Euromercato 2015: tutto pronto

Euromercato 2015: tutto pronto
Altro 20 Aprile 2015 ore 22:05

NOVARA - Euromercato 2015: tutto pronto. Quest’anno si festeggia la decima edizione. Da giovedì  23 a domenica 26 aprile a Novara in viale Turati (zona Allea) e piazza Puccini. Un’ampia gamma di prodotti europei e non solo sarà presenti nei quattro giorni in città. Apertura al pubblico è prevista già a partire dal pomeriggio di giovedì, mentre l’inaugurazione ufficiale è prevista per le ore 11 di venerdì 24. «Anche quest’anno siamo riusciti a mettere assieme un qualificato numero di operatori stranieri ed italiani. Il meglio che possa offrire oggi il panorama dei prodotti alimentari e non alimentari – ha detto in una nota Antonio Centrella presidente della Confesercenti di Novara e Vco - Un ringraziamento agli Enti che hanno contribuito alla riuscita di questa manifestazione, vale a dire la Cciaa di Novara, l’Atl ed il Comune di Novara».

Si va dalla classica birra tedesca, austriaca e ceca, allo strudel austriaco, ai brezel caldi e sfornati sul momento. Sempre rimanendo tra le specialità culinarie si potrà assaggiare la Gulaschsuppe dell’Austria e la tipicità della Polonia. Wurst, birra a volontà ed altri prelibatezze della cucina tedesca potranno essere degustati dai visitatori. Non poteva mancare la paella tradizionale, i prodotti della terra greca ed i churros spagnoli, ma ci saranno anche sapori da fuori Europa. Per la prima volta, infatti, a Novara saranno presenti la cucina brasiliana e quella argentina. A rappresentare l’Italia ci sarà la classica bistecca alla fiorentina e numerose carni alla brace, la ribollita ed altri prodotti della cucina toscana.

Per quanto riguarda la birra, se ne potranno gustare di ogni tipo: da quella artigianale della Repubblica Ceca a quella bavarese dello storico Siggy Holdt (presente fin dal 2001 al Mercato Internazionale di Novara) e sempre molto apprezzata dai visitatori. Per l’Italia ci sarà la birra Barbanera, un marchio nuovissimo di birra artigianale novarese ed oltre a quella della zona del torinese.

Tra i banchi dei dolci ci sarà, dall’Ungheria, il classico Kurtos; quello tedesco delle caramelle originali della Haribo; dei Pofferties (minicrepes) olandesi e dei cocoretti belgi.  Continuando poi la visita agli stand si incrociano i knodel ed i Brezen austriaci, seguiti dai biscotti bretoni e lo speck con pane nero austriaci.

L’Italia sarà presente ben con 15 regioni. Il Piemonte con i profumi dei prodotti gastronomici della regione di Azzurra, oltre alle miniciambelle, le pannocchie e il vino del Monferrato; la Liguria con le focacce di Recco e altre specialità; il classico lampredotto ed altre ghiottonerie della Toscana oltre al rinomatissimo stand del cachemire e delle maglie in cotone; la Campania con le sfogliatelle calde ed altri dolci; i salumi piccanti della Calabria con la nduia, la liquirizia di Colaleo e la frutta disidratata di Monzo; i cannoli e dolci della Sicilia ed i prodotti tipici della Sardegna. Ripercorriamo nuovamente l’Italia e ci imbattiamo nello stand dei tipici prodotti da Basilicata, Puglia, Umbria, Marche, Veneto, Trentino Alto Adige. Finiamo in Lombardia con il miele ed un banco che farà la gioia di molti con le patatine fritte cotte e servite in modo originale e l’ottima gastronomia della Valle d’Aosta.

Per la prima volta a Novara parteciperà alla storica decima edizione Karolin Brena, di origini filippine, che lavorerà il vetro con le sue abili mani costruendo sul momento oggetti davvero originali. Un’altra novità sarà lo stand delle ceramiche di Bassano.

«Anche quest’anno, quindi - precisa nello scritto Luigi Minicucci, direttore di Confesercenti Novara e Vco - il meglio della tradizione italiana ed internazionale sarà presente all’Euromercato di Novara che compie 14 anni ed è giunto alla decima edizione». Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito Internet www.euromercato.eu curato, come la grafica, da Staff Millennium.

cl.br.

NOVARA - Euromercato 2015: tutto pronto. Quest’anno si festeggia la decima edizione. Da giovedì  23 a domenica 26 aprile a Novara in viale Turati (zona Allea) e piazza Puccini. Un’ampia gamma di prodotti europei e non solo sarà presenti nei quattro giorni in città. Apertura al pubblico è prevista già a partire dal pomeriggio di giovedì, mentre l’inaugurazione ufficiale è prevista per le ore 11 di venerdì 24. «Anche quest’anno siamo riusciti a mettere assieme un qualificato numero di operatori stranieri ed italiani. Il meglio che possa offrire oggi il panorama dei prodotti alimentari e non alimentari – ha detto in una nota Antonio Centrella presidente della Confesercenti di Novara e Vco - Un ringraziamento agli Enti che hanno contribuito alla riuscita di questa manifestazione, vale a dire la Cciaa di Novara, l’Atl ed il Comune di Novara».

Si va dalla classica birra tedesca, austriaca e ceca, allo strudel austriaco, ai brezel caldi e sfornati sul momento. Sempre rimanendo tra le specialità culinarie si potrà assaggiare la Gulaschsuppe dell’Austria e la tipicità della Polonia. Wurst, birra a volontà ed altri prelibatezze della cucina tedesca potranno essere degustati dai visitatori. Non poteva mancare la paella tradizionale, i prodotti della terra greca ed i churros spagnoli, ma ci saranno anche sapori da fuori Europa. Per la prima volta, infatti, a Novara saranno presenti la cucina brasiliana e quella argentina. A rappresentare l’Italia ci sarà la classica bistecca alla fiorentina e numerose carni alla brace, la ribollita ed altri prodotti della cucina toscana.

Per quanto riguarda la birra, se ne potranno gustare di ogni tipo: da quella artigianale della Repubblica Ceca a quella bavarese dello storico Siggy Holdt (presente fin dal 2001 al Mercato Internazionale di Novara) e sempre molto apprezzata dai visitatori. Per l’Italia ci sarà la birra Barbanera, un marchio nuovissimo di birra artigianale novarese ed oltre a quella della zona del torinese.

Tra i banchi dei dolci ci sarà, dall’Ungheria, il classico Kurtos; quello tedesco delle caramelle originali della Haribo; dei Pofferties (minicrepes) olandesi e dei cocoretti belgi.  Continuando poi la visita agli stand si incrociano i knodel ed i Brezen austriaci, seguiti dai biscotti bretoni e lo speck con pane nero austriaci.

L’Italia sarà presente ben con 15 regioni. Il Piemonte con i profumi dei prodotti gastronomici della regione di Azzurra, oltre alle miniciambelle, le pannocchie e il vino del Monferrato; la Liguria con le focacce di Recco e altre specialità; il classico lampredotto ed altre ghiottonerie della Toscana oltre al rinomatissimo stand del cachemire e delle maglie in cotone; la Campania con le sfogliatelle calde ed altri dolci; i salumi piccanti della Calabria con la nduia, la liquirizia di Colaleo e la frutta disidratata di Monzo; i cannoli e dolci della Sicilia ed i prodotti tipici della Sardegna. Ripercorriamo nuovamente l’Italia e ci imbattiamo nello stand dei tipici prodotti da Basilicata, Puglia, Umbria, Marche, Veneto, Trentino Alto Adige. Finiamo in Lombardia con il miele ed un banco che farà la gioia di molti con le patatine fritte cotte e servite in modo originale e l’ottima gastronomia della Valle d’Aosta.

Per la prima volta a Novara parteciperà alla storica decima edizione Karolin Brena, di origini filippine, che lavorerà il vetro con le sue abili mani costruendo sul momento oggetti davvero originali. Un’altra novità sarà lo stand delle ceramiche di Bassano.

«Anche quest’anno, quindi - precisa nello scritto Luigi Minicucci, direttore di Confesercenti Novara e Vco - il meglio della tradizione italiana ed internazionale sarà presente all’Euromercato di Novara che compie 14 anni ed è giunto alla decima edizione». Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito Internet www.euromercato.eu curato, come la grafica, da Staff Millennium.

cl.br.