NoiXNovara: buona partenza per le firme per la petizione per il baratto amministrativo

NoiXNovara: buona partenza per le firme per la petizione per il baratto amministrativo
Altro 28 Settembre 2015 ore 22:43

NOVARA – Il movimento civico NoiXNovara, sulla scia di molte altre analoghe iniziative nel resto del Novarese, ha dato il via a una petizione per proporre l’introduzione del baratto amministrativo anche nel capoluogo gaudenziano, a Novara.

La raccolta delle firme è iniziata nel fine settimana e ha già messo assieme diverse adesioni. “E’ bastata una domenica di mobilitazione, con il gazebo allestito in piazza delle Erbe – si legge in una nota stampa del movimento guidato da Ivan De Grandis - per raccogliere già molte firme a sostegno della petizione che propone l’introduzione anche a Novara del cosiddetto “Baratto Amministrativo”. Abbiamo riscontrato da subito grande interesse per la nostra iniziativa. Sono stati tanti infatti i novaresi a passare dal nostro gazebo per chiedere informazioni e per firmare la petizione. Il Baratto Amministrativo è una realtà che riguarda già oltre 100 comuni in Italia, una forma di collaborazione tra cittadino e amministrazione locale introdotta dall’articolo 24 del decreto Sblocca Italia approvato lo scorso anno. In pratica con la nostra proposta – spiega De Grandis – i cittadini che sono rimasti indietro nel pagamento di tasse, multe, rette comunali e anche gli affitti delle case popolari, avranno la possibilità di sanare la propria posizione dedicando ore di lavoro e a fronte della realizzazione di alcuni piccoli interventi come la pulizia delle strade, manutenzione degli immobili, imbiancatura di edifici, cura del verde pubblico, portando un beneficio all’intera comunità”.

“Questa forma di intervento - conclude De Grandis - offre un doppio vantaggio in quanto da un lato, i contribuenti in difficoltà possono assolvere ai propri doveri e dall'altro il Comune può usufruire di forza lavoro, in un periodo in cui scarseggiano risorse e le difficoltà della gestione amministrativa rendono determinate attività di difficile soddisfacimento".

La raccolta firme proseguirà anche in questa settimana alla sede di NoiXNovara in via Tornielli 10. “Chi fosse interessato a sottoscrivere la petizione o volesse aiutare nella raccolta delle firme può scrivere all’indirizzo e-mail:noixnovara@libero.it o rivolgersi al numero 349/7685889 (Ivan De Grandis) per telefonate e whatsapp???”.

mo.c.

 


NOVARA – Il movimento civico NoiXNovara, sulla scia di molte altre analoghe iniziative nel resto del Novarese, ha dato il via a una petizione per proporre l’introduzione del baratto amministrativo anche nel capoluogo gaudenziano, a Novara.

La raccolta delle firme è iniziata nel fine settimana e ha già messo assieme diverse adesioni. “E’ bastata una domenica di mobilitazione, con il gazebo allestito in piazza delle Erbe – si legge in una nota stampa del movimento guidato da Ivan De Grandis - per raccogliere già molte firme a sostegno della petizione che propone l’introduzione anche a Novara del cosiddetto “Baratto Amministrativo”. Abbiamo riscontrato da subito grande interesse per la nostra iniziativa. Sono stati tanti infatti i novaresi a passare dal nostro gazebo per chiedere informazioni e per firmare la petizione. Il Baratto Amministrativo è una realtà che riguarda già oltre 100 comuni in Italia, una forma di collaborazione tra cittadino e amministrazione locale introdotta dall’articolo 24 del decreto Sblocca Italia approvato lo scorso anno. In pratica con la nostra proposta – spiega De Grandis – i cittadini che sono rimasti indietro nel pagamento di tasse, multe, rette comunali e anche gli affitti delle case popolari, avranno la possibilità di sanare la propria posizione dedicando ore di lavoro e a fronte della realizzazione di alcuni piccoli interventi come la pulizia delle strade, manutenzione degli immobili, imbiancatura di edifici, cura del verde pubblico, portando un beneficio all’intera comunità”.

“Questa forma di intervento - conclude De Grandis - offre un doppio vantaggio in quanto da un lato, i contribuenti in difficoltà possono assolvere ai propri doveri e dall'altro il Comune può usufruire di forza lavoro, in un periodo in cui scarseggiano risorse e le difficoltà della gestione amministrativa rendono determinate attività di difficile soddisfacimento".

La raccolta firme proseguirà anche in questa settimana alla sede di NoiXNovara in via Tornielli 10. “Chi fosse interessato a sottoscrivere la petizione o volesse aiutare nella raccolta delle firme può scrivere all’indirizzo e-mail:noixnovara@libero.it o rivolgersi al numero 349/7685889 (Ivan De Grandis) per telefonate e whatsapp???”.

mo.c.