Altro

Ediltrophy, muratori in gara in piazza Martiri (FOTOGALLERY)

Ediltrophy, muratori in gara in piazza Martiri (FOTOGALLERY)
Altro 27 Settembre 2015 ore 09:47

NOVARA - Ieri, sabato 26 settembre, in piazza Martiri si sono tenute le selezioni regionali di Ediltrophy, la gara per eleggere il muratore dell’anno, nata nel 2008, organizzata dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale in edilizia) in collaborazione con Saie (il Salone internazionale dell’edilizia) e patrocinata dall’Inail.

A contendersi il titolo di miglior muratore gli allievi e i mastri delle Scuole Edili di Liguria, Lombardia e Piemonte che hanno avuto tempo dalle 9 alle 16 realizzare dei manufatti (una fontana ovale per la Liguria, una fioriera ovale e una triangolare per la Lombardia, una panchina per il Piemonte). I laterizi per la competizione sono stati forniti da Fornace Sant’Anselmo. Hanno partecipato inoltre come sponsor locali: Autovictor, Cameroni spa, Garbagna Costruzioni, Latteria di Cameri, Riproduzioni Imperatori, Riso Gallo, Sebach, Vaga – aggregati e malte per l’edilizia, Villa Crespi. 

14 le squadre composte ciascuna da due muratori che si sono sfidate a colpi di cazzuola. Erano suddivise in due categorie: junior e senior a seconda del grado di esperienza e del livello contrattuale (della categoria junior faranno parte i giovani apprendisti sotto i 29 anni). A giudicarli una giuria di esperti formata dal geometra e docente Luciano Pigat, e dagli architetti Corrado Boselli e Simona Pruno (rispettivamente rappresentante dell’Ordine degli Architetti e responsabile del Cpt). 

La gara è stata organizzata per la prima volta nel capoluogo; precedentemente in provincia di Novara si era tenuta nel 2011 ad Arona. 

Oltre alla gara sono state organizzate alcune attività dimostrative collaterali tra le quali due laboratori: uno per i bambini e uno per gli adulti.

I vincitori delle selezioni regionali avranno accesso alla finale nazionale che si svolgerà a Bologna, in occasione della giornata conclusiva del Saie, il 17 ottobre, durante la quale le squadre si confronteranno nella realizzazione di un manufatto antisismico e i membri della squadra che dimostrerà maggiore competenza e bravura riceveranno il titolo di muratore dell’anno per la loro categoria. Un premio speciale verrà assegnato, come ogni anno, ai due operai senior e junior che si distingueranno nel lavorare in sicurezza. 

Servizio e foto Valentina Sarmenghi 

NOVARA - Ieri, sabato 26 settembre, in piazza Martiri si sono tenute le selezioni regionali di Ediltrophy, la gara per eleggere il muratore dell’anno, nata nel 2008, organizzata dal Formedil (Ente nazionale per la formazione e l’addestramento professionale in edilizia) in collaborazione con Saie (il Salone internazionale dell’edilizia) e patrocinata dall’Inail.

A contendersi il titolo di miglior muratore gli allievi e i mastri delle Scuole Edili di Liguria, Lombardia e Piemonte che hanno avuto tempo dalle 9 alle 16 realizzare dei manufatti (una fontana ovale per la Liguria, una fioriera ovale e una triangolare per la Lombardia, una panchina per il Piemonte). I laterizi per la competizione sono stati forniti da Fornace Sant’Anselmo. Hanno partecipato inoltre come sponsor locali: Autovictor, Cameroni spa, Garbagna Costruzioni, Latteria di Cameri, Riproduzioni Imperatori, Riso Gallo, Sebach, Vaga – aggregati e malte per l’edilizia, Villa Crespi. 

14 le squadre composte ciascuna da due muratori che si sono sfidate a colpi di cazzuola. Erano suddivise in due categorie: junior e senior a seconda del grado di esperienza e del livello contrattuale (della categoria junior faranno parte i giovani apprendisti sotto i 29 anni). A giudicarli una giuria di esperti formata dal geometra e docente Luciano Pigat, e dagli architetti Corrado Boselli e Simona Pruno (rispettivamente rappresentante dell’Ordine degli Architetti e responsabile del Cpt). 

La gara è stata organizzata per la prima volta nel capoluogo; precedentemente in provincia di Novara si era tenuta nel 2011 ad Arona. 

Oltre alla gara sono state organizzate alcune attività dimostrative collaterali tra le quali due laboratori: uno per i bambini e uno per gli adulti.

I vincitori delle selezioni regionali avranno accesso alla finale nazionale che si svolgerà a Bologna, in occasione della giornata conclusiva del Saie, il 17 ottobre, durante la quale le squadre si confronteranno nella realizzazione di un manufatto antisismico e i membri della squadra che dimostrerà maggiore competenza e bravura riceveranno il titolo di muratore dell’anno per la loro categoria. Un premio speciale verrà assegnato, come ogni anno, ai due operai senior e junior che si distingueranno nel lavorare in sicurezza. 

Servizio e foto Valentina Sarmenghi