Menu
Cerca

Le strade di S. Agabio messe in ordine dai giovani musulmani

Le strade di S. Agabio messe in ordine dai giovani musulmani
Altro 11 Luglio 2015 ore 03:42

NOVARA – Un intero pomeriggio impegnati a rendere più pulite le zone dove vivono e dove si trova la sede che ospita le loro attività, il Centro culturale Al Amal di via Della Riotta 10, a S. Agabio.
E’ quanto hanno fatto giovedì, armati di ramazze, sacchetti e palette, i ragazzi e le ragazze che frequentano la struttura novarese, guidati da Mohamed Ahmad, responsabile della sezione novarese dei Giovani Musulmani d’Italia (GMI), e da Ahmed Ouda, presidente del Centro culturale Al Amal. Insieme, incontrando la comunità santagabiese, hanno pulito via Della Riotta, il parco che si trova in zona e anche via Falcone e altre strade limitrofe.
Come commentano sulla pagina Facebook dei GMI di Novara:
“Non era solo un momento di pulizia, ma anche divertimento, risate e condivisione di momenti indimenticabili”.
E, venerdì sera, in piazza Monsignor Brustia, una cena di Iftar (con cui si interrompe il digiuno del mese di Ramadan) aperto alla comunità novarese. Presenti anche il presidente del Consiglio comunale, Massimo Bosio e i consiglieri Francesco Iodice, Marco Pagani e Cecilia Sacco. Oltre a don Carlo Bonasio, don Giorgio Malvestio a rappresentanti della Comunità di S. Egidio.

mo.c.

NOVARA – Un intero pomeriggio impegnati a rendere più pulite le zone dove vivono e dove si trova la sede che ospita le loro attività, il Centro culturale Al Amal di via Della Riotta 10, a S. Agabio.
E’ quanto hanno fatto giovedì, armati di ramazze, sacchetti e palette, i ragazzi e le ragazze che frequentano la struttura novarese, guidati da Mohamed Ahmad, responsabile della sezione novarese dei Giovani Musulmani d’Italia (GMI), e da Ahmed Ouda, presidente del Centro culturale Al Amal. Insieme, incontrando la comunità santagabiese, hanno pulito via Della Riotta, il parco che si trova in zona e anche via Falcone e altre strade limitrofe.
Come commentano sulla pagina Facebook dei GMI di Novara:
“Non era solo un momento di pulizia, ma anche divertimento, risate e condivisione di momenti indimenticabili”.
E, venerdì sera, in piazza Monsignor Brustia, una cena di Iftar (con cui si interrompe il digiuno del mese di Ramadan) aperto alla comunità novarese. Presenti anche il presidente del Consiglio comunale, Massimo Bosio e i consiglieri Francesco Iodice, Marco Pagani e Cecilia Sacco. Oltre a don Carlo Bonasio, don Giorgio Malvestio a rappresentanti della Comunità di S. Egidio.

mo.c.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli