Altro

Da un' idea dei cittadini nascono nuovi itinerari turistici in Centro e San Martino

Da un' idea dei cittadini nascono nuovi itinerari turistici in Centro e San Martino
Altro 11 Dicembre 2015 ore 09:58

Si chiamerà "InNova - Itinerari per lo sviluppo turistico urbano" il nuovo micro-progetto promosso dall’associazione Territorio e Cultura Onlus nella città di Novara. Protagonisti stavolta saranno i quartieri Centro e San Martino, interessati nella scorsa primavera da due incontri avvenuti secondo i metodi della Democrazia Deliberativa, nell’ambito del progetto SpeDD coordinato dalla stessa Territorio e Cultura in partenariato con Comune di Novara, Caritas Diocesana di Novara, Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa dell’Università del Piemonte Orientale, Centro di Solidarietà San Francesco alla Rizzottaglia Onlus, e  con il sostegno dalle Fondazioni Cariplo e De Agostini. 

Sono stati gli stessi residenti di Centro e di San Martino, nella prima agorà di quartiere di fine febbraio, a richiedere di “riscoprire” i loro quartieri. Nell’assemblea restitutiva di giugno un gruppo più ristretto di cittadini, insieme allo staff di SpeDD, ha deciso di continuare su quella strada, lanciando l’idea di itinerari turistici non convenzionali. Sono seguiti sei mesi di lavoro che hanno permesso di tratteggiare nel dettaglio il micro-progetto, "InNova - Itinerari per lo sviluppo turistico urbano", che si concentrerà su luoghi ricchi di storia ma fuori dai circuiti più consueti della promozione turistica.

I particolari del micro-progetto saranno svelati sabato 12 dicembre alle 10 presso l’Asilo San Lorenzo di via Solferino 1. Dopo la registrazione dei partecipanti e il saluto delle autorità, gli operatori che stanno lavorando nei quartieri Centro e San Martino, discuteranno i dettagli del loro lavoro e gli sviluppi nel breve/medio termine. Alle 12 Pierluigi Benato, presidente dell’ordine degli Architetti di Novara, guiderà i partecipanti in una visita all’interno e all’esterno dell’Asilo San Lorenzo, un edificio dalla grande storia ben poco conosciuta dai novaresi.

“E’ una grande occasione per essere insieme e aprire nuove strade di bellezza a Novara” sottolinea Alberto Cantoni, presidente della Onlus Territorio e Cultura, invitando i novaresi alla presentazione. Al sua attivo, l’associazione ha quasi due anni di lavoro con il progetto SpeDD (Sperimentazione di Percorsi di Democrazia Deliberativa) che ha gemmato, oltre al percorso di Centro e San Martino, altri due percorsi di quartiere. Con il micro-progetto “RiESCo” in Rizzottaglia, Villaggio Dalmazia e Bicocca, è stato recuperato l’ex ambulatorio di piazzale Donatello che presto metterà a disposizione servizi realizzati dai cittadini per i cittadini. Nelle aree di San Rocco e Pernate, invece, è appena cominciata la fase progettuale con l’obiettivo di realizzare un parco in un’area abbandonata, cuscinetto tra i due quartieri a nord-est di Novara.

l.pa.

Si chiamerà "InNova - Itinerari per lo sviluppo turistico urbano" il nuovo micro-progetto promosso dall’associazione Territorio e Cultura Onlus nella città di Novara. Protagonisti stavolta saranno i quartieri Centro e San Martino, interessati nella scorsa primavera da due incontri avvenuti secondo i metodi della Democrazia Deliberativa, nell’ambito del progetto SpeDD coordinato dalla stessa Territorio e Cultura in partenariato con Comune di Novara, Caritas Diocesana di Novara, Dipartimento di Studi per l’Economia e l’Impresa dell’Università del Piemonte Orientale, Centro di Solidarietà San Francesco alla Rizzottaglia Onlus, e  con il sostegno dalle Fondazioni Cariplo e De Agostini. 

Sono stati gli stessi residenti di Centro e di San Martino, nella prima agorà di quartiere di fine febbraio, a richiedere di “riscoprire” i loro quartieri. Nell’assemblea restitutiva di giugno un gruppo più ristretto di cittadini, insieme allo staff di SpeDD, ha deciso di continuare su quella strada, lanciando l’idea di itinerari turistici non convenzionali. Sono seguiti sei mesi di lavoro che hanno permesso di tratteggiare nel dettaglio il micro-progetto, "InNova - Itinerari per lo sviluppo turistico urbano", che si concentrerà su luoghi ricchi di storia ma fuori dai circuiti più consueti della promozione turistica.

I particolari del micro-progetto saranno svelati sabato 12 dicembre alle 10 presso l’Asilo San Lorenzo di via Solferino 1. Dopo la registrazione dei partecipanti e il saluto delle autorità, gli operatori che stanno lavorando nei quartieri Centro e San Martino, discuteranno i dettagli del loro lavoro e gli sviluppi nel breve/medio termine. Alle 12 Pierluigi Benato, ex presidente dell’ordine degli Architetti di Novara, guiderà i partecipanti in una visita all’interno e all’esterno dell’Asilo San Lorenzo, un edificio dalla grande storia ben poco conosciuta dai novaresi.

“E’ una grande occasione per essere insieme e aprire nuove strade di bellezza a Novara” sottolinea Alberto Cantoni, presidente della Onlus Territorio e Cultura, invitando i novaresi alla presentazione. Al sua attivo, l’associazione ha quasi due anni di lavoro con il progetto SpeDD (Sperimentazione di Percorsi di Democrazia Deliberativa) che ha gemmato, oltre al percorso di Centro e San Martino, altri due percorsi di quartiere. Con il micro-progetto “RiESCo” in Rizzottaglia, Villaggio Dalmazia e Bicocca, è stato recuperato l’ex ambulatorio di piazzale Donatello che presto metterà a disposizione servizi realizzati dai cittadini per i cittadini. Nelle aree di San Rocco e Pernate, invece, è appena cominciata la fase progettuale con l’obiettivo di realizzare un parco in un’area abbandonata, cuscinetto tra i due quartieri a nord-est di Novara.

l.pa.