Musa: attenzione, la zona “franca” sta finendo… o quasi

Musa: attenzione, la zona “franca” sta finendo… o quasi
Altro 14 Febbraio 2015 ore 12:19

NOVARA -  Attenzione la zona “franca” sta finendo… o quasi! I primi quindici giorni di applicazione di Musa, il piano del traffico e della sosta, infatti, non hanno portato ad alcun provvedimento. Insomma, queste due settimane sono state considerate di assestamento ed il personale della società “Nord Ovest parcheggi srl” è stato dirottato e impiegato, soprattutto, come supporto allo sportello e nei parcheggi con le sbarre, dove si sono verificati i principali contrattempi. E’ stata adottata, quindi, da parte della società che gestisce Musa e su indicazione dell’Amministrazione comunale, la linea morbida, per abituare i cittadini ad una nuova viabilità e, soprattutto, a nuove abitudini da adottare in auto e negli spostamenti nelle zone centrali della città. L’inizio della settimana, però, vedrà gli ausiliari del traffico iniziare il controllo vero e proprio sulle vetture in sosta anche se, sottolineano in Comune, l’indicazione sarà ancora quella della massima tolleranza.

NOVARA -  Attenzione la zona “franca” sta finendo… o quasi! I primi quindici giorni di applicazione di Musa, il piano del traffico e della sosta, infatti, non hanno portato ad alcun provvedimento. Insomma, queste due settimane sono state considerate di assestamento ed il personale della società “Nord Ovest parcheggi srl” è stato dirottato e impiegato, soprattutto, come supporto allo sportello e nei parcheggi con le sbarre, dove si sono verificati i principali contrattempi. E’ stata adottata, quindi, da parte della società che gestisce Musa e su indicazione dell’Amministrazione comunale, la linea morbida, per abituare i cittadini ad una nuova viabilità e, soprattutto, a nuove abitudini da adottare in auto e negli spostamenti nelle zone centrali della città. L’inizio della settimana, però, vedrà gli ausiliari del traffico iniziare il controllo vero e proprio sulle vetture in sosta anche se, sottolineano in Comune, l’indicazione sarà ancora quella della massima tolleranza.

Abbonamenti

Pur tra disguidi e mugugni, lo sportello Musa funziona a pieno ritmo (quando non capitano incidenti di percorso come quello di una postazione, su due, fuori uso) ed ha emesso, a giovedì pomeriggio, 2.250 abbonamenti. La quota maggiore, 1.135, è quella riservata ai residenti senza garage con la prima auto, mentre i residenti con la seconda auto sono soltanto 76. I cosiddetti Pass & Park ZTL, i vecchi permessi R, sono saliti a 261, mentre quelli riservati alle auto ecologiche (a metano o elettriche) sono attualmente 249. Gli abbonamenti ordinari, riguardanti le tre zone tariffarie, sono stati 424, mentre quelli dei pendolari, scontati del 50% se abbinati all’abbonamento ferroviario, sono stati 63. Cinque i pass settimanali a 15 euro riservata gli artigiani che hanno dovuto compiere dei lavori in centro, mentre gli abbonamenti scontati del 20%, per coloro che hanno un’attività in zone centrali, sono 33. Quattro i pass per le aree mercatali. A questi numeri vanno aggiunti i 152 premessi di solo transito in ZTL che rilascia sempre Musa.

Sandro Devecchi

Leggi le altre notizie sul Musa sul Corriere di Novara di sabato 14 febbraio