Le Chiese cristiane contro la violenza alle donne.

Le Chiese cristiane contro la violenza alle donne.
Altro 22 Febbraio 2015 ore 02:36

NOVARA – La Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e l’Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Italiana firmeranno lunedì 9 marzo, al Senato della Repubblica, un appello congiunto contro la violenza alle donne. Il documento sarà sottoscritto anche da diverse autorità religiose, a nome delle rispettive Chiese cristiane presenti in Italia, appartenenti alle tre grandi tradizioni: ortodossa, riformata e cattolica.

E’ la prima volta che in Italia tutte le Chiese cristiane, nella consapevolezza che la violenza di genere è una questione che coinvolge trasversalmente l’intera società, si mobilitano, sulla base di una piattaforma comune, per contribuire a prevenire e contrastare il fenomeno inquietante delle varie forme di violenze  commesse a danno delle donne, molto spesso nell’ambito familiare. Viene da pensare che l’importante iniziativa sia stata in qualche modo favorita anche dalla particolare sensibilità di papa Francesco sul tema della dignità della donna nella società come nella Chiesa, da lui esternata  nei più diversi contesti.

Novara, su iniziativa del locale gruppo del S.A.E. (Segretariato Attività Ecumeniche), della Chiesa Evangelica Metodista, dell’associazione Liberazione e speranza-Onlus e della parrocchia di San Francesco alla Rizzottaglia, avrà luogo, giovedì 5 marzo, alle 20,45, un incontro con la teologa femminista Elizabeth Green, pastora della Chiesa Battista di Grosseto, che offrirà una riflessione teologico-etico-spirituale sul tema “Donna, perché piangi? Cristianesimo, chiese e violenza contro le donne”. 

Sede dell’incontro, aperto a tutti, la sede della Chiesa Evangelica Metodista di Novara, in via delle Mondariso 6, alla cittadella dell’Artigianato.

mo.c.


NOVARA – La Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia e l’Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il Dialogo interreligioso della Conferenza Episcopale Italiana firmeranno lunedì 9 marzo, al Senato della Repubblica, un appello congiunto contro la violenza alle donne. Il documento sarà sottoscritto anche da diverse autorità religiose, a nome delle rispettive Chiese cristiane presenti in Italia, appartenenti alle tre grandi tradizioni: ortodossa, riformata e cattolica.

E’ la prima volta che in Italia tutte le Chiese cristiane, nella consapevolezza che la violenza di genere è una questione che coinvolge trasversalmente l’intera società, si mobilitano, sulla base di una piattaforma comune, per contribuire a prevenire e contrastare il fenomeno inquietante delle varie forme di violenze  commesse a danno delle donne, molto spesso nell’ambito familiare. Viene da pensare che l’importante iniziativa sia stata in qualche modo favorita anche dalla particolare sensibilità di papa Francesco sul tema della dignità della donna nella società come nella Chiesa, da lui esternata  nei più diversi contesti.

A Novara, su iniziativa del locale gruppo del S.A.E. (Segretariato Attività Ecumeniche), della Chiesa Evangelica Metodista, dell’associazione Liberazione e speranza-Onlus e della parrocchia di San Francesco alla Rizzottaglia, avrà luogo, giovedì 5 marzo, alle 20,45, un incontro con la teologa femminista Elizabeth Green, pastora della Chiesa Battista di Grosseto, che offrirà una riflessione teologico-etico-spirituale sul tema “Donna, perché piangi? Cristianesimo, chiese e violenza contro le donne”. 

Sede dell’incontro, aperto a tutti, la sede della Chiesa Evangelica Metodista di Novara, in via delle Mondariso 6, alla cittadella dell’Artigianato.

mo.c.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli