Altro

Dal 2 luglio “Ci vediamo al mercato”

Dal 2 luglio “Ci vediamo al mercato”
Altro Novara, 25 Giugno 2015 ore 15:00

NOVARA – Finalmente ci siamo. Giovedì 2 luglio alle ore 11 riaprirà ufficialmente i battenti il “nuovo” Mercato coperto di viale Dante. Ad annunciarlo sono stati, ieri mattina nel corso di una conferenza stampa, il sindaco Andrea Ballaré e l’assessore al Commercio Sara Paladini. Un’operazione, come ha voluto sottolineare il primo cittadino, che sarà accompagnata da una serie di iniziative: «Abbiamo voluto andare oltre a una semplice ristrutturazione degli ambienti a vantaggio degli operatori e dei cittadini». L’intero evento è infatti accompagnato da uno slogan (“Ci vediamo al mercato”) e da un logo (realizzato gratuitamente dall’agenzia “Thomas”), che riproduce in maniera stilizzata una delle caratteristiche “campate”, con le vetrate che simboleggiano – ognuna da un diverso colore – le tre tipologie presenti: alimentari, ortofrutta e generi vari. «Si tratta di un’operazione anche commerciale – ha proseguito Ballaré – Stiamo lanciando un luogo di aggregazione, di ritrovo, oltre che di acquisto con parametri che sono propri di un mercato coperto. Cosa offre di particolare il mercato? Il contatto con le persone, il rapporto umano. Caratteristiche di forte rilievo sociale. Del resto il nostro obiettivo è sempre stato quello di trasformare la struttura in un vero e proprio luogo di aggregazione, dove ci si reca non soltanto per fare acquisti. E’ questo il grande passo in avanti che abbiamo chiesto agli operatori. Offrire ai consumatori un servizio diverso». Il passaggio successivo sarà quello di “vendere” il mercato come un’unica entità, non solo sulla città ma anche sul territorio, trasformandosi in una sorta di “brand” in grado di essere promosso in chiave moderna.
«E’ un punto di partenza – ha detto ancora Ballaré – Quello che chiederemo a tutti sarà di proseguire con azioni di marketing, contribuendo anche a riqualificare una zona che oggi è collegata al centro storico, intravedendo così la possibilità di un ampliamento dello stesso».
«E’ un servizio che ritorna – ha aggiunto Sara Paladini – I pochi giorni di chiusura (sabato sarà l’ultimo giorno degli operatori nell’attuale collocazione, ndr) si sono resi necessari per consentire il trasloco. Posso dire che tutti sono entusiasti, nonostante la fatica di queste ore per farsi trovare pronti». Un mercato che funzionerà per tutti, vale la pena ricordarlo ancora un volta, sei giorni la settimana, che in quale modo «vuole rappresentare anche un’idea di città, un contenitore che, a prezzi calmierati, offrirà prodotti di qualità del territorio». Tutti operativi, insomma, dal 2 luglio: «Nessun operatore (120 in tutto, ndr) ha perso il suo posto – ha insistito l’assessore – durante il periodo di questa operazione. C’è che ne approfittato per fare del “maquillage” al proprio banco e chi no, ma la clientela li ritroverà tutti». Il mercato funzionerà dal lunedì al sabato con l’attuale orario (dalle 7.30 alle 13.30) sino a settembre, poi sarà reso noto quello ampio e definitivo». Un’ultima informazione: è stata fissata al prossimo 20 luglio la scadenza per la presentazione delle offerte da parte di soggetti interessati alla gestione (con il diritto d’usofrutto trentennale) delle porzione dell’immobile corrispondente alla “prime tre campate”. Il bando completo è pubblico sul sito del Comune di Novara.

Luca Mattioli

NOVARA – Finalmente ci siamo. Giovedì 2 luglio alle ore 11 riaprirà ufficialmente i battenti il “nuovo” Mercato coperto di viale Dante. Ad annunciarlo sono stati, ieri mattina nel corso di una conferenza stampa, il sindaco Andrea Ballaré e l’assessore al Commercio Sara Paladini. Un’operazione, come ha voluto sottolineare il primo cittadino, che sarà accompagnata da una serie di iniziative: «Abbiamo voluto andare oltre a una semplice ristrutturazione degli ambienti a vantaggio degli operatori e dei cittadini». L’intero evento è infatti accompagnato da uno slogan (“Ci vediamo al mercato”) e da un logo (realizzato gratuitamente dall’agenzia “Thomas”), che riproduce in maniera stilizzata una delle caratteristiche “campate”, con le vetrate che simboleggiano – ognuna da un diverso colore – le tre tipologie presenti: alimentari, ortofrutta e generi vari. «Si tratta di un’operazione anche commerciale – ha proseguito Ballaré – Stiamo lanciando un luogo di aggregazione, di ritrovo, oltre che di acquisto con parametri che sono propri di un mercato coperto. Cosa offre di particolare il mercato? Il contatto con le persone, il rapporto umano. Caratteristiche di forte rilievo sociale. Del resto il nostro obiettivo è sempre stato quello di trasformare la struttura in un vero e proprio luogo di aggregazione, dove ci si reca non soltanto per fare acquisti. E’ questo il grande passo in avanti che abbiamo chiesto agli operatori. Offrire ai consumatori un servizio diverso». Il passaggio successivo sarà quello di “vendere” il mercato come un’unica entità, non solo sulla città ma anche sul territorio, trasformandosi in una sorta di “brand” in grado di essere promosso in chiave moderna.
«E’ un punto di partenza – ha detto ancora Ballaré – Quello che chiederemo a tutti sarà di proseguire con azioni di marketing, contribuendo anche a riqualificare una zona che oggi è collegata al centro storico, intravedendo così la possibilità di un ampliamento dello stesso».
«E’ un servizio che ritorna – ha aggiunto Sara Paladini – I pochi giorni di chiusura (sabato sarà l’ultimo giorno degli operatori nell’attuale collocazione, ndr) si sono resi necessari per consentire il trasloco. Posso dire che tutti sono entusiasti, nonostante la fatica di queste ore per farsi trovare pronti». Un mercato che funzionerà per tutti, vale la pena ricordarlo ancora un volta, sei giorni la settimana, che in quale modo «vuole rappresentare anche un’idea di città, un contenitore che, a prezzi calmierati, offrirà prodotti di qualità del territorio». Tutti operativi, insomma, dal 2 luglio: «Nessun operatore (120 in tutto, ndr) ha perso il suo posto – ha insistito l’assessore – durante il periodo di questa operazione. C’è che ne approfittato per fare del “maquillage” al proprio banco e chi no, ma la clientela li ritroverà tutti». Il mercato funzionerà dal lunedì al sabato con l’attuale orario (dalle 7.30 alle 13.30) sino a settembre, poi sarà reso noto quello ampio e definitivo». Un’ultima informazione: è stata fissata al prossimo 20 luglio la scadenza per la presentazione delle offerte da parte di soggetti interessati alla gestione (con il diritto d’usofrutto trentennale) delle porzione dell’immobile corrispondente alla “prime tre campate”. Il bando completo è pubblico sul sito del Comune di Novara.

Luca Mattioli