Il piano ‘Musa’ a Striscia la Notizia sabato sera

Il piano ‘Musa’ a Striscia la Notizia sabato sera
01 Febbraio 2015 ore 03:56

NOVARA – E’ andato in onda sabato sera 31 gennaio il servizio registrato a Novara dalla troupe di Striscia la notizia con l’inviato Max Laudadio; troupe che aveva fatto tappa in città, chiamata dal Comitato No Musa, lunedì scorso 26 gennaio.

A introdurre il servizio, uno dei primi della puntata del noto tg satirico, i due presentatori, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, che hanno annunciato che si sarebbe parlato di “strani parcheggi”.

Si vede, quindi, Laudadio, che mostra alla telecamera i molti parcheggi blu apparsi nelle scorse settimane in città. In particolare quelli, che, per qualche errore del personale, sono stati disegnati davanti a cancelli o in prossimità di incroci. L’inviato ha poi intervistato i rappresentanti dei No Musa, spiegando le iniziative messe in campo dal Comitato, quindi, si è recato in Comune, dove ha intervistato il sindaco Andrea Ballarè, che ha risposto alle domande che gli venivano poste.

Il primo cittadino, in particolare, ha ribadito come il piano partirà. “Il piano adesso parte. Poi vedremo come andrà. Se serviranno delle modifiche, qualche aggiustamento, lo faremo sicuramente. Siamo pronti a sistemare laddove necessiterà”. A Laudadio, che ha continuato a ricordargli dei posteggi davanti ai cancelli: “sono stati errori, prontamente sistemati”.

Sulla puntata di Striscia interviene anche il fondatore del Comitato No Musa e dirigente Ncd De Grandis: “Sicuramente il servizio di Striscia – sostiene in una nota stampa – permette di tenere alta l’attenzione su una questione che tocca tutti i novaresi e tantissime altre persone che per tanti e validi motivi gravitano intorno alla città. Il servizio di Max Laudadio accende i riflettori su una questione che non tocca soltanto Novara, ma tantissime altre città italiane: l’aumento spropositato delle strisce blu e il grande ampliamento delle zone di rilevanza urbanistica. Senza dubbio – sostiene ancora De Grandis – il “tripudio di parcheggi blu che sembrano non avere alcuna logica”, come dice nel servizio Max Laudadio, non fanno fare bella figura al primo cittadino.

mo.c.

NOVARA – E’ andato in onda sabato sera 31 gennaio il servizio registrato a Novara dalla troupe di Striscia la notizia con l’inviato Max Laudadio; troupe che aveva fatto tappa in città, chiamata dal Comitato No Musa, lunedì scorso 26 gennaio.

A introdurre il servizio, uno dei primi della puntata del noto tg satirico, i due presentatori, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, che hanno annunciato che si sarebbe parlato di “strani parcheggi”.

Si vede, quindi, Laudadio, che mostra alla telecamera i molti parcheggi blu apparsi nelle scorse settimane in città. In particolare quelli, che, per qualche errore del personale, sono stati disegnati davanti a cancelli o in prossimità di incroci. L’inviato ha poi intervistato i rappresentanti dei No Musa, spiegando le iniziative messe in campo dal Comitato, quindi, si è recato in Comune, dove ha intervistato il sindaco Andrea Ballarè, che ha risposto alle domande che gli venivano poste.

Il primo cittadino, in particolare, ha ribadito come il piano partirà. “Il piano adesso parte. Poi vedremo come andrà. Se serviranno delle modifiche, qualche aggiustamento, lo faremo sicuramente. Siamo pronti a sistemare laddove necessiterà”. A Laudadio, che ha continuato a ricordargli dei posteggi davanti ai cancelli: “sono stati errori, prontamente sistemati”.

Sulla puntata di Striscia interviene anche il fondatore del Comitato No Musa e dirigente Ncd De Grandis: “Sicuramente il servizio di Striscia – sostiene in una nota stampa – permette di tenere alta l’attenzione su una questione che tocca tutti i novaresi e tantissime altre persone che per tanti e validi motivi gravitano intorno alla città. Il servizio di Max Laudadio accende i riflettori su una questione che non tocca soltanto Novara, ma tantissime altre città italiane: l’aumento spropositato delle strisce blu e il grande ampliamento delle zone di rilevanza urbanistica. Senza dubbio – sostiene ancora De Grandis – il “tripudio di parcheggi blu che sembrano non avere alcuna logica”, come dice nel servizio Max Laudadio, non fanno fare bella figura al primo cittadino.

mo.c.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità