“Giornata del cuore” in piazza Puccini (FOTOGALLERY)

“Giornata del cuore” in piazza Puccini (FOTOGALLERY)
Altro 25 Maggio 2015 ore 08:14

NOVARA - Parola d’ordine ‘prevenzione’. Questo, ancora una volta, è stato l’obiettivo dell’edizione 2015 della “Giornata del Cuore”, ospitata domenica mattina 24 maggio nella centralissima piazza Puccini.

A promuoverla, come sempre, l’associazione Club Amici del Cuore. L’iniziativa si è svolta dalle 9 alle 13. Scopo dell’evento, che ha visto passare in zona molti novaresi, fare prevenzione sulle malattie cardiovascolari. Tutti coloro che hanno voluto partecipare sono stati sottoposti, gratuitamente, al controllo della pressione arteriosa, del colesterolo e della glicemia.

La coda, all’esterno del tendone che ospitava l’iniziativa, era già presente da poco prima delle 9. A effettuare le visite e a fornire consigli su una corretta alimentazione e sul come tutelarsi dalle malattie del cuore, personale infermieristico e il dottor Franco Aina, cardiologo, che ha dato suggerimenti preziosi a tutti coloro che, dagli esami, hanno mostrato valori fuori dalla norma. A collaborare all’ottima riuscita della Giornata, la sezione locale della Croce rossa di Novara, che ha messo a disposizione materiale e personale.

Fuori dal tendone dedicato alle visite anche una serie di cartelloni con i consigli da seguire per prevenire malattie del cuore. Tra i molti suggerimenti, quelli relativi all’importanza dell’attività fisica. “L’esercizio fisico migliora il flusso sanguigno, migliora la forza di contrattilità del cuore, migliora l’ossigenazione dei muscoli, produce un effetto allenante sul cuore”. La sedentarietà, invece, dall’altro canto, “è un fattore di rischio per il cuore, per la circolazione del sangue. Indebolisce il cuore, riducendo la forza di contrazione. Il cuore riceve e manda meno sangue nel corpo”. 

Tra le tante iniziative messe in cantiere e realizzate dal Club Amici del Cuore, in compartecipazione con la Fondazione Banca Popolare di Novara e grazie anche alla generosità di molte aziende e molti privati del territorio, anche la donazione di un moderno ecocardiografo al reparto di cardiologia riabilitativa dell’ospedale Maggiore di Novara, con sede staccata a Galliate.

Progetti, eventi, manifestazioni, promosse per realizzare l’obiettivo che il Club Amici del Cuore si propone sin dal 1993, anno della sua fondazione: fare prevenzione ed essere d’aiuto a tutti coloro che hanno problemi dal punto di vista cardiologico.

>>> CLICCA PER VEDERE LE IMMAGINI

mo.c.


NOVARA - Parola d’ordine ‘prevenzione’. Questo, ancora una volta, è stato l’obiettivo dell’edizione 2015 della “Giornata del Cuore”, ospitata domenica mattina 24 maggio nella centralissima piazza Puccini.

A promuoverla, come sempre, l’associazione Club Amici del Cuore. L’iniziativa si è svolta dalle 9 alle 13. Scopo dell’evento, che ha visto passare in zona molti novaresi, fare prevenzione sulle malattie cardiovascolari. Tutti coloro che hanno voluto partecipare sono stati sottoposti, gratuitamente, al controllo della pressione arteriosa, del colesterolo e della glicemia.

La coda, all’esterno del tendone che ospitava l’iniziativa, era già presente da poco prima delle 9. A effettuare le visite e a fornire consigli su una corretta alimentazione e sul come tutelarsi dalle malattie del cuore, personale infermieristico e il dottor Franco Aina, cardiologo, che ha dato suggerimenti preziosi a tutti coloro che, dagli esami, hanno mostrato valori fuori dalla norma. A collaborare all’ottima riuscita della Giornata, la sezione locale della Croce rossa di Novara, che ha messo a disposizione materiale e personale.

Fuori dal tendone dedicato alle visite anche una serie di cartelloni con i consigli da seguire per prevenire malattie del cuore. Tra i molti suggerimenti, quelli relativi all’importanza dell’attività fisica. “L’esercizio fisico migliora il flusso sanguigno, migliora la forza di contrattilità del cuore, migliora l’ossigenazione dei muscoli, produce un effetto allenante sul cuore”. La sedentarietà, invece, dall’altro canto, “è un fattore di rischio per il cuore, per la circolazione del sangue. Indebolisce il cuore, riducendo la forza di contrazione. Il cuore riceve e manda meno sangue nel corpo”. 

Tra le tante iniziative messe in cantiere e realizzate dal Club Amici del Cuore, in compartecipazione con la Fondazione Banca Popolare di Novara e grazie anche alla generosità di molte aziende e molti privati del territorio, anche la donazione di un moderno ecocardiografo al reparto di cardiologia riabilitativa dell’ospedale Maggiore di Novara, con sede staccata a Galliate.

Progetti, eventi, manifestazioni, promosse per realizzare l’obiettivo che il Club Amici del Cuore si propone sin dal 1993, anno della sua fondazione: fare prevenzione ed essere d’aiuto a tutti coloro che hanno problemi dal punto di vista cardiologico.

>>> CLICCA PER VEDERE LE IMMAGINI

mo.c.