Domenica la festa dei diciottenni

Domenica la festa dei diciottenni
Altro 17 Giugno 2015 ore 08:46

NOVARA - «É una novità a cui teniamo molto Una sorta di ‘rito di passaggio' sobrio e divertente, con il quale saluteremo i neo diciottenni del 2015. Un momento che vorremmo diventasse una tradizione. Un breve augurio, un brindisi e poi musica e spettacolo. Per i diciottenni e tutti coloro che vorranno fare festa con loro». 
Descrive così il sindaco Andrea Ballarè il significato di "Novaradiciotto", la festa dedicata a tutti i ragazzi novaresi che compiono 18 anni nel corso del 2015, festa in programma per domenica 21 giugno. 
«Il nostro obiettivo - aggiunge l'assessore ai servizi demografici Margherita Patti - è quello di sottolineare con un momento simbolico il raggiungimento della maggiore età, con il conseguimento pieno dei diritti di cittadinanza. Un valore che sottolineeremo distribuendo una copia digitale della Costituzione a tutti i ragazzi che vorranno intervenire, e che in questi giorni hanno ricevuto una lettera di invito del sindaco».
Non casualmente è stata scelta la sede della manifestazione: il Broletto, simbolo cittadino, cuore civico di Novara. 
«Abbiamo voluto - commenta l'assessore alle politiche giovanili Sara Paladini - dare all'evento il sapore di una festa, semplice ma, ci auguriamo, piacevole e divertente. Per questo, dopo il saluto del sindaco e la simbolica consegna della Costituzione, abbiamo organizzato un momento di spettacolo per accompagnare un aperitivo». 
Sul palco Antonio Dikele Distefano, 22 anni, nato in Italia da genitori angolani, un vero e proprio fenomeno nato nell'universo dei social media, rapper ed ora anche scrittore con la sua opera prima pubblicata da Mondadori e già diventata un successo; suoneranno i Rumor, trio nato nel 2007 in provincia di Novara, che ha alle spalle oltre cento concerti in tutta Italia, anche come gruppo spalla di artisti come Niccolò Fabi o i Marta sui tubi.  Al Broletto arriverà anche il cast del musical Dirty Dancing, in scena al Coccia a fine giugno, che proporrà un frammento dello spettacolo.  
Insieme alla copia digitale della Costituzione, i giovani partecipanti riceveranno anche una serie di omaggi. 
«Tra questi - spiega l'assessore alla cultura Paola Turchelli - grazie al progetto "Cultura e Aree Urbane - Sistema Culturale e Casa Bossi", sostenuto da Fondazione Cariplo, consegneremo ai partecipanti la  "Pyou Card", una Carta che mette in rete i servizi di mobilità con proposte culturali, sportive e del tempo libero. La Carta, nata su iniziativa della regione Piemonte, offre una scontistica a favore dei giovani ed è pensata per incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici e facilitare l'accessibilità di luoghi culturali come musei e teatri, spazi di intrattenimento (sale prove) e strutture sportive. La Pyou Card è, inoltre, inserita in un circuito a livello europeo e si propone di entrare in sinergia con il People Raising (Volontariato Evoluto) divenendo veicolo di "raccolta punti" mediante attività di volontariato con cui poter poi ottenere premi interessanti (biglietti di spettacoli, ingressi ad eventi, ticket per lezioni etc.) Uno strumento vantaggioso per i più giovani che si sentiranno sempre più parte della "cittadinanza attiva" e di una community che ad oggi conta già oltre 50 tra associazioni, musei e giovani imprenditori». 
L'appuntamento è quindi fissato per domenica 21 giugno alle 18 al Broletto.
v.s.

NOVARA - «É una novità a cui teniamo molto Una sorta di ‘rito di passaggio' sobrio e divertente, con il quale saluteremo i neo diciottenni del 2015. Un momento che vorremmo diventasse una tradizione. Un breve augurio, un brindisi e poi musica e spettacolo. Per i diciottenni e tutti coloro che vorranno fare festa con loro». 
Descrive così il sindaco Andrea Ballarè il significato di "Novaradiciotto", la festa dedicata a tutti i ragazzi novaresi che compiono 18 anni nel corso del 2015, festa in programma per domenica 21 giugno. 
«Il nostro obiettivo - aggiunge l'assessore ai servizi demografici Margherita Patti - è quello di sottolineare con un momento simbolico il raggiungimento della maggiore età, con il conseguimento pieno dei diritti di cittadinanza. Un valore che sottolineeremo distribuendo una copia digitale della Costituzione a tutti i ragazzi che vorranno intervenire, e che in questi giorni hanno ricevuto una lettera di invito del sindaco».
Non casualmente è stata scelta la sede della manifestazione: il Broletto, simbolo cittadino, cuore civico di Novara. 
«Abbiamo voluto - commenta l'assessore alle politiche giovanili Sara Paladini - dare all'evento il sapore di una festa, semplice ma, ci auguriamo, piacevole e divertente. Per questo, dopo il saluto del sindaco e la simbolica consegna della Costituzione, abbiamo organizzato un momento di spettacolo per accompagnare un aperitivo». 
Sul palco Antonio Dikele Distefano, 22 anni, nato in Italia da genitori angolani, un vero e proprio fenomeno nato nell'universo dei social media, rapper ed ora anche scrittore con la sua opera prima pubblicata da Mondadori e già diventata un successo; suoneranno i Rumor, trio nato nel 2007 in provincia di Novara, che ha alle spalle oltre cento concerti in tutta Italia, anche come gruppo spalla di artisti come Niccolò Fabi o i Marta sui tubi.  Al Broletto arriverà anche il cast del musical Dirty Dancing, in scena al Coccia a fine giugno, che proporrà un frammento dello spettacolo.  
Insieme alla copia digitale della Costituzione, i giovani partecipanti riceveranno anche una serie di omaggi. 
«Tra questi - spiega l'assessore alla cultura Paola Turchelli - grazie al progetto "Cultura e Aree Urbane - Sistema Culturale e Casa Bossi", sostenuto da Fondazione Cariplo, consegneremo ai partecipanti la  "Pyou Card", una Carta che mette in rete i servizi di mobilità con proposte culturali, sportive e del tempo libero. La Carta, nata su iniziativa della regione Piemonte, offre una scontistica a favore dei giovani ed è pensata per incentivare l'utilizzo dei mezzi pubblici e facilitare l'accessibilità di luoghi culturali come musei e teatri, spazi di intrattenimento (sale prove) e strutture sportive. La Pyou Card è, inoltre, inserita in un circuito a livello europeo e si propone di entrare in sinergia con il People Raising (Volontariato Evoluto) divenendo veicolo di "raccolta punti" mediante attività di volontariato con cui poter poi ottenere premi interessanti (biglietti di spettacoli, ingressi ad eventi, ticket per lezioni etc.) Uno strumento vantaggioso per i più giovani che si sentiranno sempre più parte della "cittadinanza attiva" e di una community che ad oggi conta già oltre 50 tra associazioni, musei e giovani imprenditori». 
L'appuntamento è quindi fissato per domenica 21 giugno alle 18 al Broletto.
v.s.