Altro

Norme contro il gioco d’azzardo, sono legge regionale

Norme contro il gioco d’azzardo, sono legge regionale
Altro 27 Aprile 2016 ore 13:22

BORGOMANERO – Le limitazioni orarie alle slot machine che sono già in vigore a Borgomanero presto dovranno essere adottate da tutti i Comuni piemontesi. Ieri, martedì 26 aprile, la Regione ha infatti approvato il disegno di legge sul gioco d’azzardo patologico. “Una legge necessaria – ha detto il consigliere novarese Domenico Rossi, relatore in aula – per far fronte ad un fenomeno sempre più preoccupante: si penso soltanto all'incremento del 643%, da 166 a 1235 utenti, nell'intervallo 2005-2013 di soggetti trattati, presso i Servizi per la cura delle Dipendenze del Piemonte”. Nello specifico la legge vieta di collocare le macchinette in locali situati a meno di 500 metri di scuole, centri di aggregazione giovanili, ospedali, bancomat, negozi di pegni o compro oro. Si prevede, inoltre, (e qui il Comune di Borgomanero ha precorso i tempi) che le Amministrazioni lim

BORGOMANERO – Le limitazioni orarie alle slot machine che sono già in vigore a Borgomanero presto dovranno essere adottate da tutti i Comuni piemontesi. Ieri, martedì 26 aprile, la Regione ha infatti approvato il disegno di legge sul gioco d’azzardo patologico. “Una legge necessaria – ha detto il consigliere novarese Domenico Rossi, relatore in aula – per far fronte ad un fenomeno sempre più preoccupante: si penso soltanto all'incremento del 643%, da 166 a 1235 utenti, nell'intervallo 2005-2013 di soggetti trattati, presso i Servizi per la cura delle Dipendenze del Piemonte”. Nello specifico la legge vieta di collocare le macchinette in locali situati a meno di 500 metri di scuole, centri di aggregazione giovanili, ospedali, bancomat, negozi di pegni o compro oro. Si prevede, inoltre, (e qui il Comune di Borgomanero ha precorso i tempi) che le Amministrazioni limitino temporalmente gli orari di funzionamento delle slot. Nel documento sono previsti anche come obbligatori corsi di formazione sulle ludopatie per esercenti e dipendenti, oltre che campagne annuali sui rischi del gioco d’azzardo.

l.pa.