Fondo regionale per le vittime dell’attentato di Tunisi

Fondo regionale per le vittime dell’attentato di Tunisi
Altro 04 Aprile 2015 ore 22:23

Su proposta dell’assessore alla Polizia Locale, Giovanni Maria Ferraris, di concerto con il presidente Chiamparino e con tutta la Giunta Regionale, il Consiglio Regionale ha approvato un emendamento al bilancio per implementare a saldi invariati il Fondo di solidarietà per le vittime del terrorismo e contribuire, così, a sostenere le famiglie delle vittime piemontesi dell’attentato di Tunisi. Il Fondo, previsto dall’art. 4 della l.r. 23/2007, è stato istituito nell’ambito degli interventi promossi dalla Regione Piemonte per fornire assistenza e aiuto alle vittime di reati riconducibili anche alla criminalità di matrice terroristica. La gestione del Fondo è stata definita con Regolamento del 2008 e prevede, anche, un contributo economico. Il capitolo di bilancio corrispondente viene implementato laddove vi siano drammatici accadimenti che lo rendano necessario.

s.d.

Su proposta dell’assessore alla Polizia Locale, Giovanni Maria Ferraris, di concerto con il presidente Chiamparino e con tutta la Giunta Regionale, il Consiglio Regionale ha approvato un emendamento al bilancio per implementare a saldi invariati il Fondo di solidarietà per le vittime del terrorismo e contribuire, così, a sostenere le famiglie delle vittime piemontesi dell’attentato di Tunisi. Il Fondo, previsto dall’art. 4 della l.r. 23/2007, è stato istituito nell’ambito degli interventi promossi dalla Regione Piemonte per fornire assistenza e aiuto alle vittime di reati riconducibili anche alla criminalità di matrice terroristica. La gestione del Fondo è stata definita con Regolamento del 2008 e prevede, anche, un contributo economico. Il capitolo di bilancio corrispondente viene implementato laddove vi siano drammatici accadimenti che lo rendano necessario.

s.d.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli