Inaugurata la seconda isola ecologica di Novara

Inaugurata la seconda isola ecologica di Novara
Altro 08 Ottobre 2015 ore 07:30

NOVARA - E' stata inaugurata nella mattinata di ieri, mercoledì 7 ottobre la nuova isola ecologica realizzata in Via delle Rosette angolo Via delle Americhe.
A tagliare il nastro il sindaco Andrea Ballarè, con il presidente del Consorzio Basso Novarese Enrico Faragona e il presidente dell’Assa Marcello Marzo. 

Fino ad oggi a Novara era presente una sola isola ecologica, in Via Sforzesca; considerato un bacino di utenza di oltre 100.000 abitanti e l’ubicazione decentrata dell’isola, era palese che una sola struttura non fosse sufficiente e questa mancanza sicuramente non era un incentivo per i cittadini a conferire meglio i propri rifiuti differenziati. Per molto tempo, infatti, si è discusso sulla necessità per la Città di Novara di costruire nuove isole ecologiche; ora è stato realizzato il secondo centro di raccolta, situato in zona Nord, diametralmente opposto a quello esistente, in modo da rendere più omogenea l’offerta ai cittadini residenti nelle diverse aree della città.

«Si tratta – ha detto il sindaco – di un risultato molto importante, ottenuto grazie ad una stretta sinergia tra l’Amministrazione Comunale di Novara ed il Consorzio di Bacino Basso Novarese. Novara viene considerata un esempio a livello nazionale per la gestione dei rifiuti. Una gestione virtuosa, anche grazie alla buona volontà e alla collaborazione dei novaresi, che ci permette di essere il Comune con la Tari più bassa del Piemonte, una delle più basse d’Italia. Un servizio come quello dell’isola ecologica ci aiuta a migliorare ancora di più la qualità della raccolta differenziata»

Ad occuparsi di tutte le fasi per la realizzazione dell’opera è stato il Consorzio di Bacino Basso Novarese: dalla progettazione di fattibilità a quella esecutiva, dal rapporto con gli enti territoriali (Regione e Provincia) per la richiesta di contributi all’affidamento dei lavori, dal controllo sulla realizzazione alle fasi finali di collaudo.

Il nuovo centro di raccolta sarà gestito da Assa, cosa che consentirà, da un lato, di mettere a frutto l’esperienza acquisita in anni di operatività, dall’altro, di contenere i costi di gestione; uguale al centro di Via Sforzesca anche la gamma di materiali differenziati conferibili: scarti vegetali, carta e cartone, vetro, metalli, legno, plastiche, materiali ingombranti, rifiuti elettronici e pericolosi (oli esausti, filtri auto, accumulatori, ecc.).

«Abbiamo rispettato i tempi – ha sottolineato il presidente di Assa S.p.A., l’avvocato Marcello Marzo - e ringraziamo il Cbn che  ci ha permesso una programmazione ben fatta e il Comune di Novara che ci ha affidato la gestione, penso sulla base dei miglioramenti di gestione dell’altra isola ecologica, quella di Via Sforzesca, dove dall’agosto 2014 abbiamo modificato e migliorato le modalità e la qualità del servizio ai cittadini e la qualità dei rifiuti conferiti».  

«Il nostro grazie va poi ai cittadini, che usufruiscono bene dei nostri servizi, e ai dipendenti di Assa – ha proseguito Marzo -  Con un accordo sindacale,  infatti, saremo una delle pochissime città d’Italia con l’isola ecologica aperta la domenica (le altre città sono Milano e Padova, in quest’ultimo caso si tratta di una gestione affidata a una ditta privata). L’apertura domenicale è un servizio aggiuntivo molto importante per la città. Considerata infatti l’alta frequenza di accessi all’altra isola nella giornata del sabato, aprendo anche la domenica mattina questa nuova isola ecologica forniamo una ulteriore opportunità alle famiglie che il sabato e la domenica hanno più tempo per dedicarsi alle faccende domestiche. Si completa inoltre ulteriormente il servizio offerto, in quanto si hanno in questo modo due isole ecologiche dislocate in due punti opposti della città, una a Nord e l’altra a Sud. Questo nuovo servizio dovrebbe inoltre, speriamo, far diminuire ulteriormente le discariche abusive che sono fenomeno non solo di inciviltà, ma di assoluta illegalità e su cui siamo intervenuti pesantemente anche con l’azione sinergica del nuovo nucleo ambientale della Polizia Locale».

Dal 12 ottobre la nuova isola ecologica sarà aperta nei giorni di lunedì, martedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 con l’ora legale, e la domenica dalle 9,30 alle 13.

Con il ritorno all’ora solare varierà l’orario di apertura pomeridiano. Pertanto da lunedì 26 ottobre l’Isola Ecologica di Via Delle Americhe sarà  aperta lunedì, martedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, e la domenica dalle 9,30 alle 13. Giornate di chiusura della nuova isola ecologica sono il mercoledì e il giovedì.

NOVARA - E' stata inaugurata nella mattinata di ieri, mercoledì 7 ottobre la nuova isola ecologica realizzata in Via delle Rosette angolo Via delle Americhe.
A tagliare il nastro il sindaco Andrea Ballarè, con il presidente del Consorzio Basso Novarese Enrico Faragona e il presidente dell’Assa Marcello Marzo. 

Fino ad oggi a Novara era presente una sola isola ecologica, in Via Sforzesca; considerato un bacino di utenza di oltre 100.000 abitanti e l’ubicazione decentrata dell’isola, era palese che una sola struttura non fosse sufficiente e questa mancanza sicuramente non era un incentivo per i cittadini a conferire meglio i propri rifiuti differenziati. Per molto tempo, infatti, si è discusso sulla necessità per la Città di Novara di costruire nuove isole ecologiche; ora è stato realizzato il secondo centro di raccolta, situato in zona Nord, diametralmente opposto a quello esistente, in modo da rendere più omogenea l’offerta ai cittadini residenti nelle diverse aree della città.

«Si tratta – ha detto il sindaco – di un risultato molto importante, ottenuto grazie ad una stretta sinergia tra l’Amministrazione Comunale di Novara ed il Consorzio di Bacino Basso Novarese. Novara viene considerata un esempio a livello nazionale per la gestione dei rifiuti. Una gestione virtuosa, anche grazie alla buona volontà e alla collaborazione dei novaresi, che ci permette di essere il Comune con la Tari più bassa del Piemonte, una delle più basse d’Italia. Un servizio come quello dell’isola ecologica ci aiuta a migliorare ancora di più la qualità della raccolta differenziata»

Ad occuparsi di tutte le fasi per la realizzazione dell’opera è stato il Consorzio di Bacino Basso Novarese: dalla progettazione di fattibilità a quella esecutiva, dal rapporto con gli enti territoriali (Regione e Provincia) per la richiesta di contributi all’affidamento dei lavori, dal controllo sulla realizzazione alle fasi finali di collaudo.

Il nuovo centro di raccolta sarà gestito da Assa, cosa che consentirà, da un lato, di mettere a frutto l’esperienza acquisita in anni di operatività, dall’altro, di contenere i costi di gestione; uguale al centro di Via Sforzesca anche la gamma di materiali differenziati conferibili: scarti vegetali, carta e cartone, vetro, metalli, legno, plastiche, materiali ingombranti, rifiuti elettronici e pericolosi (oli esausti, filtri auto, accumulatori, ecc.).

«Abbiamo rispettato i tempi – ha sottolineato il presidente di Assa S.p.A., l’avvocato Marcello Marzo - e ringraziamo il Cbn che  ci ha permesso una programmazione ben fatta e il Comune di Novara che ci ha affidato la gestione, penso sulla base dei miglioramenti di gestione dell’altra isola ecologica, quella di Via Sforzesca, dove dall’agosto 2014 abbiamo modificato e migliorato le modalità e la qualità del servizio ai cittadini e la qualità dei rifiuti conferiti».  

«Il nostro grazie va poi ai cittadini, che usufruiscono bene dei nostri servizi, e ai dipendenti di Assa – ha proseguito Marzo -  Con un accordo sindacale,  infatti, saremo una delle pochissime città d’Italia con l’isola ecologica aperta la domenica (le altre città sono Milano e Padova, in quest’ultimo caso si tratta di una gestione affidata a una ditta privata). L’apertura domenicale è un servizio aggiuntivo molto importante per la città. Considerata infatti l’alta frequenza di accessi all’altra isola nella giornata del sabato, aprendo anche la domenica mattina questa nuova isola ecologica forniamo una ulteriore opportunità alle famiglie che il sabato e la domenica hanno più tempo per dedicarsi alle faccende domestiche. Si completa inoltre ulteriormente il servizio offerto, in quanto si hanno in questo modo due isole ecologiche dislocate in due punti opposti della città, una a Nord e l’altra a Sud. Questo nuovo servizio dovrebbe inoltre, speriamo, far diminuire ulteriormente le discariche abusive che sono fenomeno non solo di inciviltà, ma di assoluta illegalità e su cui siamo intervenuti pesantemente anche con l’azione sinergica del nuovo nucleo ambientale della Polizia Locale».

Dal 12 ottobre la nuova isola ecologica sarà aperta nei giorni di lunedì, martedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 con l’ora legale, e la domenica dalle 9,30 alle 13.

Con il ritorno all’ora solare varierà l’orario di apertura pomeridiano. Pertanto da lunedì 26 ottobre l’Isola Ecologica di Via Delle Americhe sarà  aperta lunedì, martedì, venerdì, sabato dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18, e la domenica dalle 9,30 alle 13. Giornate di chiusura della nuova isola ecologica sono il mercoledì e il giovedì.