L’affido familiare e le sue modalità al centro di un incontro promosso da Anfaa

L’affido familiare e le sue modalità al centro di un incontro promosso da Anfaa
Altro 27 Febbraio 2015 ore 15:50

NOVARA – “Spazi nel cuore a sostegno dei bambini: accoglienza, affido, adozione”. Questo il titolo di un incontro informativo gratuito, in programma sabato 7 marzo, dalle 15, al Centro per le famiglie di via della Riotta 19 D, a S. Agabio.
“I bambini, per crescere – spiega una nota stampa hanno bisogno di cure, affetto, ascolto, educazione adeguati. Alcuni di loro, per i motivi più diversi,  non possono avere tutto questo dalle loro famiglie. E’ allora importante che ci sia chi ha ’spazi nel cuore’ per dare ascolto ai bisogni di questi bambini rendendosi disponibili ad accoglierli per i periodi, brevi o lunghi, necessari alla loro crescita. Il riferimento è all’affidamento familiare: si tratta di un’accoglienza temporanea per il periodo necessario a superare i problemi e a migliorare le condizioni di vita e di cura nella sua famiglia di origine. Possono diventare affidatari famiglie con figli; coppie unite in matrimonio o di fatto (anche senza figli) e singoli. Affido familiare significa accogliere e dare aiuto ad un bambino che ha una famiglia in crisi, non a un minore senza famiglia”.

NOVARA – “Spazi nel cuore a sostegno dei bambini: accoglienza, affido, adozione”. Questo il titolo di un incontro informativo gratuito, in programma sabato 7 marzo, dalle 15, al Centro per le famiglie di via della Riotta 19 D, a S. Agabio.
“I bambini, per crescere – spiega una nota stampa hanno bisogno di cure, affetto, ascolto, educazione adeguati. Alcuni di loro, per i motivi più diversi,  non possono avere tutto questo dalle loro famiglie. E’ allora importante che ci sia chi ha ’spazi nel cuore’ per dare ascolto ai bisogni di questi bambini rendendosi disponibili ad accoglierli per i periodi, brevi o lunghi, necessari alla loro crescita. Il riferimento è all’affidamento familiare: si tratta di un’accoglienza temporanea per il periodo necessario a superare i problemi e a migliorare le condizioni di vita e di cura nella sua famiglia di origine. Possono diventare affidatari famiglie con figli; coppie unite in matrimonio o di fatto (anche senza figli) e singoli. Affido familiare significa accogliere e dare aiuto ad un bambino che ha una famiglia in crisi, non a un minore senza famiglia”.
Nell’incontro, promosso dall’Anfaa Novara (Associazione famiglie Adottive e affilianti), si parlerà di tutto questo. Saranno presenti Silvia Scesa, assistente sociale Ufficio Affidamenti Comune di Novara; Anna Stroppa, psicoterapeuta dell’età evolutiva; Giuse Tiraboschi, insegnante, laureata in pedagogia, ed Emilia Pistoia, presidente Anfaa Novara.
L’incontro fa parte del progetto ‘in crescita’ finanziato e dalla Fondazione della Comunità del Novarese e con il contributo del CST (l’ex Centro servizi per il volontariato).

mo.c.