Altro

Multe fino a 500 euro per chi chiede l’elemosina insistentemente a Borgomanero

Multe fino a 500 euro per chi chiede l’elemosina insistentemente a Borgomanero
Altro 03 Maggio 2016 ore 18:31

BORGOMANERO – Scoraggiare il fenomeno dell’accattonaggio: con questa motivazione nelle scorse ora il sindaco di Borgomanero ha firmato un’ordinanza che vieta di chiedere l’elemosina in città in maniera molesta e di proporre servizi come pulizia vetri o scarico merci nei posteggi. La decisione arriva dopo segnalazioni di comportamenti del genere, attuati in particolare nel giorno del mercato.

Nel dettaglio, l’ordinanza vieta di “attuare forme di mendicità molesta e invasiva con richieste di danaro insistenti, reiterate, continuative che possono essere di intralcio alla libera ed ordinata fruizione di spazi pubblici ed aperti al pubblico, come mercati, esercizi commerciali, banche, uffici postali, luoghi di culto, scuole, cimiteri e parchi cittadini”. Inoltre, è vietato avvicinarsi alle auto in circolazione su strade pubbliche o ad uso pubblico offrendo servizi come le pulizia dei vetri. A questo si unisce, infine, il divieto di richiedere denaro per scaricare merci o individuare posteggi liberi nei parcheggi pubblici. L’ordinanza, condivisa con la Prefettura di Novara, prevede sanzioni da 25 a 500 euro e il sequestro delle eventuali attrezzature impiegate per l’attività di accattonaggio.

“Questi atti - ha detto il Primo Cittadino - hanno ricadute pesanti sulla sicurezza dei cittadini, soprattutto se attuati n

BORGOMANERO – Scoraggiare il fenomeno dell’accattonaggio: con questa motivazione nelle scorse ora il sindaco di Borgomanero ha firmato un’ordinanza che vieta di chiedere l’elemosina in città in maniera molesta e di proporre servizi come pulizia vetri o scarico merci nei posteggi. La decisione arriva dopo segnalazioni di comportamenti del genere, attuati in particolare nel giorno del mercato.

Nel dettaglio, l’ordinanza vieta di “attuare forme di mendicità molesta e invasiva con richieste di danaro insistenti, reiterate, continuative che possono essere di intralcio alla libera ed ordinata fruizione di spazi pubblici ed aperti al pubblico, come mercati, esercizi commerciali, banche, uffici postali, luoghi di culto, scuole, cimiteri e parchi cittadini”. Inoltre, è vietato avvicinarsi alle auto in circolazione su strade pubbliche o ad uso pubblico offrendo servizi come le pulizia dei vetri. A questo si unisce, infine, il divieto di richiedere denaro per scaricare merci o individuare posteggi liberi nei parcheggi pubblici. L’ordinanza, condivisa con la Prefettura di Novara, prevede sanzioni da 25 a 500 euro e il sequestro delle eventuali attrezzature impiegate per l’attività di accattonaggio.

“Questi atti - ha detto il Primo Cittadino - hanno ricadute pesanti sulla sicurezza dei cittadini, soprattutto se attuati nei confronti di donne o anziani e soprattutto il venerdì, in occasione del mercato cittadino, quando arrivano da fuori Borgomanero persone che agli angoli delle strade, delle Chiese, delle Banche e degli edifici postali chiedono con insistenza denaro ai passanti. Faccio appello a tutti affinché segnalino alle forze dell’ordine eventuali comportamenti molesti”.

l.pa.