Altro

Detenuti rimettono a nuovo l'area verde di via Ghiberti (FOTOGALLERY)

Detenuti rimettono a nuovo l'area verde di via Ghiberti (FOTOGALLERY)
Altro 04 Novembre 2015 ore 15:51
NOVARA - Si è svolta questa mattina, mercoledì 4 novembre, un'altra Giornata di recupero ambientale nell’ambito del protocollo che vede coinvolti il Comune di Novara, la Magistratura di Sorveglianza, la Casa Circondariale, l’Uepe Ufficio esecuzioni penali esterne, e l’Assa. Oggi i lavori hanno interessato il rione Sant'Andrea, con un grande intervento di pulizia e di manutenzione al parco di Via Ghiberti che versava in pessime condizioni a causa dei gravi danneggiamenti subiti per vandalismi in più parti. 
I detenuti della Casa Circondariale di via Sforzesca, coordinati da Assa, che come sempre ha anche supportato operativamente le attività, hanno anzitutto raccolto i tanti rifiuti che giacevano abbandonati su quest’area pubblica. Poi hanno provveduto a rimettere in sicurezza e ripristinare la recinzione del campo da basket, a sistemare gli arredi, a rimettere le assi mancanti alla panchina. Hanno riposizionato i cestini portarifiuti  ed hanno iniziato la sistemazione della pavimentazione del campo da basket, che, per i necessari tempi di asciugatura del cemento, verrà poi completata nei prossimi giorni con le rifiniture opportune delle opere edili.

Oltre alla pulizia dai rifiuti, Assa, attraverso l’attività dei detenuti, ha provveduto anche al necessario intervento manutentivo, pur non facendo parte dei compiti istituzionali propri della società, riportando ad una situazione decorosa questo parco cittadino molto frequentato. 

Recentemente i detenuti erano intervenuti, sempre su base volontaria, anche per ripristinare la staccionata a protezione della scarpata tra il Viale Turati e Largo Bellini, di fronte all’Azienda ospedaliero universitaria “Maggiore della Carità”. A quell'intervento hanno partecipato anche tre detenuti provenienti dalla Casa Circondariale coinvolti mediante il progetto “Cantieri di Lavoro” sulla base della Legge Regionale 34. 

v.s.

NOVARA - Si è svolta questa mattina, mercoledì 4 novembre, un'altra Giornata di recupero ambientale nell’ambito del protocollo che vede coinvolti il Comune di Novara, la Magistratura di Sorveglianza, la Casa Circondariale, l’Uepe Ufficio esecuzioni penali esterne, e l’Assa. Oggi i lavori hanno interessato il rione Sant'Andrea, con un grande intervento di pulizia e di manutenzione al parco di Via Ghiberti che versava in pessime condizioni a causa dei gravi danneggiamenti subiti per vandalismi in più parti. 
I detenuti della Casa Circondariale di via Sforzesca, coordinati da Assa, che come sempre ha anche supportato operativamente le attività, hanno anzitutto raccolto i tanti rifiuti che giacevano abbandonati su quest’area pubblica. Poi hanno provveduto a rimettere in sicurezza e ripristinare la recinzione del campo da basket, a sistemare gli arredi, a rimettere le assi mancanti alla panchina. Hanno riposizionato i cestini portarifiuti  ed hanno iniziato la sistemazione della pavimentazione del campo da basket, che, per i necessari tempi di asciugatura del cemento, verrà poi completata nei prossimi giorni con le rifiniture opportune delle opere edili.

Oltre alla pulizia dai rifiuti, Assa, attraverso l’attività dei detenuti, ha provveduto anche al necessario intervento manutentivo, pur non facendo parte dei compiti istituzionali propri della società, riportando ad una situazione decorosa questo parco cittadino molto frequentato. 

Recentemente i detenuti erano intervenuti, sempre su base volontaria, anche per ripristinare la staccionata a protezione della scarpata tra il Viale Turati e Largo Bellini, di fronte all’Azienda ospedaliero universitaria “Maggiore della Carità”. A quell'intervento hanno partecipato anche tre detenuti provenienti dalla Casa Circondariale coinvolti mediante il progetto “Cantieri di Lavoro” sulla base della Legge Regionale 34. 

v.s.