Altro

Dal Premio Piazzano di Novara l'appello per la risorsa acqua

Dal Premio Piazzano di Novara l'appello per la risorsa acqua
Altro 21 Novembre 2015 ore 16:11

NOVARA - Consegnato il Premio giornalistico Piero Piazzano per la divulgazione di temi scientifici ed ecologici. Il riconoscimento è andato a  Marco Motta, impegnato in programmi radio e tv dedicati alla scienza. Un premio alla memoria di Sebastiano Vassalli è andato invece a Paola Vassalli. 
La consegna del premio è avvenuto al termine di un convegno sul tema dell'acqua. Ad oggi nel mondo 2,3 miliardi di persone provano la penuria d' acqua, mentre quasi 800 milioni non hanno proprio accesso a risorse idriche. Le relazioni dell'ex ambasciatore Luigi Guidobono Cavalchin e l'etnologo Maurizio Leigheb non hanno solo fornito i dati delle risorse idriche nel mondo, ma anche disegnato le conseguenze geo-politiche. Tra il 1950 e il 2000, infatti, più di 1800 crisi e tensioni globali sono state infatti collegabili a contrasti per l'acqua. Marina Manca, direttore Ise/Cnr di Pallanza, Stefano Nerviani, presidente Europrogetti Srl e Mauro Ponzetto di Fonti Italiane San Pellegrino hanno parlato del sistema acque, eccellenze E criticità in Italia.
E Novara, nel suo piccolo? Il sindaco Andrea Ballarè, nei saluti introduttivi, ha raccomandato di consumare l' acqua del rubinetto ricordando inoltre "siamo uno dei pochi Comuni capoluogo in Italia ad avere il 100% di acque reflue depurata. E infatti siamo al 14° posto su 108 nell'apposita classifica di Legambiente sulla qualità dell'acqua". Inoltre, Acque Novara Vco sta lavorando per migliorare la qualità di depurazione in tutto il territorio, come testimoniato dal direttore Marco Lombardi che ha anche parlato di un altro progetto della società:  "Entro il 2017 vogliamo ridurre le perdite della rete degli acquedotti dal 32 al 22% anche grazie ai nuovi sistemi di rilevamento perdite tramite satellite".

L.pa.

NOVARA - Consegnato il Premio giornalistico Piero Piazzano per la divulgazione di temi scientifici ed ecologici. Il riconoscimento è andato a  Marco Motta, impegnato in programmi radio e tv dedicati alla scienza. Un premio alla memoria di Sebastiano Vassalli è andato invece a Paola Vassalli. 
La consegna del premio è avvenuto al termine di un convegno sul tema dell'acqua. Ad oggi nel mondo 2,3 miliardi di persone provano la penuria d' acqua, mentre quasi 800 milioni non hanno proprio accesso a risorse idriche. Le relazioni dell'ex ambasciatore Luigi Guidobono Cavalchin e l'etnologo Maurizio Leigheb non hanno solo fornito i dati delle risorse idriche nel mondo, ma anche disegnato le conseguenze geo-politiche. Tra il 1950 e il 2000, infatti, più di 1800 crisi e tensioni globali sono state infatti collegabili a contrasti per l'acqua. Marina Manca, direttore Ise/Cnr di Pallanza, Stefano Nerviani, presidente Europrogetti Srl e Mauro Ponzetto di Fonti Italiane San Pellegrino hanno parlato del sistema acque, eccellenze E criticità in Italia.
E Novara, nel suo piccolo? Il sindaco Andrea Ballarè, nei saluti introduttivi, ha raccomandato di consumare l' acqua del rubinetto ricordando inoltre "siamo uno dei pochi Comuni capoluogo in Italia ad avere il 100% di acque reflue depurata. E infatti siamo al 14° posto su 108 nell'apposita classifica di Legambiente sulla qualità dell'acqua". Inoltre, Acque Novara Vco sta lavorando per migliorare la qualità di depurazione in tutto il territorio, come testimoniato dal direttore Marco Lombardi che ha anche parlato di un altro progetto della società:  "Entro il 2017 vogliamo ridurre le perdite della rete degli acquedotti dal 32 al 22% anche grazie ai nuovi sistemi di rilevamento perdite tramite satellite".

L.pa.