Altro

È la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti

È la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti
Altro 24 Novembre 2015 ore 07:43

NOVARA - E' in corso, sino al 29 novembre, la settima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che ha come tema la dematerializzazione, ovvero come  “fare più con meno”. 
L'iniziative ha l'obiettivo primario di sensibilizzare e mobilitare le istituzioni come il Comune di Novara, gli stakeholder e i consumatori sulle strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti delineate dall'Unione Europea e che gli stati membri sono tenuti ad attuare. 
Ma come si ottiene la “dematerializzazione”, ossia la riduzione o l'eliminazione dell'uso di materiali nello svolgimento di una funzione, nell'erogazione di un servizio, e/o la sostituzione di un bene con un servizio ? 
Un esempio è la digitalizzazione dei documenti e l'informatizzazione dei processi e delle comunicazioni (ad esempio il pagamento di bollette online, l'acquisto di biglietti elettronici ecc.), ma anche la condivisione di uno stesso bene fra più persone con il conseguente passaggio dal possesso all'utilizzo (come il car sharing). Alla dematerializzazione è indirettamente riconducibile anche il miglioramento dell'efficienza con cui si utilizzano le risorse materiali grazie, ad esempio, al riutilizzo di un bene, all'eliminazione o all'alleggerimento di un imballaggio ecc. 
Ed è proprio con la digitalizzazione che Comune di Novara sta ottenendo risultati significativi. 
Con il termine dematerializzazione, infatti,  l'Agenzia per l'Italia digitale intende :“il progressivo incremento della gestione documentale informatizzata - all'interno delle strutture amministrative pubbliche e private - e la conseguente sostituzione dei supporti tradizionali della documentazione amministrativa in favore del documento informatico.” 
Sono pertanto diversi gli ambiti di intervento che si sono attivati in questa direzione e con il fine di raggiungere il livello carta = zero. 
In primo luogo dal 2012 il Comune di Novara ha individuato in Google Enterprise gli strumenti forniti nel software Google Apps for Business per rendere più efficace la comunicazione interna fra i diversi settori, migliorando l'interazione tra i dipendenti e il rapporto con i cittadini : il servizio di posta elettronica Gmail, il sistema di condivisione e creazione di documenti Google Docs e di archiviazione e sincronizzazione Google Drive, il tool di gestione delle agende e sistemi di comunicazione interna istantanea (come chat di testo, voce, video), oltre al potente strumento di Social Network Google Plus, trasversali a tutta la struttura e in dotazione a tutto il personale garantiscono la comunicazione elettronica tra Pubblica Amministrazione e cittadini e per le comunicazioni interne in modalità totalmente informatizzata. 
Inoltre per le comunicazioni istituzionali ogni servizio comunale è stato dotato di casella di Posta Certificata (80 caselle mail PEC). 
Alcune aree di intervento sono le più significative : il Settore Tributi, in collaborazione con il servizio ICT provvede, su istanza del cittadino a trasmettere le comunicazioni relative alle scadenze di pagamento dei tributi comunali a mezzo PEC e posta elettronica. 
Ad esempio per la scadenza della Tassa rifiuti 2015 sono state mandate 5688 e email (3366 email ordinario+ 2322 PEC) , che rapportate al numero medio di fogli stampati (4 per contribuente) consentono un risparmio di 25000 fogli di carta ad ogni emissione. Stesso procedimento per Tasi, lampade votive ed altro. 
Questo procedimento – in aggiunta con la possibilità di pagare on-line l'avviso di pagamento ricevuto – garantisce “Zero carta” per tutto il procedimento amministrativo anche da parte del cittadino. 
Sempre in ambito tributi, si è deciso di dematerializzare anche la produzione allo sportello di documenti cartacei introducendo la Fea (firma elettronica avanzata). 
Nell'ambito della collaborazione tra il Comune di Novara (in primis l'Ufficio Ambiente) ed Assa, volta alla “dematerializzazione”, va ricordato il coinvolgimento degli studenti delle scuole primarie e secondarie (di primo e secondo grado) grazie all'iniziativa Raee, ovvero il progetto, cui ha aderito la Provincia di Novara, per la raccolta permanente dei rifiuti di apparecchiature elettroniche presso gli istituti scolastici per aumentare e migliorare la qualità della raccolta differenziata. A Raee collaborano ben 29 plessi scolastici degli istituti comprensivi della città e i 13 Istituti superiori. 
Sino al 29 novembre, a Palazzo Vochieri, Biblioteca Civica Negroni, in Corso Cavallotti, è a disposizione del pubblico una mostra con esposti gli elaborati grafici sul tema della valorizzazione dei Raee degli studenti del Liceo Artistico Casorati, gli shopper, ovvero borse realizzate con riutilizzo dei vecchi jeans da parte degli alunni dell'Ipia Bellini ed alcuni dei giocattoli rotti che hanno ripreso vita grazie alle riparazioni dell'artista Cosimo Bertone. Lo stesso Bertone nella giornata di oggi, martedì 24 novembre, alle 16.30, a Palazzo Vochieri, illustrerà le attività di “Arte in Assa”, cioè il laboratorio artistico che Assa ha avviato all'interno dei propri spazi di viale Curtatone. 
Anche “Acqua Gratis” è una importante azione di sensibilizzazione per l'incentivo dell'uso dell'acqua di rete cittadina finalizzata alla riduzione delle bottiglie di plastica e di CO2. Sino al 29 novembre, poi, è prevista l'erogazione gratuita dalle 3 case dell'acqua cittadine di via Monte San Gabriele, Via Fara e Via Casorati. 
Infine rimane attivo, presso la Biblioteca Negroni, ogni giovedì, il “bookcrossing”, ovvero lo scambio libero e gratuito di libri a cura dei Volontari della Biblioteca. 
v.s.

NOVARA - E' in corso, sino al 29 novembre, la settima edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, che ha come tema la dematerializzazione, ovvero come  “fare più con meno”. 
L'iniziative ha l'obiettivo primario di sensibilizzare e mobilitare le istituzioni come il Comune di Novara, gli stakeholder e i consumatori sulle strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti delineate dall'Unione Europea e che gli stati membri sono tenuti ad attuare. 
Ma come si ottiene la “dematerializzazione”, ossia la riduzione o l'eliminazione dell'uso di materiali nello svolgimento di una funzione, nell'erogazione di un servizio, e/o la sostituzione di un bene con un servizio ? 
Un esempio è la digitalizzazione dei documenti e l'informatizzazione dei processi e delle comunicazioni (ad esempio il pagamento di bollette online, l'acquisto di biglietti elettronici ecc.), ma anche la condivisione di uno stesso bene fra più persone con il conseguente passaggio dal possesso all'utilizzo (come il car sharing). Alla dematerializzazione è indirettamente riconducibile anche il miglioramento dell'efficienza con cui si utilizzano le risorse materiali grazie, ad esempio, al riutilizzo di un bene, all'eliminazione o all'alleggerimento di un imballaggio ecc. 
Ed è proprio con la digitalizzazione che Comune di Novara sta ottenendo risultati significativi. 
Con il termine dematerializzazione, infatti,  l'Agenzia per l'Italia digitale intende :“il progressivo incremento della gestione documentale informatizzata - all'interno delle strutture amministrative pubbliche e private - e la conseguente sostituzione dei supporti tradizionali della documentazione amministrativa in favore del documento informatico.” 
Sono pertanto diversi gli ambiti di intervento che si sono attivati in questa direzione e con il fine di raggiungere il livello carta = zero. 
In primo luogo dal 2012 il Comune di Novara ha individuato in Google Enterprise gli strumenti forniti nel software Google Apps for Business per rendere più efficace la comunicazione interna fra i diversi settori, migliorando l'interazione tra i dipendenti e il rapporto con i cittadini : il servizio di posta elettronica Gmail, il sistema di condivisione e creazione di documenti Google Docs e di archiviazione e sincronizzazione Google Drive, il tool di gestione delle agende e sistemi di comunicazione interna istantanea (come chat di testo, voce, video), oltre al potente strumento di Social Network Google Plus, trasversali a tutta la struttura e in dotazione a tutto il personale garantiscono la comunicazione elettronica tra Pubblica Amministrazione e cittadini e per le comunicazioni interne in modalità totalmente informatizzata. 
Inoltre per le comunicazioni istituzionali ogni servizio comunale è stato dotato di casella di Posta Certificata (80 caselle mail PEC). 
Alcune aree di intervento sono le più significative : il Settore Tributi, in collaborazione con il servizio ICT provvede, su istanza del cittadino a trasmettere le comunicazioni relative alle scadenze di pagamento dei tributi comunali a mezzo PEC e posta elettronica. 
Ad esempio per la scadenza della Tassa rifiuti 2015 sono state mandate 5688 e email (3366 email ordinario+ 2322 PEC) , che rapportate al numero medio di fogli stampati (4 per contribuente) consentono un risparmio di 25000 fogli di carta ad ogni emissione. Stesso procedimento per Tasi, lampade votive ed altro. 
Questo procedimento – in aggiunta con la possibilità di pagare on-line l'avviso di pagamento ricevuto – garantisce “Zero carta” per tutto il procedimento amministrativo anche da parte del cittadino. 
Sempre in ambito tributi, si è deciso di dematerializzare anche la produzione allo sportello di documenti cartacei introducendo la Fea (firma elettronica avanzata). 
Nell'ambito della collaborazione tra il Comune di Novara (in primis l'Ufficio Ambiente) ed Assa, volta alla “dematerializzazione”, va ricordato il coinvolgimento degli studenti delle scuole primarie e secondarie (di primo e secondo grado) grazie all'iniziativa Raee, ovvero il progetto, cui ha aderito la Provincia di Novara, per la raccolta permanente dei rifiuti di apparecchiature elettroniche presso gli istituti scolastici per aumentare e migliorare la qualità della raccolta differenziata. A Raee collaborano ben 29 plessi scolastici degli istituti comprensivi della città e i 13 Istituti superiori. 
Sino al 29 novembre, a Palazzo Vochieri, Biblioteca Civica Negroni, in Corso Cavallotti, è a disposizione del pubblico una mostra con esposti gli elaborati grafici sul tema della valorizzazione dei Raee degli studenti del Liceo Artistico Casorati, gli shopper, ovvero borse realizzate con riutilizzo dei vecchi jeans da parte degli alunni dell'Ipia Bellini ed alcuni dei giocattoli rotti che hanno ripreso vita grazie alle riparazioni dell'artista Cosimo Bertone. Lo stesso Bertone nella giornata di oggi, martedì 24 novembre, alle 16.30, a Palazzo Vochieri, illustrerà le attività di “Arte in Assa”, cioè il laboratorio artistico che Assa ha avviato all'interno dei propri spazi di viale Curtatone. 
Anche “Acqua Gratis” è una importante azione di sensibilizzazione per l'incentivo dell'uso dell'acqua di rete cittadina finalizzata alla riduzione delle bottiglie di plastica e di CO2. Sino al 29 novembre, poi, è prevista l'erogazione gratuita dalle 3 case dell'acqua cittadine di via Monte San Gabriele, Via Fara e Via Casorati. 
Infine rimane attivo, presso la Biblioteca Negroni, ogni giovedì, il “bookcrossing”, ovvero lo scambio libero e gratuito di libri a cura dei Volontari della Biblioteca. 
v.s.