Per fortuna c’era il divieto

Per fortuna c’era il divieto
Altro 06 Gennaio 2015 ore 09:03

NOVARA - «Il sindaco ordina il divieto di utilizzo di ogni tipo di fuoco d’artificio… e di “botti”…»: per fortuna, altrimenti, si chiede un nostro lettore, chissà cosa sarebbe successo…  A Lumellogno, a mezzanotte e mezza di Capodanno racconta, è dovuta intervenire la Polizia «per le autentiche bombe che scoppiavano sotto una abitazione in via alla Chiesa.  Alle rimostranze dei residenti, un gruppo di giovani ha risposto con insulti. Pare che addirittura i “botti” siano poi stati indirizzati verso le abitazioni. Risultano danni a contatori e citofoni. Gli agenti sul posto hanno provveduto a individuare gli autori. Che, esagerando, hanno rovinato la festa a se stessi  e agli altri.

p.v.

NOVARA - «Il sindaco ordina il divieto di utilizzo di ogni tipo di fuoco d’artificio… e di “botti”…»: per fortuna, altrimenti, si chiede un nostro lettore, chissà cosa sarebbe successo…  A Lumellogno, a mezzanotte e mezza di Capodanno racconta, è dovuta intervenire la Polizia «per le autentiche bombe che scoppiavano sotto una abitazione in via alla Chiesa.  Alle rimostranze dei residenti, un gruppo di giovani ha risposto con insulti. Pare che addirittura i “botti” siano poi stati indirizzati verso le abitazioni. Risultano danni a contatori e citofoni. Gli agenti sul posto hanno provveduto a individuare gli autori. Che, esagerando, hanno rovinato la festa a se stessi  e agli altri.

p.v.