Altro

Dedicato ai più piccoli il week end finale del Mercatino della Solidarietà

Dedicato ai più piccoli il week end finale del Mercatino della Solidarietà
Altro 11 Dicembre 2015 ore 21:20

NOVARA – Week end conclusivo per la diciottesima edizione del “Mercatino della Solidarietà” promosso da CST Centro Servizi per il Territorio e Fondazione Comunità del Novarese Onlus. Una kermesse che ha aperto i battenti martedì scorso e che sta riscuotendo grande successo.
Un fine settimana che si propone dedicato, per lo più, ai bambini.

Domani, sabato 12 dicembre, dalle 10.30 alle 17, largo a Pompieropoli, iniziativa promossa dall’Associazione Vigili del Fuoco per educare i bambini, rispetto al tema della sicurezza. Saranno proposti numerosi giochi che simuleranno gli interventi dei vigili del fuoco (discesa dal palo, spegnimento di un incendio, ponte tibetano) e i bambini avranno la possibilità di trasformarsi in “piccoli pompieri per un giorno”.

Sempre sabato 12 dicembre, intorno alle 16, spazio alla musica con il Coro gospel “The Dynamite”. Sei ragazze nigeriane profughe porteranno al Salone Borsa i loro canti di speranza. Evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Mamre di Borgomanero. Domenica 13 dicembre dalle 10.30 sarà il CST Centro Servizi per il territorio a presentare il proprio programma di attività per l’anno 2016 e sempre domenica 13 dicembre, dalle 10.30 alle 16.30, il Mercatino della Solidarietà ospiterà l’Ospedale dei pupazzi, progetto organizzato e gestito da un team di studenti di medicina (SISM – Segretariato Italiano Studenti di Medicina sez. Locale di Novara).
Il progetto, utilizzando il gioco come strumento, ha l’obiettivo di far acquisire ai bambini confidenza con la figura del medico e con la realtà ospedaliera. Sfruttando il principio del “transfert”, il bambino, che porterà con sé da casa il proprio pupazzo da “curare”, svolgerà il ruolo del genitore che accompagna il figlio dal dottore.

Attivo fino a domenica sera anche lo spazio “Rigiocattolo”, come sempre promosso per Natale dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Croce Rossa Italiana. I bambini potranno portare al Salone un proprio giocattolo che sceglieranno tra quelli presenti nella loro cameretta e lo potranno donare ai bambini meno fortunati, lasciandolo nei contenitori appositi, messi a disposizione. A tutti i bimbi partecipanti sarà rilasciato un gadget e “appuntata” una testimonianza da Donatore Numero Uno.

L’ingresso al Mercatino della Solidarietà, in tutti i suoi appuntamenti (orario dalle 10.30 alle 19.30 in continuato), è libero e gratuito al pubblico.
mo.c.

NOVARA – Week end conclusivo per la diciottesima edizione del “Mercatino della Solidarietà” promosso da CST Centro Servizi per il Territorio e Fondazione Comunità del Novarese Onlus. Una kermesse che ha aperto i battenti martedì scorso e che sta riscuotendo grande successo.
Un fine settimana che si propone dedicato, per lo più, ai bambini.

Domani, sabato 12 dicembre, dalle 10.30 alle 17, largo a Pompieropoli, iniziativa promossa dall’Associazione Vigili del Fuoco per educare i bambini, rispetto al tema della sicurezza. Saranno proposti numerosi giochi che simuleranno gli interventi dei vigili del fuoco (discesa dal palo, spegnimento di un incendio, ponte tibetano) e i bambini avranno la possibilità di trasformarsi in “piccoli pompieri per un giorno”.

Sempre sabato 12 dicembre, intorno alle 16, spazio alla musica con il Coro gospel “The Dynamite”. Sei ragazze nigeriane profughe porteranno al Salone Borsa i loro canti di speranza. Evento realizzato in collaborazione con l’Associazione Mamre di Borgomanero. Domenica 13 dicembre dalle 10.30 sarà il CST Centro Servizi per il territorio a presentare il proprio programma di attività per l’anno 2016 e sempre domenica 13 dicembre, dalle 10.30 alle 16.30, il Mercatino della Solidarietà ospiterà l’Ospedale dei pupazzi, progetto organizzato e gestito da un team di studenti di medicina (SISM – Segretariato Italiano Studenti di Medicina sez. Locale di Novara).
Il progetto, utilizzando il gioco come strumento, ha l’obiettivo di far acquisire ai bambini confidenza con la figura del medico e con la realtà ospedaliera. Sfruttando il principio del “transfert”, il bambino, che porterà con sé da casa il proprio pupazzo da “curare”, svolgerà il ruolo del genitore che accompagna il figlio dal dottore.

Attivo fino a domenica sera anche lo spazio “Rigiocattolo”, come sempre promosso per Natale dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla Croce Rossa Italiana. I bambini potranno portare al Salone un proprio giocattolo che sceglieranno tra quelli presenti nella loro cameretta e lo potranno donare ai bambini meno fortunati, lasciandolo nei contenitori appositi, messi a disposizione. A tutti i bimbi partecipanti sarà rilasciato un gadget e “appuntata” una testimonianza da Donatore Numero Uno.

L’ingresso al Mercatino della Solidarietà, in tutti i suoi appuntamenti (orario dalle 10.30 alle 19.30 in continuato), è libero e gratuito al pubblico.
mo.c.