Altro

Il “corvo” torna a volare su Romagnano

Il “corvo” torna a volare su Romagnano
Altro 28 Aprile 2016 ore 19:50

Torna a volare su Romagnano Sesia il "corvo”. Le sue lettere mancavano all’appello ormai da qualche anno e nei giorni scorsi, sulla cittadina ai piedi della Valsesia, ne sono giunte un centinaio, in forma rigorosamente anonima, contro tutti e tutto. Sul fatto stanno indagando i carabinieri del locale comando. Ad essere presi di mira sono giornali, associazioni, amministrazione comunale e parroco (attuale ed emerito). Non mancano errori grammaticali, punti esclamativi ripetuti, frasi del tipo “magna magna” e soprattutto accuse infamanti nei confronti di personaggi più o meno noti del paese: dal sindaco che aumenterebbe le tasse a dismisura, a suo dire, per finanziare immigrati clan

Torna a volare su Romagnano Sesia il "corvo”. Le sue lettere mancavano all’appello ormai da qualche anno e nei giorni scorsi, sulla cittadina ai piedi della Valsesia, ne sono giunte un centinaio, in forma rigorosamente anonima, contro tutti e tutto. Sul fatto stanno indagando i carabinieri del locale comando. Ad essere presi di mira sono giornali, associazioni, amministrazione comunale e parroco (attuale ed emerito). Non mancano errori grammaticali, punti esclamativi ripetuti, frasi del tipo “magna magna” e soprattutto accuse infamanti nei confronti di personaggi più o meno noti del paese: dal sindaco che aumenterebbe le tasse a dismisura, a suo dire, per finanziare immigrati clandestini; al parroco e al denaro della Parrocchia; ad alcuni consiglieri comunali…e persino colpendo le suore “un po’ abbronzate”, alludendo chiaramente a quelle straniere. Ci sono poi le associazioni, con al centro i loro rappresentanti: tra queste il comitato Venerdì Santo. Ce n’è per tutti. Le buste, secondo una prima verifica, arrivano per lo più da Torino, citta dalle quale sono state spedite. Ovviamente in maniera rigorosamente anonima. Il silenzio “del corvo”e durato qualche anno ed è tornato creando pettegolezzo e qualche arrabbiatura. Con annessa indagine, per capire davvero di chi si tratti e chi si prenda la libertà di scrivere, senza prendersene la responsabilità.

Paolo Usellini