Altro

Pedalata della memoria sui luoghi della Resistenza locale

Pedalata della memoria sui luoghi della Resistenza locale
Altro 24 Aprile 2016 ore 00:16

FONTANETO D'AGOGNA "Perché cercare la memoria nelle lapidi?... Le lapidi chiedono di essere trovate, lette e commemorate. É lì che si nasconde l'intimità di un dolore che sembra non finire mai". Questa è l'introduzione di una ricerca dal titolo "Le pietre parlano: progetto di valorizzazione delle lapidi della resistenza nel medio novarese" svolta da alcuni studenti della classe V Ragioneria dell'Istituto tecnico ITC Leonardo Da Vinci di Borgomanero partecipando lo scorso anno ad un concorso regionale di storia contemporanea.

Per poter valorizzare le lapidi quali 'importante patrimonio della memo

FONTANETO D'AGOGNA - "Perché cercare la memoria nelle lapidi?... Le lapidi chiedono di essere trovate, lette e commemorate. É lì che si nasconde l'intimità di un dolore che sembra non finire mai". Questa è l'introduzione di una ricerca dal titolo "Le pietre parlano: progetto di valorizzazione delle lapidi della resistenza nel medio novarese" svolta da alcuni studenti della classe V Ragioneria dell'Istituto tecnico ITC Leonardo Da Vinci di Borgomanero partecipando lo scorso anno ad un concorso regionale di storia contemporanea.

Per poter valorizzare le lapidi quali 'importante patrimonio della memoria, per poter portare le persone alle lapidi per raccontare la storia di coloro che ricordano i ragazzi insieme al Prof. Di Cerbo hanno pensato di organizzare "La pedalata della memoria". Tale manifestazione si svolgerà nella giornata di lunedì 25 aprile e l'evento sarà patrocinato dai Comuni di Fontaneto d'Agogna,  Suno, Cressa e Cavaglio D'Agogna. 

Su un percorso di circa 15 chilometri si partirà da Cressa presso il monumento di Mora e Gabin proseguendo verso Suno, la Baraggia, per poi dirigersi verso Cavaglio e terminare a Fontaneto presso il monumento dei caduti all'interno del cimitero dove alle 11,15 don Flavio Campagnoli celebrerà la messa alla presenza di tutte e quattro le amministrazioni, dei partecipanti alla pedalata e del gruppo ANPI di Fontaneto con il " Coro Pizio Greta ". Lungo il percorso ci si fermerà davanti ad ogni " stazione " in cui verrà raccontato l'episodio relativo all'accaduto.

<<É un evento - spiega il vicesindaco di Fontaneto d'Agogna, Alessia Nobili - che i quattro comuni coinvolti hanno voluto sostenere per l'impegno delle nuove generazioni in un progetto importante con un profondo significato etico e morale. Insieme per ricordare e non dimenticare Insieme tra  generazioni per ricordare il sacrificio e non dimenticare il dolore.  Insieme per la libertà che dobbiamo a coloro che per noi hanno dato la vita senza risparmiarsi.  Insieme, uniti nei valori e negli ideali della vera democrazia. Insieme: giovani studenti, Comuni, ex combattenti, familiari, associazioni, enti perché il 25 aprile non smetta mai d'essere!>>.

Paolo Usellini