I 60 anni dell'Avis a Novara celebrati in un mostra

I 60 anni dell'Avis a Novara celebrati in un mostra
Altro 02 Settembre 2015 ore 15:30

NOVARA - Si aprirà sabato 5 settembre al Museo di storia naturale Faraggiana Ferrandi (in via G. Ferrari) la mostra “Avis 60”, realizzata in collaborazione con l’Associazione fotografica AF Riflessi di Romentino, per celebrare i 60 anni di storia della Sezione Comunale di Novara.

Le origini dell'Avis Comunale di Novara risalgono al 1933, con la presidenza del professor Paolo Pietra, primario dell'allora Ospedale Civile della Carità e membro del Consiglio dell'Avis Nazionale (fondato dal dottor Vittorio Formentano nel 1927), ma solo nel 1955 l’Associazione venne riconosciuta formalmente con atto notarile. Questa è la data da cui si trae spunto per iniziare a raccontare sei decadi di storia di Avis a Novara.

L’esperienza di quanti nel corso del tempo hanno accompagnato l’Associazione compiendo piccoli gesti di solidarietà, che si rivelano grandi nel loro intento: salvare vite umane. Sei donatori novaresi hanno raccontato la loro attività di volontariato in Avis; ai fotografi di AF Riflessi è toccato il compito di trasformare le loro emozioni in immagini. Questi i loro nomi; per gli anni 55/65 Sergio Basla è stato fotografato da Federica Fasolo e Maurizio Lenzi; per gli anni 65/75 Giuliana Pisoni è stata fotografata da Agostino Airoldi ed Emiliano Maiolo; per gli anni 75/85 Giovanni Bresich è stato immortalato da Fabio Fabiani e Fabio Saccà; per gli anni 85/95 Andrea Bignoli da Luca Martone e Rossella Paderno; per gli anni 1995/2005 Paola Garofalo da Alberto Cataldi e Andrea Silvestri; infine per gli anni 2005/2015 Ailia Giubertoni da Paola Assecondi e Mirco Bezzon. 

I sei protagonisti e i quattordici fotografi ed i responsabili di AF Riflessi hanno reso possibile la realizzazione di questa mostra, partecipando con impegno alle diverse attività, condividendo insieme un breve ma intenso periodo di collaborazione e conoscenza reciproca.
Il Comune di Novara patrocina la mostra. La mostra è visitabile fino al 17 ottobre, successivamente sarà allestita presso i locali dell’Università “A. Avogadro” in Via Perrone a Novara, per un'unica giornata durante l’annuale “Festa del donatore” che si celebrerà il 24 ottobre.

NOVARA - Si aprirà sabato 5 settembre al Museo di storia naturale Faraggiana Ferrandi (in via G. Ferrari) la mostra “Avis 60”, realizzata in collaborazione con l’Associazione fotografica AF Riflessi di Romentino, per celebrare i 60 anni di storia della Sezione Comunale di Novara.

Le origini dell'Avis Comunale di Novara risalgono al 1933, con la presidenza del professor Paolo Pietra, primario dell'allora Ospedale Civile della Carità e membro del Consiglio dell'Avis Nazionale (fondato dal dottor Vittorio Formentano nel 1927), ma solo nel 1955 l’Associazione venne riconosciuta formalmente con atto notarile. Questa è la data da cui si trae spunto per iniziare a raccontare sei decadi di storia di Avis a Novara.

L’esperienza di quanti nel corso del tempo hanno accompagnato l’Associazione compiendo piccoli gesti di solidarietà, che si rivelano grandi nel loro intento: salvare vite umane. Sei donatori novaresi hanno raccontato la loro attività di volontariato in Avis; ai fotografi di AF Riflessi è toccato il compito di trasformare le loro emozioni in immagini. Questi i loro nomi; per gli anni 55/65 Sergio Basla è stato fotografato da Federica Fasolo e Maurizio Lenzi; per gli anni 65/75 Giuliana Pisoni è stata fotografata da Agostino Airoldi ed Emiliano Maiolo; per gli anni 75/85 Giovanni Bresich è stato immortalato da Fabio Fabiani e Fabio Saccà; per gli anni 85/95 Andrea Bignoli da Luca Martone e Rossella Paderno; per gli anni 1995/2005 Paola Garofalo da Alberto Cataldi e Andrea Silvestri; infine per gli anni 2005/2015 Ailia Giubertoni da Paola Assecondi e Mirco Bezzon. 

I sei protagonisti e i quattordici fotografi ed i responsabili di AF Riflessi hanno reso possibile la realizzazione di questa mostra, partecipando con impegno alle diverse attività, condividendo insieme un breve ma intenso periodo di collaborazione e conoscenza reciproca.
Il Comune di Novara patrocina la mostra. La mostra è visitabile fino al 17 ottobre, successivamente sarà allestita presso i locali dell’Università “A. Avogadro” in Via Perrone a Novara, per un'unica giornata durante l’annuale “Festa del donatore” che si celebrerà il 24 ottobre.