Inizio dei saldi a rilento a Novara, meglio negli outlet e sul lago Maggiore

Inizio dei saldi a rilento a Novara, meglio negli outlet e sul lago Maggiore
08 Gennaio 2015 ore 12:51

NOVARA – Un inizio dei saldi invernali migliore rispetto agli scorsi anni. E’ quanto rileva il sondaggio condotto dall’Osservatorio Confesercenti sul Commercio presso gli imprenditori associati. “In tutta Italia i negozianti registrano un avvio positivo delle vendite scontate – così il sito del Corriere della Sera il 4 gennaio – in particolare nei centri storici delle grandi metropoli e delle città d’arte, con la domenica gratuita nei musei che il 3 gennaio ha fatto registrare 20 mila presenze”.

Ciò non sembra però valere per il centro di Novara dove i negozianti con cui abbiamo parlato non hanno registrato il boom di cui hanno parlato quotidiani e tg nazionali.

NOVARA – Un inizio dei saldi invernali migliore rispetto agli scorsi anni. E’ quanto rileva il sondaggio condotto dall’Osservatorio Confesercenti sul Commercio presso gli imprenditori associati. “In tutta Italia i negozianti registrano un avvio positivo delle vendite scontate – così il sito del Corriere della Sera il 4 gennaio – in particolare nei centri storici delle grandi metropoli e delle città d’arte, con la domenica gratuita nei musei che il 3 gennaio ha fatto registrare 20 mila presenze”.

Ciò non sembra però valere per il centro di Novara dove i negozianti con cui abbiamo parlato non hanno registrato il boom di cui hanno parlato quotidiani e tg nazionali.

“Teniamo il passo, di gente ne è venuta ma non così tanta – ci ha detto ad esempio Federico Sciortino, titolare del negozio di abbigliamento Sciorty Uomo in via Prina – comunque non di più rispetto agli altri anni. Soprattutto bisognerebbe lasciare liberi i posteggi, così si uccide il commercio. Si potevano mettere i parcheggi gratuiti almeno il finesettimana di inizio dei saldi come è stato fatto ad esempio a Genova, una città che comunque si trova in difficoltà dopo l’alluvione. Per ora l’aria che respiriamo è gratuita, ma non non si sa ancora per quanto”.

Un po’ meglio è andata sul lago Maggiore: “Ad Arona l’affluenza è stata buona, direi maggiore degli scorsi anni – ci ha detto Andrea Ferri, presidente di Federmoda per la provincia di Novara e titolare di un negozio nel centro della cittadina – Poteva andare ancora meglio martedì 6 gennaio, quando siamo stati penalizzati molto dal mercato settimanale che ha tolto molti parcheggi. Si poteva benissimo anticipare o posticipare di una giornata”. Parlando invece a livello provinciale “siamo sotanzialmente in linea con lo scorso anno, con una performance leggermente migliore sul livello del +4/5%. La partenza dei saldi il 3 gennaio è stata strategica nel senso che così si è potuti partire con il weekend”.

E’ andata bene anche negli outlet: 217.000 persone hanno infatti visitato i due centri Neinver di Vicolungo e Castelguelfo (in provincia di Bologna). A Vicolungo si è assistito a un +11% rispetto ai primi 4 giorni dei saldi invernali del 2014.

Valentina Sarmenghi

Leggi il servizio integrale sul Corriere di Novara di giovedì 8 gennaio  

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità