifugio, Martino - raccontano i responsabili del centro sulla pagina Facebook -Ringraziamo tutte le persone che si sono prodigate per salvare la sua vita, in particolare vogliamo ringraziare Marco Napoli per il preziosissimo aiuto dato nel dimostrare a tutti l'assoluta docilità e non pericolosità di Martino". Grazie alla mobilitazione animalista, è arrivata l'autorizzazione a portare in salvo il cinghiale che ora soggiornerà per qualche tempo ad Agrate Conturbia, in attesa di essere lasciato nuovamente alla vita selvatica.

l.pa.