Nominato vicepresidente della Cei (area Nord) il vescovo di Novara

Nominato vicepresidente della Cei (area Nord) il vescovo di Novara
Altro 22 Maggio 2015 ore 16:21

NOVARA – Monsignor Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara, è stato eletto vice presidente della Conferenza episcopale italiana per il Nord Italia.

La votazione si è tenuta nel corso dei lavori della 68ª assemblea dei vescovi italiani, tenutasi a Roma dal 18 al 21 maggio. Subentra a monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, che ha ricoperto questo incarico negli ultimi 5 anni.

Sarà in carica per un quinquennio, 2015-2020 e condividerà questo compito con monsignor Mario Meini, vescovo di Fiesole vice presidente per il Centro Italia, e monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, vice presidente per Sud.

NOVARA – Monsignor Franco Giulio Brambilla, vescovo di Novara, è stato eletto vice presidente della Conferenza episcopale italiana per il Nord Italia.

La votazione si è tenuta nel corso dei lavori della 68ª assemblea dei vescovi italiani, tenutasi a Roma dal 18 al 21 maggio. Subentra a monsignor Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, che ha ricoperto questo incarico negli ultimi 5 anni.

Sarà in carica per un quinquennio, 2015-2020 e condividerà questo compito con monsignor Mario Meini, vescovo di Fiesole vice presidente per il Centro Italia, e monsignor Angelo Spinillo, vescovo di Aversa, vice presidente per Sud.

Monsignor Brambilla è stato anche indicato come uno dei quattro padri sinodali, che parteciperà in rappresentanza della Chiesa Italiana alla XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi (in programma in Vaticano dal 4 al 25 ottobre 2015) sul tema “La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo”. La nomina sarà poi ratificata, se accolta, dal Santo Padre.

«Ringrazio i confratelli vescovi per la fiducia accordatami – ha detto monsignor Brambilla -. Accanto a questi nuovi incarichi, proseguirà il mio impegno per la comunità ecclesiale novarese, che sta vivendo un intenso momento di rinnovamento con il XXI Sinodo diocesano. A tutti chiedo di camminare insieme, accompagnandomi con la preghiera e con un rinnovato impegno per costruire una Chiesa di domani “in uscita” sulle strade dell’Uomo».

«Nell’apprendere la notizia dell’elezione del nostro vescovo come vicepresidente della Cei e di quella a Sinodale per il Sinodo dei vescovi del prossimo ottobre – ha detto il vicario generale don Fausto Cossalter – desidero esprimere a nome di tutta la diocesi la nostra gioia per quest’importante riconoscimento. Questa nomina diventa ora per lui un ulteriore gravoso impegno a coronamento del già intenso servizio che mons. Brambilla offre alle diocesi italiane da molti anni attraverso significativi contributi di carattere teologico e pastorale. Il servizio che da oggi gli è richiesto a favore della Chiesa italiana si aggiunge all’impegno del vescovo Franco Giulio nella nostra diocesi testimoniato anche dal cammino sinodale che stiamo vivendo insieme per sognare e costruire il futuro della nostra Chiesa. Perché sia capace di proporre un annuncio gioioso del Vangelo a tutti gli uomini e donne del nostro territorio. A mons. Brambilla assicuriamo la nostra affettuosa vicinanza e la costante preghiera perché il Signore lo sostenga con la Sua consolazione».

PROFILO BIOGRAFICO
Monsignor Brambilla è nato a Missaglia (Lc) nel 1949. Ordinato sacerdote nel 1975, ha perfezionato i suoi studi alla Pontificia Università Gregoriana di Roma, prima ottenendo la Licenza (1977) e poi conseguendo nel 1985 la Laurea con un lavoro su La cristologia di Schillebeeckx.
Ha insegnato S. Scrittura, Teologia spirituale e Antropologia Teologica nel Seminario di Seveso fino al 1985. Nella Sezione Parallela del Seminario di Venegono Inf. (Va), ha insegnato Cristologia e Antropologia Teologica. È stato Vicedirettore della stessa Sezione del Seminario dal 1986 al 1993 e poi Direttore dal 1993 al 2003. In seguito è diventato Direttore del Ciclo Istituzionale della Facoltà Teologica fino al 2006. È stato professore ordinario di Cristologia e Antropologia Teologica alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale e Preside della stessa Facoltà dal 2006 al 2012.
Dal 2007 è stato Vescovo ausiliare di Milano e Vicario per la cultura della stessa Diocesi.
Il 24 novembre 2011 è nominato Vescovo di Novara e ha fatto l’ingresso in Diocesi il 5 febbraio 2012.
Tra le sue pubblicazioni principali: La cristologia di E. Schillebeeckx. La singolarità di Gesù come problema di ermeneutica teologica (1989), Cristo Pasqua del cristiano (1991); Il Crocifisso Risorto. Risurrezione di Gesù e fede dei discepoli (1998, 21999); Esercizi di Cristianesimo (2000); Alla ricerca di Gesù (2001); Edward Schillebeeckx (2001); La redenzione nella morte di Gesù. In dialogo con Franco Giulio Brambilla (2001); La Parrocchia oggi e domani, (2003); Chi è Gesù? Alla ricerca del Volto, (2004); Antropologia Teologica. Chi è l’uomo perché te ne curi?, (2005); Cinque dialoghi su matrimonio e famiglia, (2005); Antropologia Teologica. Chi è l’uomo perché te ne curi? (2009); Essere preti oggi e domani, (2009); Tempo della gesta e giorno del Signore, (2012).
Infine, ha pubblicato numerosi saggi su La Scuola Cattolica, Teologia e Rivista del Clero Italiano, Servizio della Parola e altre Riviste su temi di cristologia, antropologia e pastorale.

Monica Curino