E’ iniziato il Carnevale Novarese (FOTOGALLERY)

E’ iniziato il Carnevale Novarese (FOTOGALLERY)
Altro 02 Febbraio 2015 ore 03:06

NOVARA - E’ ufficialmente cominciato il Carnevale Novarese: come da tradizione i festeggiamenti sono iniziati con la cerimonia di consegna delle Chiavi della Città a Re Biscottino da parte del sindaco Andrea Ballaré. La festa si è svolta nel pomeriggio di sabato 31 gennaio in piazza Duomo e ha visto innanzitutto il conferimento dei Premi alla Novaresità intitolati a Enrico Tacchini (che fino al 2001 prima di Sandro Berutti ha impersonato il Re del Carnevale novarese) alla presidente dell’Agenzia turistica locale Maria Rosa Fagnoni e all’imprenditore nel campo della tipografia Francesco Martelli. Poi dal campanile del Duomo si è calata una giovane arrampicatrice del Club Alpino Italiano di Novara che ha consegnato le chiavi della città alla principessa che a sua volta le messe nelle mani del primo cittadino. Nel frattempo altri arrampicatori si sono calati dall’alto fra lo stupore del numeroso pubblico presente in piazza. Sul palco accanto a Re Biscottino, la Regina Cuneta ovvero la sempre simpaticissima ed elegantissima Giusy Sardo e tutta la sua corte. Per il Comune di Novara che ha collaborato con l’associazione culturale Re Biscottino per l’organizzazione del Carnevale Novarese erano presenti anche gli assessori allo Sport Rossano Pirovano e al Commercio Sara Paladini. “Sono contento di consegnarti queste chiavi – ha detto ironicamente il sindaco – Questo è un periodo molto impegnativo per l’amministrazione”. Re Biscottino una volta ricevute le chiavi ha ricordato che sarebbero quelle delle quattro vecchie porte di accesso alla città: Porta Milano, Porta Genova, Porta Torino e verso nord la porta da cui partiva la strada per l’Ossola. “Nonostante tutti i problemi – ha detto anche – bisogna amare la nostra città e rispettarla”. Dopo la consegna delle chiavi si è esibito in balli e canti tipici il gruppo Brighella di Bergamo. Sul palco si sono poi avvicendati diversi altri gruppi in costume provenienti da Loano (dove a sua volta nella giornata di ieri, domenica 1 febbraio, si è recato Re Biscottino e la sua corte), Brandizzo, Asti, Torino, Borgo Sesia, Santhià, Oleggio. Per tutto il pomeriggio i volontari della Croce Rossa hanno distribuito thè caldo e il panettone offerto dalla pasticceria Sacco. Sono stati distribuiti anche biscotti di Novara offerti dalla Comoli Ferrari. Come ricordato dalla Regina Cuneta a tutti gli eventi del Carnevale partecipano i volontari di tre associazioni: la Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori, l’Abio, Associazione per il bambino in ospedale, e “Un sorriso per Luca” per la ricerca contro il sarcoma di Ewing, un raro tumore che colpisce le ossa soprattutto in età giovanile. I volontari possono così raccogliere fondi per le importanti attività che portano avanti.

La festa è continuata nel pomeriggio con una sfilata nelle vie del centro a cui hanno partecipato i gruppi in maschera e le mascherine presenti in piazza. I prossimi eventi del Carnevale Novarese sono in programma sabato 7 e domenica 8 febbraio al centro commerciale San Martino-Ipercoop: due pomeriggi in compagnia di Re Biscottino e la sua corte, musica, balli con le scuole di danza di Novara, clown, truccabimbi e naturalmente tanti coriandoli e stelle filanti.

Valentina Sarmenghi

 

 

NOVARA - E’ ufficialmente cominciato il Carnevale Novarese: come da tradizione i festeggiamenti sono iniziati con la cerimonia di consegna delle Chiavi della Città a Re Biscottino da parte del sindaco Andrea Ballaré. La festa si è svolta nel pomeriggio di sabato 31 gennaio in piazza Duomo e ha visto innanzitutto il conferimento dei Premi alla Novaresità intitolati a Enrico Tacchini (che fino al 2001 prima di Sandro Berutti ha impersonato il Re del Carnevale novarese) alla presidente dell’Agenzia turistica locale Maria Rosa Fagnoni e all’imprenditore nel campo della tipografia Francesco Martelli. Poi dal campanile del Duomo si è calata una giovane arrampicatrice del Club Alpino Italiano di Novara che ha consegnato le chiavi della città alla principessa che a sua volta le messe nelle mani del primo cittadino. Nel frattempo altri arrampicatori si sono calati dall’alto fra lo stupore del numeroso pubblico presente in piazza. Sul palco accanto a Re Biscottino, la Regina Cuneta ovvero la sempre simpaticissima ed elegantissima Giusy Sardo e tutta la sua corte. Per il Comune di Novara che ha collaborato con l’associazione culturale Re Biscottino per l’organizzazione del Carnevale Novarese erano presenti anche gli assessori allo Sport Rossano Pirovano e al Commercio Sara Paladini. “Sono contento di consegnarti queste chiavi – ha detto ironicamente il sindaco – Questo è un periodo molto impegnativo per l’amministrazione”. Re Biscottino una volta ricevute le chiavi ha ricordato che sarebbero quelle delle quattro vecchie porte di accesso alla città: Porta Milano, Porta Genova, Porta Torino e verso nord la porta da cui partiva la strada per l’Ossola. “Nonostante tutti i problemi – ha detto anche – bisogna amare la nostra città e rispettarla”. Dopo la consegna delle chiavi si è esibito in balli e canti tipici il gruppo Brighella di Bergamo. Sul palco si sono poi avvicendati diversi altri gruppi in costume provenienti da Loano (dove a sua volta nella giornata di ieri, domenica 1 febbraio, si è recato Re Biscottino e la sua corte), Brandizzo, Asti, Torino, Borgo Sesia, Santhià, Oleggio. Per tutto il pomeriggio i volontari della Croce Rossa hanno distribuito thè caldo e il panettone offerto dalla pasticceria Sacco. Sono stati distribuiti anche biscotti di Novara offerti dalla Comoli Ferrari. Come ricordato dalla Regina Cuneta a tutti gli eventi del Carnevale partecipano i volontari di tre associazioni: la Lilt, Lega italiana per la lotta contro i tumori, l’Abio, Associazione per il bambino in ospedale, e “Un sorriso per Luca” per la ricerca contro il sarcoma di Ewing, un raro tumore che colpisce le ossa soprattutto in età giovanile. I volontari possono così raccogliere fondi per le importanti attività che portano avanti.

La festa è continuata nel pomeriggio con una sfilata nelle vie del centro a cui hanno partecipato i gruppi in maschera e le mascherine presenti in piazza. I prossimi eventi del Carnevale Novarese sono in programma sabato 7 e domenica 8 febbraio al centro commerciale San Martino-Ipercoop: due pomeriggi in compagnia di Re Biscottino e la sua corte, musica, balli con le scuole di danza di Novara, clown, truccabimbi e naturalmente tanti coriandoli e stelle filanti.

>>> CLICCA PER VEDERE TUTTE LE IMMAGINI

Valentina Sarmenghi