Detenuti al lavoro con Assa in viale Leonardo Da Vinci

Detenuti al lavoro con Assa in viale Leonardo Da Vinci
Altro 01 Ottobre 2015 ore 11:26

NOVARA – Sono proseguiti ieri, mercoledì 30 settembre, i lavori di pulizia dai rifiuti e di mondatura delle erbe infestanti dell’area perimetrale stabilimento ex Olcese compresa tra Via Visconti angolo Via Leonardo Da Vinci.
“Un intervento importante – sottolinea il presidente di Assa, Marcello Marzo – che va a riqualificare, almeno nella sua parte esterna, un’area da tempo all’abbandono che è però centrale, molto estesa e molto frequentata ogni giorno dai tanti pendolari e da chi vi transita per l’attraversamento della città in particolare per raggiungere il polo chimico e non solo”.
L’intervento è stato eseguito dai detenuti della Casa Circondariale di Via Sforzesca, accompagnati dagli agenti della Polixia Penitenziaria, con il coordinamento tecnico e il supporto operativo e logistico di Assa S.p.A. nell’ambito delle Giornate di recupero ambientale sulla base del protocollo che vede coinvolti Comune, Magistratura di sorveglianza, Casa Circondariale, Uepe, Assa.
All’avvio dei lavori era presente anche il sindaco Andrea Ballarè, che ha verificato di persona la qualità e l’importanza dell’intervento. «Questa attività – ha commentato il sindaco – come quella messa in campo attraverso il volontariato dei profughi ospitati in città, o come le diverse azioni legate all’albo dei volontari promosso dal Comune di Novara, rappresentano un modo nuovo ed efficace di affrontare insieme il tema del necessario potenziamento delle manutenzioni svolte dalla pubblica amministrazione con una significativa dimensione sociale».

v.s.

NOVARA – Sono proseguiti ieri, mercoledì 30 settembre, i lavori di pulizia dai rifiuti e di mondatura delle erbe infestanti dell’area perimetrale stabilimento ex Olcese compresa tra Via Visconti angolo Via Leonardo Da Vinci.
“Un intervento importante – sottolinea il presidente di Assa, Marcello Marzo – che va a riqualificare, almeno nella sua parte esterna, un’area da tempo all’abbandono che è però centrale, molto estesa e molto frequentata ogni giorno dai tanti pendolari e da chi vi transita per l’attraversamento della città in particolare per raggiungere il polo chimico e non solo”.
L’intervento è stato eseguito dai detenuti della Casa Circondariale di Via Sforzesca, accompagnati dagli agenti della Polixia Penitenziaria, con il coordinamento tecnico e il supporto operativo e logistico di Assa S.p.A. nell’ambito delle Giornate di recupero ambientale sulla base del protocollo che vede coinvolti Comune, Magistratura di sorveglianza, Casa Circondariale, Uepe, Assa.
All’avvio dei lavori era presente anche il sindaco Andrea Ballarè, che ha verificato di persona la qualità e l’importanza dell’intervento. «Questa attività – ha commentato il sindaco – come quella messa in campo attraverso il volontariato dei profughi ospitati in città, o come le diverse azioni legate all’albo dei volontari promosso dal Comune di Novara, rappresentano un modo nuovo ed efficace di affrontare insieme il tema del necessario potenziamento delle manutenzioni svolte dalla pubblica amministrazione con una significativa dimensione sociale».

v.s.