Altro

Ecco la nuova banconota da 20 euro

Ecco la nuova banconota da 20 euro
Altro 15 Novembre 2015 ore 10:15

NOVARA - Dal prossimo 25 novembre sarà messa in circolazione la nuova serie delle banconote da 20 euro. A presentarne le caratteristiche il direttore della filiale novarese della Banca d’Italia Ezio Gamerro. «Dopo le banconote da 5 e da 10 euro, è ora giunto il momento della nuova serie di banconote da 20 euro; l’anno prossimo sarà invece immessa quella delle banconote da 50 euro. La banconota da 20 euro è molto importante perché, purtroppo, ben il 60% delle banconote false intercettate è rappresentato proprio da quelle da 20 euro. In questa nuova serie, grazie alle sempre più sofisticate e innovative risorse tecnologiche a disposizione, sono state introdotte delle nuove tecniche che caratterizzano ulteriormente la banconota stessa». 

Alcuni esempi? 

«Prima di tutto il valore espresso in verde smeraldo cangiante, che i falsari non sono in grado di riprodurre, e la finestrella trasparente». 

Come avverrà l’introduzione della nuova serie? 

«A partire dal 25 novembre saranno immesse le banconote da 20 euro della nuova serie insieme a quelle finora utilizzate, con una percentuale pari a circa il 50%. Questo perchè prima dobbiamo smaltire le scorte di quelle già prodotte della serie precedente. Quando poi le banconote della prima serie saranno rientrate alla Banca d’Italia e distrutte con una percentuale che supera  il 90% allora  le banconote della prima serie non saranno più utilizzabili sul mercato. Attenzione, però, a differenza delle lire non ci sarà alcuna prescrizione e quindi questo significa che le banconote della prima serie saranno sempre cambiabili presso la Banca d’italia».

Molto importante,  affinchè l’introduzione delle nuove banconote sia garanzia di affidabilità, «è che le stesse siano immediatamente spendibili soprattutto presso tutti i punti automatici. E in tal senso in questi mesi il lavoro presso i produttori di dispositivi automatici è stato davvero importante». 

«Come importante - ha aggiunto  Marcello Meschini - funzionario a disposizione della Direzione - sono gli incontri con i cittadini per spiegare esattamente come fare per riconoscere le banconote false. Teniamo spesso incontri con gli studenti e anche con i rappresentanti delle Associazioni di categoria, ma siamo anche disponibili per eventuali incontri con gruppi di cittadini. E’ importante sapersi tutelare e impedire che le banconote false circolino. Con alcuni semplici accorgimenti si può facilmente capire se si ha per le mani una banconota vera oppure una falsa, anche perchè, se è vero che alcuni falsi sono davvero difficili da individuare se non da chi ha esperienza, è anche altrettanto vero che molti falsi sono di una qualità davvero infima e quindi molto più facilmente individuabili da tutti. Ripeto noi siamo qui a disposizione di tutta la cittadinanza». 

Clarissa Brusati

NOVARA - Dal prossimo 25 novembre sarà messa in circolazione la nuova serie delle banconote da 20 euro. A presentarne le caratteristiche il direttore della filiale novarese della Banca d’Italia Ezio Gamerro. «Dopo le banconote da 5 e da 10 euro, è ora giunto il momento della nuova serie di banconote da 20 euro; l’anno prossimo sarà invece immessa quella delle banconote da 50 euro. La banconota da 20 euro è molto importante perché, purtroppo, ben il 60% delle banconote false intercettate è rappresentato proprio da quelle da 20 euro. In questa nuova serie, grazie alle sempre più sofisticate e innovative risorse tecnologiche a disposizione, sono state introdotte delle nuove tecniche che caratterizzano ulteriormente la banconota stessa». 

Alcuni esempi? 

«Prima di tutto il valore espresso in verde smeraldo cangiante, che i falsari non sono in grado di riprodurre, e la finestrella trasparente». 

Come avverrà l’introduzione della nuova serie? 

«A partire dal 25 novembre saranno immesse le banconote da 20 euro della nuova serie insieme a quelle finora utilizzate, con una percentuale pari a circa il 50%. Questo perchè prima dobbiamo smaltire le scorte di quelle già prodotte della serie precedente. Quando poi le banconote della prima serie saranno rientrate alla Banca d’Italia e distrutte con una percentuale che supera  il 90% allora  le banconote della prima serie non saranno più utilizzabili sul mercato. Attenzione, però, a differenza delle lire non ci sarà alcuna prescrizione e quindi questo significa che le banconote della prima serie saranno sempre cambiabili presso la Banca d’italia».

Molto importante,  affinchè l’introduzione delle nuove banconote sia garanzia di affidabilità, «è che le stesse siano immediatamente spendibili soprattutto presso tutti i punti automatici. E in tal senso in questi mesi il lavoro presso i produttori di dispositivi automatici è stato davvero importante». 

«Come importante - ha aggiunto  Marcello Meschini - funzionario a disposizione della Direzione - sono gli incontri con i cittadini per spiegare esattamente come fare per riconoscere le banconote false. Teniamo spesso incontri con gli studenti e anche con i rappresentanti delle Associazioni di categoria, ma siamo anche disponibili per eventuali incontri con gruppi di cittadini. E’ importante sapersi tutelare e impedire che le banconote false circolino. Con alcuni semplici accorgimenti si può facilmente capire se si ha per le mani una banconota vera oppure una falsa, anche perchè, se è vero che alcuni falsi sono davvero difficili da individuare se non da chi ha esperienza, è anche altrettanto vero che molti falsi sono di una qualità davvero infima e quindi molto più facilmente individuabili da tutti. Ripeto noi siamo qui a disposizione di tutta la cittadinanza». 

Clarissa Brusati