Dai carrozzieri Cna sul tema Rc Auto: “Una petizione al ministro Guidi”

Dai carrozzieri Cna sul tema Rc Auto: “Una petizione al ministro Guidi”
Altro 24 Febbraio 2015 ore 02:20

NOVARA - “Per l’ennesima volta, a un anno di distanza dall’ultimo tentativo, le Compagnie assicurative stanno cercando di ottenere per legge il monopolio sul mercato delle autoriparazioni, con un provvedimento lesivo della libera concorrenza tra imprese”.

E’ la dura posizione della Cna Piemonte Nord su uno dei contenuti della Legge sulla Concorrenza presentata dal Governo nei giorni scorsi. “Si vuol far decidere alle assicurazioni non solo dove portare a riparare le vetture (nelle officine fiduciarie), ma anche il costo di riparazione della macchina” afferma Marco Zanforlin, portavoce della categoria per la Cna Piemonte Nord.

“In questo modo – prosegue – le assicurazioni decideranno anche i tempi e le modalità di lavorazione, la fornitura di eventuali ricambi e il costo della riparazione, nella logica del ribasso e a scapito della qualità del lavoro e della sicurezza della vettura”. “In questi giorni – aggiunge Alessandro Valli, responsabile Ufficio Categorie Cna Piemonte Nord - abbiamo avviato una petizione che coinvolge le carrozzerie, che potranno firmare recandosi in tutti i nostri uffici in provincia di Novara e del VCO. Le firme raccolte verranno inviate al Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi per chiedere il ritiro di un provvedimento che crea gravi danni ai consumatori con una evidente distorsione del mercato e mette a rischio la sopravvivenza di migliaia di officine che saranno obbligate a lavorare sottocosto”.

mo.c.


NOVARA - “Per l’ennesima volta, a un anno di distanza dall’ultimo tentativo, le Compagnie assicurative stanno cercando di ottenere per legge il monopolio sul mercato delle autoriparazioni, con un provvedimento lesivo della libera concorrenza tra imprese”.

E’ la dura posizione della Cna Piemonte Nord su uno dei contenuti della Legge sulla Concorrenza presentata dal Governo nei giorni scorsi. “Si vuol far decidere alle assicurazioni non solo dove portare a riparare le vetture (nelle officine fiduciarie), ma anche il costo di riparazione della macchina” afferma Marco Zanforlin, portavoce della categoria per la Cna Piemonte Nord.

“In questo modo – prosegue – le assicurazioni decideranno anche i tempi e le modalità di lavorazione, la fornitura di eventuali ricambi e il costo della riparazione, nella logica del ribasso e a scapito della qualità del lavoro e della sicurezza della vettura”. “In questi giorni – aggiunge Alessandro Valli, responsabile Ufficio Categorie Cna Piemonte Nord - abbiamo avviato una petizione che coinvolge le carrozzerie, che potranno firmare recandosi in tutti i nostri uffici in provincia di Novara e del VCO. Le firme raccolte verranno inviate al Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi per chiedere il ritiro di un provvedimento che crea gravi danni ai consumatori con una evidente distorsione del mercato e mette a rischio la sopravvivenza di migliaia di officine che saranno obbligate a lavorare sottocosto”.

mo.c.