Attività preventiva dell’Arma

Morti in montagna: i consigli dei carabinieri

Morti in montagna: i consigli dei carabinieri
19 Dicembre 2019 ore 07:44

Attività preventiva dei Carabinieri sciatori. Visti i gravi recenti episodi occorsi sulle piste da sci, l’arma ha intrappreso quest’iniziativa che durerà tutta la stgione invernale.

Attività preventiva dei Carabinieri sciatori

I recenti gravi episodi che hanno mietuto vittime sulle piste da sci, occorsi anche in questa provincia, hanno imposto una maggiore attività preventiva ed anche di soccorso, dai carabinieri sciatori che da qualche giorno e che durerà per tutta la stagione invernale, che prestano servizio quotidianamente sulle piste dei Comuni di Alagna Valsesia e Scopello e che dipendono dalle stazioni carabinieri di Alagna e Scopa (comprensorio Monte Rosa sky). Quest’anno il numero dei carabinieri impiegato è aumentato con l’arrivo di militari da altre provincie del Piemonte. E’ opportuno, tuttavia, ribadire alcune norme di comportamento che devono essere rispettate per poter sciare in tranquillità, evitando di rimanere coinvolte in spiacevoli situazioni. Tra queste ricordiamo che bisogna:

1. osservare la segnaletica posta lungo le piste da sci e alle stazioni di partenza e arrivo degli impianti di risalita; anche quelle attinenti le condizioni del tempo, delle piste e della neve;
2. mantenere un comportamento prudente, con perizia e diligenza onde evitare danni a persone e cose, intralcio agli sciatori o pericoli per l’incolumità altrui;
3. mantenere una velocità congrua rispetto alle proprie capacità, alla difficoltà del tracciato, alle condizioni del terreno ed a quelle meteorologiche (la velocità deve essere particolarmente moderata nei tratti a visuale non libera, in prossimità di fabbricati od ostacoli, negli incroci, nelle biforcazioni, in caso di nebbia, di foschia, di scarsa visibilità o di affollamento, nelle strettoie ed in presenza di principianti);
4. mantenere una direzione tale da evitare collisioni od interferenze con lo sciatore a valle. Lo sciatore deve altresì evitare di raggiungere piste attraversando zone non aperte alla pratica dello sci;
5. tener presente che se si intende sorpassare un altro sciatore ci si deve assicurare di disporre di uno spazio sufficiente allo scopo e di avere sufficiente visibilità e si può effettuare tale manovra sia a monte sia a valle, sulla destra o sulla sinistra, ad una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato;
6. ricordare che gli sciatori che sostano devono evitare pericoli per gli altri utenti e portarsi sui bordi della pista; gli sciatori sono tenuti a non fermarsi nei passaggi obbligati, in prossimità dei dossi od in luoghi senza visibilità;
7. far attenzione in caso di cadute o di incidenti poichè si deve liberare tempestivamente la pista portandosi ai margini di essa e si deve segnalare la presenza di un infortunato con mezzi idonei;
8. ricordare che i soggetti che praticano lo sci d’alpinismo devono munirsi di appositi sistemi elettronici o elettromagnetici per la ricerca di sepolti in valanga, oltre all’attrezzatura per l’autosoccorso (pala, sonda, artva, kit soccorso;
9. i minori degli anni 18 devono sciare con il casco protettivo omologato;
10. tutti gli sciatori devono munirsi di una assicurazione propria per la responsabilità civile per danni o infortuni verso terzi, ivi compreso il gestore;