Giovedì in Biblioteca, si parte con Crivelli

Giovedì in Biblioteca, si parte con Crivelli
Altro 30 Settembre 2015 ore 16:17

NOVARA - Nuovo appuntamento con i Giovedì: il ciclo nella Sezione Novarese della Biblioteca Negroni di Novara. Si apre domani, 1° ottobre, alle 18 con il novarese Renzo S. Crivelli, novarese, ordinario di Letteratura Inglese all’Università di Trieste e direttore del Dipartimento di Letterature Straniere, Comparatistica e Studi Culturali: autore di molti saggi e collaboratore del supplemento letterario domenicale del “Sole24Ore”, presenterà a Novara il suo nuovo libro “T. S. Eliot” (Salerno Editrice). Un autore ancora attuale, a 50 anni dalla morte. La sua poesia, insieme a quella dei grandi sperimentatori suoi contemporanei, Virginia Woolf e James Joyce, ha segnato. nello spartiacque tra “laicità” e religione, la prima metà del XX secolo. Da “Waste Land” a “Murder in the Cathedral”: Crivelli getta nuova luce sui collegamenti con la Grande Guerra, nel contesto del suo centenario, che viene letta “in filigrana” laddove la critica ufficiale ha spesso sottolineato un “distacco” eliotiano dalla realtà storica. Uno spazio ampio viene riservato anche alla produzione teatrale di Eliot (da Gerontion a The Hollow Men). La formula dei Giovedì in Biblioteca è quella collaudata: l’incontro con l’autore proseguirà giovedì 5 novembre con Bianca Garavelli e il suo romanzo “Le terzine perdute di Dante” (Bur Rizzoli) e giovedì 3 dicembre con Antonio Ferrara e il nuovo “Mia” (edizioni Settenove), concentrato a raccontare il femminicidio. I secondi giovedì del mese sono dedicati al Libroforum, ricco di argomenti e di spunti, curato da Maria Adele Garavaglia, che dalle 16 discute di vari libri scelti mese per mese: si inizia con "Nando dell’Andromeda" di Dante Graziosi giovedì 8 ottobre. Per i terzi giovedì quest’anno c’è una novità: gli incontri sono curati dai volontari della Biblioteca che spiegheranno al pubblico le loro ricerche svolte su periodici, giornali, bollettini e documenti della Sezione Novarese, a partire da giovedì 15 ottobre alle 18 con “Il caso dell’Illustrazione Ossolana” (1913 – 1915). I quarti giovedì sono dedicati agli incontri tra storia e letteratura, a cura di Anna Cardano. Il primo incontro è giovedì 22 ottobre alle 18 con “Storie di maestre” a partire dai libri di Elena Gianini Belotti, “Prima della quiete. Storia di Italia Donati” (Rizzoli), ed Edmondo De Amicis, “Amore e ginnastica” (Einaudi). Il quinto giovedì di ottobre sarà dedicato alla presentazione del volume “La Novara dei Templari” (Interlinea): a colloquio con l’autore, Salvatore Fiori, Franco Dessilani.
e.gr.

NOVARA - Nuovo appuntamento con i Giovedì: il ciclo nella Sezione Novarese della Biblioteca Negroni di Novara. Si apre domani, 1° ottobre, alle 18 con il novarese Renzo S. Crivelli, novarese, ordinario di Letteratura Inglese all’Università di Trieste e direttore del Dipartimento di Letterature Straniere, Comparatistica e Studi Culturali: autore di molti saggi e collaboratore del supplemento letterario domenicale del “Sole24Ore”, presenterà a Novara il suo nuovo libro “T. S. Eliot” (Salerno Editrice). Un autore ancora attuale, a 50 anni dalla morte. La sua poesia, insieme a quella dei grandi sperimentatori suoi contemporanei, Virginia Woolf e James Joyce, ha segnato. nello spartiacque tra “laicità” e religione, la prima metà del XX secolo. Da “Waste Land” a “Murder in the Cathedral”: Crivelli getta nuova luce sui collegamenti con la Grande Guerra, nel contesto del suo centenario, che viene letta “in filigrana” laddove la critica ufficiale ha spesso sottolineato un “distacco” eliotiano dalla realtà storica. Uno spazio ampio viene riservato anche alla produzione teatrale di Eliot (da Gerontion a The Hollow Men). La formula dei Giovedì in Biblioteca è quella collaudata: l’incontro con l’autore proseguirà giovedì 5 novembre con Bianca Garavelli e il suo romanzo “Le terzine perdute di Dante” (Bur Rizzoli) e giovedì 3 dicembre con Antonio Ferrara e il nuovo “Mia” (edizioni Settenove), concentrato a raccontare il femminicidio. I secondi giovedì del mese sono dedicati al Libroforum, ricco di argomenti e di spunti, curato da Maria Adele Garavaglia, che dalle 16 discute di vari libri scelti mese per mese: si inizia con "Nando dell’Andromeda" di Dante Graziosi giovedì 8 ottobre. Per i terzi giovedì quest’anno c’è una novità: gli incontri sono curati dai volontari della Biblioteca che spiegheranno al pubblico le loro ricerche svolte su periodici, giornali, bollettini e documenti della Sezione Novarese, a partire da giovedì 15 ottobre alle 18 con “Il caso dell’Illustrazione Ossolana” (1913 – 1915). I quarti giovedì sono dedicati agli incontri tra storia e letteratura, a cura di Anna Cardano. Il primo incontro è giovedì 22 ottobre alle 18 con “Storie di maestre” a partire dai libri di Elena Gianini Belotti, “Prima della quiete. Storia di Italia Donati” (Rizzoli), ed Edmondo De Amicis, “Amore e ginnastica” (Einaudi). Il quinto giovedì di ottobre sarà dedicato alla presentazione del volume “La Novara dei Templari” (Interlinea): a colloquio con l’autore, Salvatore Fiori, Franco Dessilani.
e.gr.