Altro

Lavori di ristrutturazione all’ospedale “Maggiore”

Lavori di ristrutturazione all’ospedale “Maggiore”
Altro Novara, 09 Settembre 2016 ore 08:58

NOVARA - L’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità”  informa i propri  utenti che dal 12 settembre inizieranno, nella sede centrale di Novara, i lavori di  ristrutturazione dell’ingresso del padiglione E (Lualdi) - dove hanno sede i reparti di Chirurgia pediatrica, Microbiologia e virologia, Nefrologia-centro trapianti rene, Nefrologia -dialisi, Neuropsichiatria infantile, Oncologia, Ortopedia e traumatologia pediatrica, Ostetricia e ginecologia, Pediatria, Scienza dell’alimentazione e dietetica e  Terapia intensiva neonatale. Gli utenti ed i dipendenti potranno accedere ai reparti utilizzando gli ingressi al padiglione E, posti davanti alla rampa del padiglione D che conduce alla Traumatologia (rampa adiacente alla Chiesa di San Michele). Nella sede del cantiere verranno comunque evidenziate le indicazioni per raggiungere le strutture. I lavori avranno una durata di circa tre mesi. “Ci scusiamo con gli utenti - dicono dall’ospedale - per le momentanee difficoltà che potrebbero essere loro arrecate da un intervento volto a migliorare le prestazioni offerte dall’Azienda”. 
cl.br

NOVARA - L’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità”  informa i propri  utenti che dal 12 settembre inizieranno, nella sede centrale di Novara, i lavori di  ristrutturazione dell’ingresso del padiglione E (Lualdi) - dove hanno sede i reparti di Chirurgia pediatrica, Microbiologia e virologia, Nefrologia-centro trapianti rene, Nefrologia -dialisi, Neuropsichiatria infantile, Oncologia, Ortopedia e traumatologia pediatrica, Ostetricia e ginecologia, Pediatria, Scienza dell’alimentazione e dietetica e  Terapia intensiva neonatale. Gli utenti ed i dipendenti potranno accedere ai reparti utilizzando gli ingressi al padiglione E, posti davanti alla rampa del padiglione D che conduce alla Traumatologia (rampa adiacente alla Chiesa di San Michele). Nella sede del cantiere verranno comunque evidenziate le indicazioni per raggiungere le strutture. I lavori avranno una durata di circa tre mesi. “Ci scusiamo con gli utenti - dicono dall’ospedale - per le momentanee difficoltà che potrebbero essere loro arrecate da un intervento volto a migliorare le prestazioni offerte dall’Azienda”. 
cl.br

Seguici sui nostri canali