In Diocesi scelte sei “Porte Sante”

In Diocesi scelte sei “Porte Sante”
Altro 15 Luglio 2015 ore 21:59

NOVARA – Sono state scelte, come indicato nella bolla «Misericordiae Vultus», le “Porte Sante” della Diocesi di Novara. Lo ha comunicato il vicario generale, monsignor Fausto Cossalter, con una sua lettera a tutti i parroci della nostra diocesi (che comprende le province di Novara, Vco e Vercelli).

LA “PORTA DELLA MISERICORDIA” DELLA CATTEDRALE
Papa Francesco, infatti, ha stabilito che, differenza dello scorso giubileo ordinario, (quello del 2000), questo anno santo abbia una dimensione anche locale. Infatti, come si legge nella bolla di indizione, «stabilisco che in ogni Chiesa particolare, nella Cattedrale che è la Chiesa Madre per tutti i fedeli … si apra per tutto l’Anno Santo una uguale Porta della Misericordia» (MV,3). «Il Giubileo, pertanto, – aggiunge papa Francesco – sarà celebrato a Roma così come nelle Chiese particolari quale segno visibile della comunione di tutta la Chiesa» (MV,3).
Così, in concomitanza con l’apertura della porta santa della Basilica di San Giovanni in Laterano, cattedrale di Roma e madre di tutte le cattedrali del mondo, a Novara, sarà aperta la porta santa della Misericordia nella chiesa cattedrale domenica 13 dicembre 2015 alle 18 dal nostro vescovo Franco Giulio Brambilla.

NOVARA – Sono state scelte, come indicato nella bolla «Misericordiae Vultus», le “Porte Sante” della Diocesi di Novara. Lo ha comunicato il vicario generale, monsignor Fausto Cossalter, con una sua lettera a tutti i parroci della nostra diocesi (che comprende le province di Novara, Vco e Vercelli).

LA “PORTA DELLA MISERICORDIA” DELLA CATTEDRALE
Papa Francesco, infatti, ha stabilito che, differenza dello scorso giubileo ordinario, (quello del 2000), questo anno santo abbia una dimensione anche locale. Infatti, come si legge nella bolla di indizione, «stabilisco che in ogni Chiesa particolare, nella Cattedrale che è la Chiesa Madre per tutti i fedeli … si apra per tutto l’Anno Santo una uguale Porta della Misericordia» (MV,3). «Il Giubileo, pertanto, – aggiunge papa Francesco – sarà celebrato a Roma così come nelle Chiese particolari quale segno visibile della comunione di tutta la Chiesa» (MV,3).
Così, in concomitanza con l’apertura della porta santa della Basilica di San Giovanni in Laterano, cattedrale di Roma e madre di tutte le cattedrali del mondo, a Novara, sarà aperta la porta santa della Misericordia nella chiesa cattedrale domenica 13 dicembre 2015 alle 18 dal nostro vescovo Franco Giulio Brambilla.

LA “PORTA DELLA MISERICORDIA” NEI SANTUARI DIOCESANI
La bolla papale aggiunge che a scelta del vescovo, una analoga porta della misericordia «potrà essere aperta anche nei Santuari, mete di tanti pellegrini, che in questi luoghi sacri spesso sono toccati nel cuore dalla grazia e trovano la via della conversione». (MV,3)
Per la Diocesi ne sono state scelte altre cinque, che saranno aperte secondo questo calendario: venerdì 25 dicembre 2015 alle 11, al Sacro Monte di Orta; domenica 27 dicembre 2015 alle 15,30, al Santuario del Santissimo Crocifisso di Boca; venerdì 1° gennaio 2016 alle 16, al Santuario Madonna del Sangue di Re; mercoledì 6 gennaio 2016 alle 16, al Sacro Monte di Varallo Sesia; giovedì 7 gennaio 2016 alle 19,30 (circa), al Santuario della Santissima Pietà di Cannobio.

LE CAPPELLE DELL’ASCOLTO E DELLA RICONCILIAZIONE
Una novità emersa dal Consiglio episcopale e dal Comitato per l’Anno Santo è quella di «individuare in alcuni grossi centri della diocesi, in ogni vicariato, delle cappelle dell’ascolto e della Riconciliazione per favorire l’accesso alla Misericordia del Padre. Queste “penitenzierie” potranno essere individuate nel prossimo incontro di ogni vicariato in settembre». Nei luoghi indicati saranno proposti dei cammini preparatori attraverso sussidi cartacei e visivi per aiutare la preparazione dei penitenti. Da settembre saranno disponibili a tutti.

IL PELLEGRINAGGIO
«Il pellegrinaggio – scrive papa Francesco – è un segno peculiare nell’Anno Santo, perché è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza».(MV, 14)
Monsignor Cossalter a tal scopo invita «ogni comunità a programmare dei pellegrinaggi in una delle sei chiese giubilari diocesane, nel luogo che desiderano». La pastorale giovanile prevede il giubileo dei giovani con un pellegrinaggio a piedi, aperto a tutti, che partendo da varie parti della diocesi, giungerà al Sacro Monte di Orta il 3-4 giugno 2016: in quest’occasione il Vescovo darà il mandato per la Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia. La diocesi ha previsto, invece, un pellegrinaggio diocesano a Roma nei giorni 25-26-27 aprile 2016. L’ufficio di curia competente sta già predisponendo i primi accordi per dare indicazioni al riguardo».
Per tutte le informazioni, in costante aggiornamento, si farà riferimento al sito vaticano www.iubilaeummisericordiae.va e al calendario diocesano sul sito diocesano www.diocesinovara.it.

mo.c.