“Memorie Russe”, oltre 1.800 partecipanti per la prima edizione della rassegna letteraria

“Memorie Russe”, oltre 1.800 partecipanti per la prima edizione della rassegna letteraria
Altro 27 Gennaio 2015 ore 22:19

NOVARA – “Una scommessa vinta” come è stata definita dagli organizzatori quella di “Memorie russe”, la rassegna letteraria la cui prima edizione si è chiusa lunedì 26 gennaio. Il percorso dedicato ai grandi classici della letteratura russa è stato promosso da Fondazione Teatro Coccia all’interno dell’Azione “La città portata di mano” del progetto “Cultura e Aree Urbane – Sistema Culturale e Casa Bossi”, finanziato da Fondazione Cariplo e realizzato in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Novara e Biblioteca Civica Negroni. A condurre i cinque incontri (al mattino negli istituti superiori per gli studenti e al pomeriggio in altre location aperti a tutti) gli attori Leonardo Bucciardini e Daniele Bacci della Compagnia Venti Lucenti di Firenze. Si è potuto così “rileggere” grandi classici come “Guerra e Pace”, “Il canto dell’amore trionfante” e poi ancora “Anna Karenina”, “Delitto e Castigo”, “L’Idiota”, “I Demoni” e “I Fratelli Karamazov”.

NOVARA – “Una scommessa vinta” come è stata definita dagli organizzatori quella di “Memorie russe”, la rassegna letteraria la cui prima edizione si è chiusa lunedì 26 gennaio. Il percorso dedicato ai grandi classici della letteratura russa è stato promosso da Fondazione Teatro Coccia all’interno dell’Azione “La città portata di mano” del progetto “Cultura e Aree Urbane – Sistema Culturale e Casa Bossi”, finanziato da Fondazione Cariplo e realizzato in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Novara e Biblioteca Civica Negroni. A condurre i cinque incontri (al mattino negli istituti superiori per gli studenti e al pomeriggio in altre location aperti a tutti) gli attori Leonardo Bucciardini e Daniele Bacci della Compagnia Venti Lucenti di Firenze. Si è potuto così “rileggere” grandi classici come “Guerra e Pace”, “Il canto dell’amore trionfante” e poi ancora “Anna Karenina”, “Delitto e Castigo”, “L’Idiota”, “I Demoni” e “I Fratelli Karamazov”.

Evidente la risposta degli allievi delle scuole (Liceo classico “Carlo Alberto”, Liceo artistico, musicale e coreutico “Felice Casorati”, Itis “Fauser”, Liceo delle scienze umane “Bellini” e Istituto Salesiano “San Lorenzo”) che hanno dimostrato grande attenzione e molto importante (sia per numeri sia per soddisfazione) quella dei cittadini che hanno affollato tutti gli incontri del pomeriggio.  Circa 1.000, infatti, sono stati gli alunni coinvolti e circa 800 i partecipanti intervenuti agli incontri pomeridiani

Gli incontri pomeridiani sono stati anche occasione per aprire alla città luoghi insoliti: location degli incontri sono stati, infatti, l’Archivio di Stato, il Palcoscenico del Teatro Coccia, la Sala Consiliare di Palazzo Natta, la Sala della Maddalena del Palazzo dei Vescovi e i locali della Caffetteria del Broletto.

Ma non finisce qui: dopo il successo della prima edizione, gli organizzatori hanno confermato che l’iniziativa sarà riproposta alla città.

v.s.

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità